CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

venerdì 26 giugno 2009

Milano Scienza. In scena al Crt ‘Tinnitus’: il teatro si trasforma in orecchio della città


MILANO SCIENZA. IN SCENA AL CRT 'TINNITUS':
IL TEATRO SI TRASFORMA IN ORECCHIO DELLA CITTA'


Milano, 26 giugno 2009 - Portare in scena la scienza. Suoni e rumori che sono autogenerati dall'apparato uditivo e che, alla prima scomparsa, vengono illusoriamente percepiti come provenienti dall'ambiente circostante. E' Tinnitus – Spenga la luce per favore! So suonare soltanto al buio, l'ultima provocazione in scena martedì 30 giugno, alle ore 20.45, al CRT di via Alemagna 6. Lo spettacolo si inserisce nel cartellone di Milano Scienza Milano Mondo, la kermesse dedicata al sapere scientifico promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune.

Gli attori della compagnia Masque Teatro nella loro performance sono una macchina sonora, un pianoforte disklavier, un magnetofono a bobina. Sarà il pubblico ad azionare e controllare indirettamente la macchina. L'avviamento e la regolazione del numero di giri dei motori che movimentano le diverse serie di produttori del suono sono direttamente legati al numero di spettatori e alla loro "turbolenza" sonora. Il teatro diviene così metafora fisica dell'orecchio interno: il padiglione è la città. Anche i suoni che provengono dall'ambiente esterno (città) possono scatenare il 'tinnitus', possono cioè funzionare come innesco o regolazione della macchina.

La ricerca di Masque si concentra sul racconto di Kafka A colloquio con l'Orante.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
E' consigliata la prenotazione al numero: 02.89011644


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

FONDERIA DELLE ARTI: "OEDIPUS ON THE TOP" - IL 27,28,29,30 GIUGNO - ORE 21,00

Invito alla Stampa

OEDIPUS ON THE TOP

Come in una prova generale lo spettacolo va in scena per quattro giorno alla Fonderia delle Arti

27, 28, 29, 30 giugno 2009 - ore 21,00

Fonderia delle Arti – via Assisi, 31 – Roma

(Roma (24/06/2009) – "Era da tempo che volevo fare uno spettacolo muto, fatto solo di gesti, senza l'uso delle parole. Ho scelto Edipo perché è una storia molto conosciuta che appartiene a ognuno di noi". Esordisce così Duccio Camerini, quando parla del suo nuovo spettacolo, "Oedipus on the top", che debutterà in anteprima al Teatro della Fonderia delle Arti, sabato 27 giugno alle 21,00, e sarà in scena fino al 30. Edipo è un mito profondamente attuale, che parla di integrazione, di diversità e di problemi di identità, tutti temi estremamente attuali. "Un mito che però trovando sulla sua strada l'Edipo Re di Sofocle ne è stato fatalmente schiacciato. Noi abbiamo voluto andare oltre , cercando di scoprirne gli altri significati, rimasti in ombra"continua Camerini, che ha deciso di affrontarlo da un punto di vista insolito e originale: senza il linguaggio parlato. Il progetto nasce infatti come un laboratorio di studio dei linguaggi teatrali incentrato sull'interazione tra danza, musica e teatro, realizzato con il sostegno del Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, e co-prodotto con Fonderia delle Arti, la scuola di Teatro, Musica e Cinema diretta da Maurizio Boco e Giampiero Ingrassia. Afferma Boco, in qualità di produttore: "Per noi questo spettacolo rappresenta un inizio, perché si tratta della prima produzione della Fonderia delle Arti. Mi auguro che possa essere il punto di partenza per una nuova stagione di attività della Fonderia."Alla conferenza di presentazione il regista e il produttore hanno tenuto a sottolineare la complessità di un lavoro come questo. "Abbiamo realizzato un progetto importante e faticoso, con un cast di undici persone solo tra attori e musicisti. Una rarità in tempi come questi, dove per esigenze economiche si lavora con il minimo indispensabile. Il teatro è un modo unico per affrontare la vita e l'etica del mondo, ma questo è un concetto difficile da far accettare oggi. Soprattutto in Italia, dove chi fa questo mestiere deve scontrarsi ogni giorno con approssimazione e superficialità."sostiene Camerini, e le sue parole trovano conferma in quelle di Boco, che continua:"Tengo a far notare inoltre che abbiamo voluto un cast di giovani artisti, perché per noi è importante realizzare certe idee e non solo professarle. Come direttore di una scuola di teatro e musica posso testimoniare che c'è una grande fame di sapere da parte dei giovani, che nonostante le difficoltà del settore si avvicinano con passione a questo mondo."

Sette gli attori che daranno vita ad "Oedipus", Graziano Piazza (Tiresia), Marta Iacopini (Giocasta), Salvo Lombardo (Edipo), Ciro Carlo Fico (pastore), Andrea Adinolfi (Laio), Cristina Pedetta (Peribea), Fabio Frattasi (Polibo).

Il linguaggio musicale è affidato alle composizioni originali di Fabrizio Sciannameo, che dice; "La gestazione dello spettacolo mi ha ricordato come si lavorava negli anni Settanta, quando i musicisti stavano in sala prove, partecipando appieno alla realizzazione del disco. Qua infatti abbiamo lavorato insieme attori e musicisti, perchè la musica completasse il gesto dell'attore." Le musiche saranno eseguite dal vivo da Umberto Zanardo alla batteria, Fabrizio Paparello alle tastiere e Sebastiano Forte alla chitarra; il linguaggio corpo-danza è curato da Valeria Andreozzi. i materiali di scena sono di Alice Pizzinato, i costumi di Roberta Orlando. Assistenti alla regia Michela Mancini e Davide Nebbia.

Lo spettacolo andrà in scena anche il 13 luglio ai Giardini delle Filarmonica di Roma ed è già prevista un tourneè estiva.

Ingresso libero con tessera associativa obbligatoria di € 2,00
Ufficio Stampa Fonderia delle Arti

Emilio Sturla Furnò +39 340 4050400 - emyesse@yahoo.it

Maria Luisa Catalano +39 06 7842112 - ufficiostampa@fonderiadellearti.com




giovedì 25 giugno 2009

Il Maestro e Margherita

Salve,
Vi segnalo uno spettacolo che andrà in scena il 26-27 giugno, ringraziandovi anticipatamente per la collaborazione.
Cordiali Saluti,
Laura Kuhta
Compagnia MaiSentiti

Compagnia Mai Sentiti

Atelier di Teatro

IN

Il Maestro e Margherita

di Michail Bulgakov

Venerdì 26 e sabato 27 giugno

ore 21.00
Teatro Guanella (Milano Via Dupré, 19 )
INGRESSO GRATUITO

con il contributo del Comune di Milano e della Zona Otto

« Sono una parte di quella forza che desidera eternamente il male

e compie eternamente il bene. »

L'Associazione MaiSentiti Atelier di teatro porta in scena uno dei più grandi capolavori della letteratura russa del XX secolo, Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov. Uno spettacolo capace di appassionare chi ha amato il libro e di sorprendere coloro che si avvicinano per la prima volta alla magia di una storia commovente e indimenticabile.

Mosca. Una primavera come degli anni Trenta. Satana si aggira per la città nei panni di un professore di magia nera, seminando il panico col suo terzetto di assistenti diabolici. Margherita, consumata dalla monotonia di un matrimonio borghese, si innamora del Maestro, l'autore di un romanzo su Ponzio Pilato condannato dai severi tutori della cultura ufficiale. E proprio tra le pagine del romanzo, Pilato si confronta prima con Jeshua Hanozri, bizzarro filosofo che crede nella bontà di ogni uomo, e poi con il rimorso di averlo condannato a morte. Questa e altre storie si intrecciano in un'opera grandiosa, tragica e beffarda, nella quale gli attori si muovono come prigionieri in trappola all'interno di possenti strutture metalliche che ne scandiscono l'apparire. La regia di Leonardo Gazzola guida lo spettatore in un viaggio straordinario e allucinante che dalla Mosca staliniana alla Palestina dell'anno 33 d.C. sconfina nella dimensione eterna del conflitto tra Bene e Male.

L'Associazione MaiSentiti Atelier di teatro

L'Associazione nasce nel 1995 dall'esigenza di dare ai ragazzi dei licei milanesi la possibilità di proseguire i loro percorsi teatrali iniziati a scuola. Dopo i primi successi si forma una compagnia stabile per la produzione di spettacoli. Ora, a 14 anni dalla fondazione, i MaiSentiti hanno due gruppi di formazione (junior e senior) e una compagnia stabile, che porterà in scena Il Maestro e Margherita al Teatro Guanella il 26 e 27 giugno.

Spettacoli precedentemente allestiti dall'Associazione

1999 e 2008 Il sorriso di San Giovanni di Ruggero Cappuccio – regia di L. Gazzola

2000 e 2007 Assassino senza movente di E. Ionesco – regia L. Gazzola

2000 Esercizi di conversazione Inglese per Studenti Italiani di E. Ionesco – regìa di L. Gazzola

2001 La macchina infernale di Jean Cocteau – regia di L. Gazzola

2002 Il marito ideale di Oscar Wilde – regia di L. Gazzola

Orlando e Soci, adattamento teatrale dell'Orlando Furioso – di E. Messina e A. Nicolino – regia di L. Gazzola

2003 Il Trinciapollo di Fausto Paravidino – regia di L. Gazzola

Che casino pazzesco di E. Ionesco – regia di L. Gazzola

2004 Il cavallo di Troia adattamento teatrale dal romanzo Christopher Morley (tradotto in Italia da Cesare Pavese) a cura e per la regia di L. Gazzola

Beatitudine di M. Bulgakov – regia di L. Gazzola

2005 Macbett di E. Ionesco – adattamento e regia di L. Gazzola

Lo sciopero dei Mendicanti di Aminata Sow Fall – regia di L. Gazzola

2006 Queribus, deserto di Leonardo Gazzola - regia di L. Gazzola

2007 e 2008 Amleto di William Shakespeare - regia di Leonardo Gazzola


Associazione MaiSentiti

c/o Fabbrica del Vapore - Permèss de Séjour

Via Procaccini, 4 – Milano

Tel: +39 347 57.25.129 - +39 335 80.690.23

Web: www.maisentiti.com - info@maisentiti.com


GIULIO CESARE (recensione)

  LA BILANCIA PRODUZIONI presenta
passaggi_segreti_large.jpg picture by ilfoyer 
XIII Edizione - 2009
 
DAL 20 GIUGNO AL 12 LUGLIO
(21,25,26,27,28 giugno – 1,2,3,4,5,8,9,10,11,12 luglio – Ore 21.15)
FORO DI CESARE E FORO DI AUGUSTO

"GIULIO CESARE"
di W. SHAKESPEARE

REGIA ROBERTO MARAFANTE
 
Un capolavoro della letteratura shakespeariana incastonato in un'ambientazione unica: questo è il Giulio Cesare proposto da Passaggi Segreti, la manifestazione organizzata da La Bilancia Produzioni, per la regia di Roberto Marafante.
All'imbrunire si apre il cancello di Clivo Argentario e la magia ha inizio.
Un salto indietro nel tempo e il Foro Romano riprende vita attraverso le parole e i gesti di Giulio Cesare, di Bruto, Cassio, Marco Antonio.
Cesare sta per farsi eleggere re e la Roma repubblicana è alla fine. In nome della libertà e dell'indipendenza del popolo romano i congiurati Cassio, Trebonio, Casca, Metello e Decio convincono Bruto a partecipare alla cospirazione per ucciderlo. Cesare muore sotto i loro pugnali e Marco Antonio col suo celeberrimo elogio funebre infiamma gli animi del popolo contro gli assassini di Cesare.
Bruto accusa Cassio di aver agito per interesse personale e non per un ideale di libertà ma alla fine i due si riconciliano per combattere insieme contro Marco Antonio e Ottaviano. Una notte lo spettro ci Cesare appare a Bruto, nefasto presagio della sconfitta che egli subirà a Filippi. Pur di non cadere prigionieri Cassio e Bruto si danno la morte e l'opera si conclude con un accenno alla futura frattura tra Ottaviano e gli altri due membri del Triumvirato, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido.
Il testo, scritto nel 1599, torna attuale come non mai, sulle pietre antiche calpestate dai protagonisti stessi di questa storia affascinante, sui conflitti fra onore, amicizia e amor di patria, sulle contraddizioni dell'idealismo e degli intrighi di potere.
Angoli suggestivi, scalinate di templi, colonne, costituiscono la scenografia ideale per un testo vibrante e senza tempo goduto da una diversa prospettiva: non sono le scene a cambiare ma è il pubblico stesso che si muove tra le rovine, seguendo lo svolgersi degli eventi tra il foro di Cesare e quello di Augusto in un percorso che unisce la letteratura all'architettura e alla storia e in cui le scene acquistano un sapore particolare perché realizzate in luoghi strettamente legati alla vita dei veri protagonisti della storia . La casa di Cesare ad esempio, è il tempio di Venere Genitrice, da lui stesso fatto erigere e dalla quale egli proclamava di discendere. Bruto trova la morte sulla scalinata del tempio intitolato a Marte Ultore voluto da Ottaviano per ricordare la morte di Cesare da lui vendicata.
Un percorso emozionante, dunque, nel quale la forza interpretativa degli attori, viene accentuata e sottolineata dalla eco degli avvenimenti storici.
Ricordiamo tra gli altri Riccardo Polizzy Carbonelli nella parte di Cesare, Martino Duane nei panni di un tormentato Bruto, un intensissimo e drammatico David Gallarello nel ruolo di Cassio, Riccardo Ripani nella parte di Marco Antonio, Marina Lorenzi nel ruolo di Porzia e Piero Perilli in quello di Stratone.
E' uno spettacolo di grande fascino e di grande valore culturale, un'occasione unica per godere di un immortale classico della letteratura immersi nella suggestiva e rarissima visione notturna del Foro Romano. 
(Ilda Ippoliti)
 
Ingresso da Clivo Argentario, uscita da Piazza del Grillo.
Info e Prenotazioni: Botteghino del Teatro de' Servi
Via del Mortaro, 22 - Tel. 06 6795130 - info@teatroservi.it
Biglietto: € 30,00 con prenotazione obbligatoria
Ufficio stampa: Fabi –Ghinfanti – tel. 0687420388 – info@fabighinfanti.it

lunedì 22 giugno 2009

PRESENTAZIONE: "OEDIPUS ON THE TOP" - IL RACCONTO "A BOCCA CHIUSA" DI CAMERINI - MERCOLEDI', 24 GIUGNO 2009 - ORE 11,30 - FONDERIA DELLE ARTI, ROMA

Invito alla Conferenza Stampa

La S.V. è invitata alla presentazione di

OEDIPUS ON THE TOP

Duccio Camerini: racconto "a bocca chiusa" con attori, musica e silenzi

Mercoledì, 24 giugno 2009 - ore 11,30

Fonderia delle Arti – via Assisi, 31 - Roma

intervengono

Duccio Camerini (regista), Maurizio Boco (produttore)

Fabrizio Sciannameo (musicista), Marta Iacopini (attrice), Graziano Piazza (attore)

(Roma (18/06/2009) – "Oedipus on the top" è il nuovo spettacolo di Duccio Camerini, organizzato da Maurizio Boco, che debutterà in anteprima al Teatro della Fonderia delle Arti il 27 giugno e sarà in scena fino al 30.

Favola, mito, racconto da cui tutti discendiamo. Edipo è una storia profondamente europea ed attualissima, di integrazione e diversità, di problemi di identità quanto mai sentiti come nostri. "Un mito che però trovando sulla sua strada l'Edipo Re di Sofocle ne è stato fatalmente schiacciato." afferma Duccio Camerini presentando il suo progetto, uno spettacolo insolito, soprattutto se si pensa al lavoro della compagnia La casa dei racconti da lui diretta sulla parola e il racconto. Camerini e la sua compagnia, dopo aver ottenuto i finanziamenti per la realizzazione della manifestazione, affrontano per la prima volta una narrazione da una visuale del tutto inedita, ovvero senza l'uso delle parole.

Il progetto nasce come un laboratorio di studio dei linguaggi teatrali incentrato sull'interazione tra danza, musica e teatro, realizzato con il sostegno del Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, e co-prodotto con Fonderia delle Arti, la scuola di Teatro, Musica e Cinema diretta da Maurizio Boco e Giampiero Ingrassia che da sempre ha fatto di questa interazione il suo punto di forza. "L'idea di base" prosegue Camerini - "è di sperimentare un linguaggio scenico che riesca a comunicare senza restare intrappolati nell'obbligo della parola, ma neppure nel mimo, o nella pantomima: un racconto a bocca chiusa che riesca a trovare una propria coerenza e necessità. Qualcosa a metà tra la danza e la scena. Con supporto di musiche. E silenzi".

La storia di Edipo verrà restituita basandosi non solo sulla versione di Sofocle, ma anche sugli studi di Karol Kerenyi, James Hillman, Jean-Pierre Vernant e Roberto Peregalli.

Sette gli attori che daranno vita ad "Oedipus", Graziano Piazza (Tiresia), Marta Iacopini (Giocasta), Salvo Lombardo (Edipo), Ciro Carlo Fico (pastore), Andrea Adinolfi (Laio), Cristina Pedetta (Peribea), Fabio Frattasi (Polibo).

Il linguaggio musicale è affidato alle composizioni originali di Fabrizio Sciannameo, eseguite dal vivo da Umberto Zanardo alla batteria, Fabrizio Paparello alle tastiere e Sebastiano Forte alla chitarra; il linguaggio corpo-danza è curato da Valeria Andreozzi. i materiali di scena sono di Alice Pizzinato, i costumi di Roberta Orlando. Assistenti alla regia Michela Mancini e Davide Nebbia.

Seguirà rinfresco

Si prega di dare conferma della vostra gradita presenza a +39 06 7842112

Ufficio Stampa Fonderia delle Arti +39 06 7842112

Emilio Sturla Furnò +39 340 4050400 - emyesse@yahoo.it

Maria Luisa Catalano +39 06 7842112 - ufficiostampa@fonderiadellearti.com

Diggita al 2° compleanno offre il 100% di adsense revenue sharing

Il 26 giugno 2009 sarà il secondo compleanno per www.diggita.it e per festeggiare l'evento con tutti i suoi utenti lo staff ha deciso in via eccezionale di impostare il raddoppio dei guadagni adsense verso tutti gli iscritti PER SEMPRE e per tutti gli articoli inseriti.

Per attivare la promozione basterà mandare una richiesta via email al responsabile adsense: adsense@diggita.it entro e non oltre il 26 giugno 2009.

Nella richiesta sarà necessario indicare i propri blog o siti, ed il nome-cognome di un responsabile con soggetto "portami al 100%"

La promozione è aperta a tutti i gestori di blog e siti che ne faranno richiesta entro il 26 giugno!!


Per ulteriori dettagli aggiornati vi invitamo infine a seguire il nuovissimo blog di diggita: http://blog.diggita.it

diggita ed AdSense

Il sistema è molto semplice, Diggita ti riconosce una percentuale di guadagno dagli articoli che pubblicherai all'interno di diggita.it, segnala il tuo codice Google AdSense ID sul tuo profilo diggita cliccando su modifica. Una volta inserito il codice completo cliccare su "salva" in fondo alla pagina. Così facendo in ogni articolo che scriverai sulle pagine di diggita.it presenterà una quota del 50% di tuoi annunci AdSense per sempre.

NB: quando sei loggato non visualizzerai mai il tuo codice adsense nelle tue pagine per evitare click sui tuoi stessi adsense.

Grazie a diggita.it i tuoi annunci avranno una visibilità superiore e riuscirai a far aumentare il numero di visualizzazioni adsense ed aumentare i guadagni sul tuo conto AdSense . Più i tuoi articoli saranno popolari e più saranno alti i ricavi, Google stesso provvederà ogni inizio mese a pagare la parte guadagnata su diggita.it tramite assegno o bonifico attraverso il servizio AdSense


Per impostare adsense basta avere un account su google Gmail e un sito internet, se non si ha un sito internet basta impostare "www.diggita.it" come sito personale.
Una volta aperto un account di adsense si potrà segnalare il codice su diggita e iniziare a guadagnare immediatamente.

Cos'è AdSense

AdSense E' il programma che ti permette di guadagnare in modo semplice e veloce attraverso annunci pubblicitari che compariranno sulle tue pagine diggita.it! ora, ci vogliono pochi secondi e non costa niente!

Quali i vantaggi?

E' l'unico programma che premia non solo il tuo impegno nell'aggiornare diggita.it con notizie, giochi, video di interesse e di qualità ma anche il tuo entusiasmo nel coinvolgere gli amici ad iscriversi! Più siamo e più guadagnamo.

Come si guadagna?

Il suo funzionamento è semplicissimo: si segnalano articoli su diggita.it, il 50% dei click generati su diggita.it andrà all'utente, mentre il restante 50% andrà ai gestori del sito. In parole più semplici:
* tu scrivi un articolo su diggita
* L'articolo, una volta inserito all'interno di diggita, visualizzerà annunci adsense Per Sempre e ad ogni 10 visualizzazioni, 5 impressioni saranno di tuoi annunci adsense.

Ogni annuncio che comparirà nelle notizie che hai pubblicato su diggita.it genererà dei ricavi giornalieri proporzionali alla popolarità ed al numero di visite. Diggita.it si occupa di visualizzare i tuoi annunci e Google AdSense conteggerà in tempo reale il numero di visualizzazioni ed i guadagni.

Come raddoppiare i guadagni fino al 100% degli AdSense visualizzati nei miei articoli?

E' anche possibile guadagnare sul 100% degli adesense visualizzati nei propri articoli. Basta segnalare il sito o blog che si gestisce allo staff, con il nome cognome e indirizzo email del gestore, lo staff provvederà a valutarlo e se ritenuto idoneo potrai raddoppiare i guadagni.

Come monitorare i guadagni con i canali di AdSense

Google AdSense mette a disposizione alcuni criteri di monitoraggio per aiutarti a capire il numero di visite e i guadagni generati dal sito diggita.it. Per monitorare in tempo reale i guadagni con diggita.it utilizza i canali di monitoraggio URL, in questo modo potrai monitorare le prestazioni su tutti gli articoli inseriti su diggita. Puoi inserire l'indirizzo www.diggita.it ma anche l'indirizzo di un singolo articolo su diggita.

Per creare un canale URL:

1. Accedi al tuo account adsense all'indirizzo https://www.google.com/adsense

2. Fai clic sul link Impostazioni AdSense e quindi su Canali di monitoraggio.


3. Cliccare su "Canali URL" e "aggiungi nuovi canali URL" Nel campo di testo URL, immetti diggita.it o l'URL completo della notizia pubblicata, fai clic su aggiungi nuovo canale.


Il nuovo canale URL inizierà a monitorare i dati quasi immediatamente.


http://www.diggita.it/adsense.php

mercoledì 17 giugno 2009

La Nave delle Spose - saggio spettacolo (Catania)



13Viole Cantastorie al Girinvalle - 21/06/2009

Con la presente mi permetto di inviare comunicato stampa relativo le nuove attività dell'Associazione Culturale 13Viole, con preghiera di diffusione.

Ringraziandovi per l'attenzione porgo i miei più cordiali saluti e resto a disposizione per ulteriori informazioni,
Pamela B.
Ufficio Stampa 13Viole

Fate, folletti e un Cantastorie!

Domenica 21 giugno 13Viole al Girinvalle 2009 con le sue Fiabe

Vi invitiamo domenica 21 giugno a scendere con noi in Valle per ascoltare le nostre storie insieme ai vostri bambini. Fiabe che parlano di sfide, scommesse, pentimenti ed errori, ognuna delle quali regala una piccola morale, per dare, e a volte ridare, ai bambini il tempo delle Fiabe, che troppo spesso oggi si perde, rubato dalla tv, dai videogiochi e da un mondo che non ha tempo per questi racconti.

Titolo: Letture da IL MONDO DI MEZZO
Sottotitolo: Ovvero il tempo delle fiabe

Con: Fabio Groppo
Drammaturgia di Pamela Boiocchi e Alberto Menoncin

Durata: 50 minuti circa
Lettura scenica


sabato 13 giugno 2009

Un Grazioso Via Vai (recensione)

TEATRO PETROLINI
dall'11 al 14 giugno 2009
Associazione Culturale“La bottega del Proto Pittore”
presenta

Un Grazioso via vai
di Marco Tassara

Regia di Rosario Autiero e Sandro Ficarelli

con
Rosario Autiero
Sandro Ficarelli
Giorgia Guerra
Alessandra Gatti
Stefania Travagli
Simona Bertolotti
Valentina Popoli
Ione Pagliaro
Margherita Scotto Di Minico
Daniele Trombetti
Massimo Longo




Fa piacere scoprire, in fine di stagione, al Teatro Petrolini, una commedia leggera e brillante come "Un Grazioso via vai" proposta dalla compagnia "La Bottega del Proto Pittore", un ensemble di giovani attori che uniscono l'entusiasmo al talento offrendo al pubblico una performance piacevole e divertente.
Ispirato probabilmente ad un film americano della metà degli anni '60, "Un Grazioso Via Vai" di Marco Tassara, narra i funambolici intrighi amorosi di Roberto, intraprendente ragazzo partenopeo mantenuto da una ricca zia il quale, fingendosi scrittore, si destreggia fra tre fidanzate, la tedesca Brigitte, la francese Chantal e l'inglese Peggy, hostess di tre diverse compagnie aeree. Nell'appartamento di Roberto, in una girandola di cambi di foto, soprammobili e quadri, le tre ragazze si avvicendano ognuna all'insaputa dell'altra in un cronometrico gioco ad incastro diretto abilmente dalla segretaria-factotum Cristina. A completare il quadro intervengono gli originali vicini di casa: Anacleto, single disperato in cerca dell'anima gemella e la burrosa ed intraprendente Cesira, moglie trascurata del truce e gelosissimo Achille.
Tutto fila liscio fino a quando, per un imprevista serie di circostanze, nella vita di Roberto entra Paola, anch'essa hostess, questa volta italiana, che Anacleto ha conosciuto su internet. Ne scaturirà una girandola di spassosi equivoci e situazioni al limite del paradossale che metteranno in crisi il delicato meccanismo della vita amorosa di Roberto.
Dinamica e divertente, questa pièce ha tutti i gustosi aspetti e le caratterizzazioni tipiche della pochade francese, con i suoi ritmi frizzanti e coinvolgenti.
Bravi gli interpreti tra i quali spiccano per simpatia e bravura Margherita Scotto Di Minico nella parte di Cesira, Alessandra Gatti in quella di Brigitte, la teutonica hostess maniaca della pulizia e poi Sandro Ficarelli -brillantissimo- e Rosario Autiero rispettivamente nella parte di Anacleto e di Roberto che, in quest'occasione, firmano anche il loro riuscito esordio come registi.
In conclusione, uno spettacolo grazioso di nome e di fatto, che sa divertire con semplicità, una buona occasione per passare allegramente una bella serata a teatro.
(Ilda Ippoliti)




Teatro Petrolini
Via Rubattino, 5
Roma (Testaccio)
www.teatropetrolini.com
tel. 065757488

venerdì 12 giugno 2009

UN NASO ROSSO PER GIOCARE


UN NASO ROSSO PER GIOCARE…

Seminario di teatro creativo sul clown

Seminario di espressione teatrale,improvvisazione e movimento creativo per elaborare e condurre percorsi di teatro creativo con i bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria

Condotto da Helga Dentale e Fabio Filippi, GirasoliTeatro, Ass.Cult. Allegramente.

Percorso Formativo
Dalla ricerca del proprio clown all'elaborazione di un percorso-base da proporre ai bambini
Il seminario vuole essere un percorso creativo ed espressivo per permettere ai corsisti di "lavorare su se stessi" cercando il proprio clown, ovvero la propria istintiva e naturale potenzialità comica, giocosa, ironica. Dopo questa prima fase verranno proposti ai corsisti tematiche, giochi teatrali e di movimento, percorsi creativi da proporre ai bambini sul tema del clown e del circo. Verranno in questo modo strutturati due percorsi-base che potranno anche costituire una sorta di lezione spettacolo per la scuola dell'infanzia e per la scuola primaria.

Il lavoro sul clown si presta perfettamente ad essere sviluppato con i bambini della scuola dell'infanzia e con i bambini del primo ciclo della scuola primaria ed è un percorso stimolante, creativo, divertente.

Le tematiche proposte nel seminario sono:

- La ricerca del nostro clown:giochi, improvvisazioni, lavoro sul personaggio
- Introduzione del personaggio clown ai bambini
- Percorsi creativi sul clown: giochi, fiabe, scene teatrali
- Strutturare una lezione spettacolo sul tema del clown

Struttura del laboratorio: 2 incontri da 3 ore ciascuno

Quando e dove: sabato 27 e domenica 28 giugno dalle 16.30 alle 19.30
Presso sede di via Orvieto 2 Roma

Il seminario è a numero chiuso, per partecipare è obbligatoria la prenotazione


Per info e contatti:
www.girasoliteatro.com

giovedì 11 giugno 2009

UN DO DI CUORE PER UN DO DI PETTO

L’Associazione Nazionale per la Tutela della Vista sceglie Catania per la sua annuale serata di solidarietà di Lirica e Poesia con il giovane tenore palermitano Alberto Profeta

Sarà il senso della vista, esaltato tramite arie liriche e poesie, il grande protagonista della serata annuale di beneficienza organizzata e promossa dall’ Associazione Nazionale per la Tutela della Vista, in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania, lunedì 29 giugno 2009 alle ore 21.00.

“Un Do di Cuore per un Do di Petto” questo il titolo dello spettacolo che vedrà protagonista Alberto Profeta, giovane tenore palermitano, che canterà arie tratte principalmente dal repertorio pucciniano. Per gli estimatori di Puccini e per tutti coloro che amano la musica, “Un do di cuore per un do di petto” rappresenta una vera occasione per trascorrere una bella serata. Tramite un piccolo gesto di solidarietà, rappresentato dall’acquisto del biglietto, si può realizzare concretamente il sostegno di una nobile causa. Protagonisti saranno la magia della poesia e le opere di Puccini magistralmente interpretate da una grande promessa della lirica italiana “dalla voce armoniosa e dalla presenza scenica possente” in cui ha creduto con fermezza anche il Maestro Pavarotti, che, ascoltando la sua voce, gli disse: “Ragazzo tu farai strada.”. Il giovane tenore sarà accompagnato dall’Orchestra Filarmonica del Mediterraneo, diretta dal Maestro Michele De Luca, con la partecipazione speciale del soprano Jasmina Radanovic. Presenterà l’evento il critico d’arte Marilisa Spironello. I biglietti, in vendita al costo di 15,00 euro, si possono trovare presso i botteghini del circuito Teatro Stabile di Catania, presso la sede dell’A.N.T.V. di Viale Vittorio Veneto 50 e presso Ikiya Beauty Palce di via Messina 251.

Il ricavato della serata verrà devoluto all’A.N.T.V. - Associazione Nazionale per la Tutela della Vista, a sostegno degli importanti progetti in corso. L’ A.N.T.V. è un Ente Morale riconosciuto con D. M. 24 giugno 1996. L’associazione, fondata dal Dott. Nino Carapezza, da oltre 25 anni svolge senza scopo di lucro un servizio di solidarietà sociale e di assistenza sanitaria, relativamente alla salute della persona, con prevalente riferimento alla tutela della vista ed alla prevenzione delle malattie oculari. “I proventi della serata – dice il presidente Carapezza - costituiranno un prezioso contributo per l’acquisto di macchinari scientifici all’avanguardia che permettano di implementare le visite ambulatoriali gratuite presso le sedi dell’associazione. La nostra associazione opera a Roma, Palermo e Catania e garantisce agli oltre 25.000 soci, prestazioni sanitarie gratuite ed esami specialistici a tariffe agevolate, sia presso le proprie sedi sia presso strutture sanitarie convenzionate. Conosco la generosità dei catanesi – conclude Carapezza- e fin da ora li ringrazio per il loro contributo”.

Ufficio Stampa A.N.T.V.

Nino Carapezza

Presidente A.N.T.V.

Mobile: 335.456766

Mail: catania@antv.it

Girasoliteatro: DON CHISCIOTTE

Don Chisciotte.Il viaggio. Di Helga Dentale

Il viaggio di Chisciotte, come il viaggio di ogni idealista: cercare, scoprire, inseguire un sogno. Noi, come Chisciotte camminiamo nel mondo, camminiamo dentro noi stessi, lasciando le nostre impronte. I temi del viaggio, dei sogni, degli ideali si intrecciano con le vicende surreali e grottesche di Don Chisciotte trascinando lo spettatore in più storie, realtà diverse, invenzioni letterarie, frammenti di vite vissute. Sospesi tra passato e presente, fra romanzo e realtà, fra riflessione e risata, lo spettatore è invitato a compiere un viaggio.

Regia: Fabio Filippi

13 -14 giugno 09
Kollatino Underground

Via G. Sorel 10 ore 21.00
ingresso 8 euro

info 339/5955730

http://www.girasoliteatro.com/


--

GirasoliTeatro girasoliamoci@tiscali.it

mercoledì 10 giugno 2009

Piccolo Teatro. “Ferrovia soprelevata” di Buzzati musicata da Luciano Chailly


PICCOLO TEATRO. IN SCENA LA "FERROVIA SOPRELEVATA" DI BUZZATI MUSICATA DA LUCIANO CHAILLY

Milano, 10 giugno 2009 – Domani, giovedì 11 e venerdì 12 giugno, alle 21.00, al Piccolo Teatro Studio andrà in scena la prima rappresentazione assoluta della versione originale di "Ferrovia soprelevata", il racconto musicale in sei episodi di Dino Buzzati con musiche di Luciano Chailly.

La produzione è stata realizzata con il patrocinio e il contributo dell'Assessorato al Turismo, Marketing territoriale e Identità del Comune, in collaborazione con l'associazione Res Musica e con il sostegno di Regione Lombardia e di numerosi altri enti. Angelo Rusconi, produttore e direttore artistico dell'evento, ha avuto accesso ai materiali originali dei due autori grazie alla collaborazione delle famiglie Buzzati e Chailly.

"Grazie a questa manifestazione – ha detto l'assessore Massimiliano Orsatti -, oggi ritroviamo lo spirito e il genio creativo di due grandi milanesi d'adozione i quali, sia pur con linguaggi differenti, hanno saputo raccontare e descrivere al meglio e in maniera universale lo spirito del tempo in cui si possono ritrovare le evoluzioni della loro e della nostra città, Milano". "Queste due serate – ha aggiunto Orsatti - non rappresentano solo l'omaggio al grande lascito culturale e umano di due maestri come Buzzati e Chailly, ma l'impegno dell'Amministrazione a mantenere vivo il fervore intellettuale meneghino al fine di affermare sempre più Milano tra le grandi capitali della musica e della cultura a livello internazionale".

Lo spettacolo del Piccolo inaugura l' Art&Music Festival 2009 che prevede una serie di appuntamenti a Milano e in altre città lombarde.

Nell'opera di Buzzati la parte dello speaker è stata affidata a un interprete "anomalo": il famoso rapper Frankie Hi Nrg, mentre gli attori principali sono artisti familiari alle produzioni del Piccolo: Giorgia Senesi, Pierluigi Corallo, Giorgio Ginex, Sergio Leone. La regia è affidata a Lisa Nava mentre l'Orchestra Milano Classica è diretta da Gianluca Capuano. La danzatrice iraniana Deniz Azhar Azari, il soprano Mya Fracassini e il baritono Davide Rocca completano il cast, che prevede anche mimi, un coro misto (Rhaudenses Cantores diretti da Giovanni Scomparin) e uno di voci bianche (Piccoli Cantori delle Colline di Brianza diretti da Floranna Spreafico). Scenografia di Roberta Pagani e costumi di Margherita Maltese.

Si tratta della prima rappresentazione assoluta del testo originale, al quale, in occasione dell'unica rappresentazione del 1955, la commissione di censura aveva imposto radicali modifiche; l'intero quinto episodio, che rappresenta un esorcismo praticato da un vescovo, dovette essere completamente riscritto e trasformato in una seduta psicanalitica, provocando una dicotomia fra il testo nuovo e la musica scritta per quello precedente. La versione originale è stata ripristinata sulla base dei manoscritti autografi e l'opera andrà pertanto in scena per la prima volta come la vollero gli autori.

Così Buzzati ha riassunto la fantasiosa vicenda: "Un diavolo, spedito in missione sulla terra col nome di Max per condurre a perdizione le anime, si innamora proprio della ragazza ch'egli è riuscito a rovinare, di nome Laura. Da qui la sua conversione; affronta la pericolosa incognita di un elettroshock che non si può prevedere quale risultato dia, e che infatti lo trasforma in cane. Ciò non gli impedisce di riscattare la sua natura demoniaca con un gesto eroico e disperato insieme, buttandosi sotto al treno dei diavoli che portano Laura all'inferno. E lo fa deragliare. Così la storia si conclude per Max in un ipotetico paradiso, con la soddisfazione di tutti, tranne che di Belzebù, e con un gioioso alleluja".


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 8 giugno 2009

FONDERIA DELLE ARTI - GIUGNO IN FONDERIA"


Invito alla Stampa

Fonderia delle Arti

presenta

GIUGNO IN FONDERIA

Fonderia delle Arti - via Assisi, 31 Roma

(Roma – 08/06/2009) - La chiusura dell'anno accademico è arrivata anche per i corsi della Fonderia delle Arti, la scuola di Musica, Teatro e Musical diretta da Maurizio Boco e Giampiero Ingrassia, e giunta ormai al terzo anno di attività. Dopo un anno passato a studiare tra passi di danza, copioni teatrali e spartiti musicali, il mese di giugno sarà dedicato ai saggi degli allievi che proporranno il frutto delle loro fatiche. Grazie alla crescente affermazione della Fonderia nel panorama culturale romano, quest'anno le rappresentazioni andranno in scena non solo negli spazi innovativi di via Assisi, ma anche a Villa Celimontana, nell'ambito della manifestazione "W il Musical!", una settimana dedicata a uno dei generi teatrali più amati dal pubblico, con la direzione artistica della Fonderia delle Arti.

Questi gli appuntamenti:

- 20 giugno: saggio degli allievi del Laboratorio Teatrale per Ragazzi. Fonderia delle Arti, ore 10,30

"Anni '40 la gallina canta!" da testi di Achille Campanile. Saggio degli allievi del corso professionale di Teatro e Musical diretti da Giampiero Ingrassia. Villa Celimontana, ore 22,15.

- 22-24 giugno: "Anatol" di Arthur Schnitzler, saggio degli allievi del Corso di Teatro e Musical non professionale, regia di Mauro Mandolini. Ingresso €10,00 + €2,00 di tessera associativa. Fonderia delle Arti, ore 20,30.

- 25 giugno: saggio degli allievi della Scuola Professionale di Musica della Fonderia delle Arti, diretti dai maestri Enrico Bracco, Marco Acquarelli, Mats Hedberg, Giovanni Di Caprio, Gianluca Verrengia. Fonderia delle Arti, ore 20,30.

- 27-30 giugno: "Oedipus on the top" spettacolo teatrale nato da un progetto di Duccio Camerini e organizzato da Maurizio Boco. Regia di Duccio Camerini, musiche di Fabrizio Sciannameo. Manifestazione realizzata con il sostegno del Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione. Fonderia delle Arti, ore 21,00.

Info:

Per ogni spettacolo è obbligatoria la prenotazione ai numeri 06 7842112 - 334 9182821.

Per gli spettacoli che si svolgono alla Fonderia delle Arti è obbligatoria la tessera associativa che ha un costo di 2€.

L'ingresso è gratuito tranne dove indicato.

Ufficio Stampa

Emilio Sturla Furnò – +39 338 9064482 - emyesse@yahoo.it

Maria Luisa Catalano - +39 06 7842112 - ufficiostampa@fonderiadellearti.com

venerdì 5 giugno 2009

CompagniadiProteo: DreamFastNet. Milano, 5-6 giugno

L'associazione teatrale Compagnia della Notte presenta

"Dreamfastnet"

venerdì e sabato 5 e 6 giugno ore 20.45, Sala Ariberto, Milano

Può l'arte sopravvivere nella società contemporanea, in cui la realtà supera spesso ogni più fervida immaginazione? L'associazione teatrale amatoriale Compagnia della Notte, con sede a Lugano, indaga la questione con lo spettacolo "Dreamfastnet", scritto e diretto da Gianni Lamanna, in scena il 5 e 6 giugno 2009, ore 20.45, alla Sala Ariberto di Milano.

Dreamfastnet rielabora temi di attualità con un linguaggio scenico surreale: come in un sogno, diverse vicende si susseguono senza un'apparente coerenza, i personaggi si intrecciano e si trasformano, raccontando ironicamente, ma con un'arrendevolezza che a tratti diventa inquietante, i drammi quotidiani dell'inizio del ventunesimo secolo.

I personaggi fanno i conti con un mondo cinico e spesso brutale, lottando giorno dopo giorno per la sopravvivenza fisica e per quella dei loro sogni e delle loro aspirazioni. Le loro storie si intrecciano su uno sfondo comune fatto di ingiustizie e prevaricazioni, dove chi ha torto prevale sul giusto e chi è capace e meritevole soccombe ai ricchi e ai potenti.

Un giovane attore, pieno di buona volontà, è vittima delle invidie e delle ipocrisie del mondo dello spettacolo e, nonostante il suo innegabile talento, non riesce a farsi strada. Finisce così per accettare lavori sempre più umili, percorrendo in discesa la scala sociale fino a diventare un mendicante. Una sorte inversa tocca ad un'aspirante ballerina e a una cantante dalla splendida voce che si scontrano con l'impossibilità di affermarsi e sono costrette a condurre una vita di sacrifici, tra lavori sottopagati, contratti a termine e affitti alle stelle. Ancora più ingrata la vita di Donna Silvia, giovane donna incinta che, dopo essersi giocata tutto al lotto, tira avanti tra mille affanni con il misero stipendio di un marito sottopagato.
Dall'altro lato della barricata un regista affermato e sua moglie, morbosamente attaccati al successo e alle ricchezze, ciechi alle difficoltà e al dolore dei meno fortunati. La moglie, avvocato di successo, ha rinnegato a tal punto la propria umanità da essere rappresentata in scena con un manichino inanimato. L'incontro con Donna Silvia, tuttavia, cambierà le loro esistenze, conducendo il regista verso una tragica fine.

Fuori dall'intreccio e fuori dal tempo, compaiono a intervalli regolari un professore di astrofisica che mostra, sempre più stanco e malinconico, quanto tutti gli eventi umani siano collegati tra loro e con l'universo; un clown, simbolo dell'arte e di tutte le espressioni creative, che subisce il peso soffocante di un mondo sempre più cinico e materialista; infine un giullare, invisibile a tutti, che si rivolge direttamente al pubblico e commenta con sagacia, mescolando leggerezza e amaro realismo.

L'associazione teatrale Compagnia della Notte è costituita da otto attori dilettanti che, al termine di un percorso formativo, hanno deciso di realizzare un sogno comune fondando, nel luglio del 2007, un gruppo autonomo. Guidata dal regista e attore professionista milanese Gianni Lamanna, la compagnia mette in scena nuovi spettacoli a scadenza annuale, con l'obiettivo di diffondere la cultura teatrale nel territorio del Canton Ticino e con la speranza che la magia del teatro possa regalare emozioni a un pubblico sempre più vasto.
Scheda tecnica

"Dreamfastnet"

Scritto e diretto da: Gianni Lamanna

Personaggi e interpreti:

Il regista Gianni Lamanna

Il clown Luca Campanile

Il giullare Vincenzo Moccia

Il professore Roberto Roncoroni

Donna Silvia Isabella Lenzo Massei

Il pubblico ministero Sabina Castellazzi

La cantante Patrizia Nalbach

La ballerina Jale Cavusoglu

L'aspirante attore Alessandro Collovà

Il viaggiatore Francis Cereghetti

Il rapper Domenico Genne

Scene: Alessia Bernasconi

Luci e sonorizzazione: Luca Panzeri



----------
Da: Compagnia di Proteo <compagniadiproteo@hotmail.com>

giovedì 4 giugno 2009

CORSI COMICITA’ 3° MASTER NAZIONALE COMICITA’ 18-21 GIUGNO-ACCADEMIA COMICO ROMA

3° Master Nazionale Comicità
18-19-20-21 Giugno
Accademia Comico Roma

4 Giorni Full Immersion
per lavorare, crescere, centrare il proprio stile, avvicinarsi al linguaggio comico

docenti
Max & Francesco Morini-direttori Accademia del Comico Roma;
Rino Cerritelli e Matteo Andreone-direttori Accademia del Comico Torino e Milano
Claudio Napoleone-autore teatro, cabaret, radio e tv
Ugo Luly e Maurizio Favi-docenti Clown, Slapstick e Comicità Non Verbale
Guglielmo Bartoli-docente Improvvisazione e Commedia dell’ Arte
Peter Ercolano-partner di Jango Edwards;

Incontri con i Comici: Greg ( 610 RadioRai2, Parla con me, Le Iene ), Virginia Raffaele ( Mai dire Grande Fratello ), Dado ( Zelig, Maurizio Costanzo Show ), Daniele Ceva ( Colorado, Central Station )
altri interventi in via di definizione

4 giorni “full immersion” con i docenti delle tre sedi dell’ Accademia del Comico ( Roma, Torino e Milano ) e di alcuni dei più importanti protagonisti della nostra scena comica per lavorare, crescere, centrare il proprio stile e, per chi viene da altre esperienze performative, avvicinarsi per la prima volta al mondo della Comicità. Un percorso didattico completo attraverso il Linguaggio Comico ( ideazione, scrittura, messa in scena, rapporto con il pubblico ), le sue forme espressive ( monologo, personaggio, parodia, coppia, comicità di situazione ) e le tecniche formative di base ( gestione psico-emozionale, mimo, clown, improvvisazione ) per andare in scena e “fare” Comicità in maniera sempre più ricca, creativa e consapevole.

Sabato 20 Giugno spettacolo collettivo in uno spazio dell’ Estate Romana;
attestato di partecipazione Master;
possibilità di partecipazione a solo 1, 2 o 3 giornate tematiche come Workshop Intensivo;
convenzioni vitto e alloggio.

massimo 20 posti
per il programma completo e info
Accademia del Comico Roma
infoline 3471222239
www.morinibros.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *