CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

domenica 31 maggio 2015

Roma Fringe Festival 2015: gli spettacoli in scena dal 31 maggio al 6 giugno nei giardini di Castel Sant'Angelo


Evento gratuito: sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in Il Pellegrino, di Pierpaolo Palladino
Dopo la serata d'apertura che ha visto sul palco gli Artisti 7607 con Claudio Santamaria, Paola Minaccioni, Cinzia Mascoli, Mimosa Campironi, Alberto Molinari, North Sentinel, Pier Cortese, Roberta Carrese e molti altri ospiti...il Roma Fringe Festival 2015 nei giardini di Castel Sant'Angelo dà il via alla programmazione ufficiale con i primi 16 spettacoli in scena dal 31 maggio al 5 giugno. Evento gratuito, sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in Il Pellegrino di Pierpaolo Palladino.
Spettacoli in scena Roma Fringe Festival dal 31 maggio al 6 giugno
Gli ebrei sono matti
31 maggio h. 22,00 – 2 giugno h. 20,30 – 4 giugno h. 23,30

Durante il ventennio fascista, Enrico viene ricoverato in un manicomio vicino Torino. Un matto vero fascista e un matto falso ebreo raccontano la tragedia delle leggi razziali attraverso la comicità della situazione.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/gli-ebrei-sono-matti/
Monsieur David: A piedi non inquino
1 giugno ore 20.30 – 2 giugno ore 23.30 – 4 giugno ore 22.00
In uno spazio apparentemente nero si affacciano loro: personaggi che all'apparenza sembrano arrivare da un altro pianeta, ma più ci  si avvicina, più ci rendiamo conto che sono i piedi di Monsieur David (per un attimo sospeso nel mondo della fantasia) che rubano la scena alla testa ormai satura di vizi, per regalare spensieratezza,
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/monsieur-david-a-piedi-non-inquino-2/
Antiglobal Odissea
31 maggio ore 22.00 – 03 giugno ore 20.30 – 04 giugno ore 23.30 / Palco A
Antiglobal Odissea è il viaggio, fisico e interiore, che ognuno di noi deve compiere per ritrovarsi, respirare insieme e prendere in mano il proprio futuro. Quali sono i desideri inascoltati in questi anni globali?
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/antiglobal-odissea/
Come d'autunno
3 giugno h. 23,30 – 4 giugno h. 20,30 – 5 giugno h. 22,00
In occasione del centenario dello scoppio della Grande  Guerra, la storia prende spunto da un episodio storico: la scelta del Milite ignoto.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/come-dautunno/
Scompaio
31 maggio h. 20,30 – 1 giugno h. 23,30 – 2 giugno h. 22,00 – Palco A
Cosa possono avere in comune una barbona e una ricca borghese? Forse nulla, forse pezzi di vita che si è scelto di mettere da parte. Due mondi a confronto, due realtà talmente vere da sembrare irreali...
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/scompaio/
Vaghe donne
31 maggio 22.00 – 3 giugno 23.30 – 5 giugno 20.30
Dopo il successo del progetto teatrale "ComeRisolvereInDueProblemiCheDaSoliNonAvreste", Velia Viti e Maria Antonia Fama, con Maurizio Minnucci alla chitarra, tornano in scena con "Vaghe Donne-L'Amore ai tempi della Peste", una rilettura all'insegna della sfera femminile del Decameron di Boccaccio.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/vaghe-donne-3/
Rosadilicata
2 giugno ore 20.30 – 4 giugno ore 23.30 – 5 giugno ore 22.00
la storia della cantante Rosa Balistreri (1927 -1990), in una serie di quadri in cui all'azione scenica si uniscono la voce e la chitarra dell'attrice, siciliana di nascita, e i suoni del polistrumentista Roberto Mazzoli. La vita della Balistreri – a 25 anni dalla morte – diventa così esempio di emancipazione, lotta per la sopravvivenza, per l'autodeterminazione
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/rosadilicata-3/
Senza Incrociazioni
31 maggio ore 23.30 – 1 giugno ore 22.00 – 4 giugno ore 20.30
 
Elegante commedia, esilarante ma in fondo pungente e un po' amara, giocata sul brillante contrasto tra due amici, diversi in tutto e uniti da profonda amicizia e dal comune disistimato e scaramanticamente canzonato mestiere: due "becchini", che intercalano il loro lavoro con riflessioni e battute di limpida e mai banale ironia sull'alternarsi della Morte e della Vita.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/senza-incrociazioni-3/
Drug Queen
2 giugno ore 22.00 – 3 giugno ore 20.30 – 5 giugno ore 23.30
È il racconto spietato del potere che la droga esercita sulle persone, duello senza tempo; una fiaba nera in grado di risucchiare lo spettatore in un vortice di esaltazione e dannazione.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/drug-queen-3/
Ammazzali
31 maggio ore 23.30 – 01 giugno ore 22.00 – 03 giugno ore 20.30 Palco C
In forma quasi psicodrammatica, con chiaro riferimento al teatro dell'assurdo, assumono i ruoli degli assassini, delle vittime, dei vicini curiosi, della polizia che indaga, dei funzionari del processo, a cui intervengono, in qualità di testimoni, gli stessi genitori uccisi.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/ammazzali-3/
Cara Utopia
31 maggio h. 20,30 – 2 giugno 23,30 – 4 giugno h. 22,00 / Palco C
La grande utopia di Pasqualina Losacco. Una storia di fede e...cucina!
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/cara-utopia/
Giardino
1 giugno h. 20,30 – 3 giugno h. 23,30 – 5 giugno h. 22,00
 
Un circolo perfetto di incesto e violenza che tocca tutti i personaggi di una famiglia reale impegnati a fare qualsiasi cosa pur di non annegare nell'angoscia e nella noia della loro vuota esistenza
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/giardino/
Miasmi
1 giugno h. 23,30 – 3 giugno h. 22,00 – 5 giugno h. 20,30
La
storia di un omicidio. Salamè è una bambina molto problematica: i suoi compagni di classe la prendono in giro quotidianamente, in modo cattivo e verbalmente violento. La maestra non si accorge di nulla. La madre non è in grado di aiutarla. Il padre non si esprime.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/miasmi/
S'ignora
2 giugno h. 22,00 – 4 giugno h. 20,30 – 5 giugno h. 23,30
 
Una donna, alla soglia dei quarant'anni, riflette tra sé  in un flusso di pensiero che trova la propria coscienza nella forza centripeta di una personalità fermamente intenzionata a esistere e non a resistere.
http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/signora/
Il Pasto degli schiavi: incontro tra prosa e danza. Un potente decaduto si ritira in una gabbia dorata, portando con sé le sue più fedeli schiave per continuare a celebrare gli antichi fasti: la Cagna, la Scimmia, il Serpente e la Colomba. Amanti, infermiere, badanti, madri che condividono con lui i suoi ultimi giorni. Ognuna a suo modo, partecipa al banchetto, arraffa le briciole, condivide i giochi del Capo, si concede, lo cura.
 http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/il-pasto-degli-schiavi/
Buonanotte Tesoro 1 giugno ore 22.00 – 2 giugno ore 23.30 – 5 giugno 20.30
Commedia melodrammatica di Susanna Gentili, regia di Danilo Zuliani, che racconta la storia di tre coppie contemporanee in crisi: incomprensioni, compromessi e ripicche si intersecano sotto gli occhi vigili di un Giudice della Sezione "Divorzi", appollaiato su una sedia 

 http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/buonanotte-tesoro/

Evento gratuito: sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in Il Pellegrino, di Pierpaolo Palladino.

Nella cornice di Castel Sant'Angelo una storia risorgimentale: la Roma di fine Ottocento descritta attraverso i pensieri e gli incontri di Ninetto, vetturino di un alto prelato reazionario, il Monsignor Caracciolo, il quale lo incarica di scortare il giovane Conte Enrico, suo nipote, ricercato dalla polizia austriaca.


MAIDEN. Grottammare, Teatro dell'Arancio. Venerdì 5 giugno alle ore 21


Grottammare_Teatro dell'Arancio
venerdì 5 giugno_ore 21
Divano Occidentale Orientale / Teatro Popular Melico Salazar
Ministerio de Cultura y Juventud / FIA - Festival Internacional de las Artes (Costa Rica)
Nordisk Teaterlaboratorium (Danimarca)

MAIDEN
drammaturgia e regia Giuseppe L. Bonifati
traduzione Zingonia Zingone
con Alberto Martinez Guinaldo, Maria Laila Fernandez [Premio Hystrio alla Vocazione 2014]

***** Student's Jury Award – Puppet is A Human Too Festival 2012 (Varsavia, Polonia)
*****Menzione Speciale Premio"Teresa Pomodoro" 2013 (Milano)(Giuria: Eugenio Barba, Lev Dodin, Frédéric Flamand, Jonathan Mills, Lluís Pasqual, Luca Ronconi)



In un paese, il Costa Rica, senza esercito da più di cinquant'anni, Greta ha un sogno che custodisce gelosamente come la sua verginità: diventare un soldato-donna. Compie allora un tentativo disperato e segreto: essere integrata nel corpo della "Guardia Civil"; apparentemente trova ascolto e comprensione da parte del capo della polizia, Ramòn. Questo invece si rivela un corrotto.

La sua è solo un'orgia di parole e desideri sessuali che travolgono la giovane, la quale, credendo in un interesse vero da parte dell'uomo, confida in lui. Ramòn invece la prende con la forza, come in un sacrificio rituale. Sono proprio quelle radici di "un passato felice che ha prodotto persone infelici" a portare verso la fine Greta, schiacciata dalla memoria di un tempo perduto e sincero.

Questa conclusione assume però genialmente i caratteri di una rivoluzione. La rivoluzione del Diverso, ultima incarnazione possibile per resistere, inutilmente, alla barbarie che avanza. Greta riscatta così il suo sogno di soldato e senza rimpianti saluta se stessa e ogni perdita, seppure con una profonda pena al cuore.

Fasano Jazz 2015: arrivano i Caravan!



Lunedì 1 giugno l'unica data al Centrosud della celebre band di Canterbury, unica nella fusione di rock, jazz e folk. Mercoledì 3 blues night con Bastiano & WMEnsemble e Red Phoenix Blues
Fasano Jazz 2015: arrivano i Caravan!


Il Comune di Fasano (BR)
Assessorato alle Attività Culturali
è orgoglioso di presentare:

FASANO JAZZ 2015
XVIII EDIZIONE

Lunedì 1 giugno 2015 
ore 21.00
Teatro Kennedy   
via G. Pepe 23
Fasano (BR)

CARAVAN

Pye Hastings lead vocal & guitar
Geoffrey Richardson violin, guitar, spoons etc
Jan Schelhaas keyboards
Jim Leverton bass
Mark Walker drums


Euro 10,00

Lunedì 1 giugno, ore 21.00, Teatro Kennedy. La data più attesa del Fasano Jazz 2015, oltre che uno degli eventi di punta della programmazione estiva del 2015, è il concerto dei Caravan! L'arrivo della leggendaria band inglese, sempre in tour da anni, completa un lungo percorso di gemellaggio che Fasano celebra ogni anno coinvolgendo le formazioni storiche di Canterbury. Le varie incarnazioni dei Soft Machine, Hatfield and The North, Richard Sinclair, Jimmy Hastings e i Gong del compianto Daevid Allen (al quale l'edizione 2015 del Festival è dedicata) sono alcuni dei nomi di Canterbury che hanno partecipato con successo al festival, ma mancavano all'appello i fondamentali Caravan. Inarrestabili dal 1968, emblematici in quell'abbraccio tra jazz e rock tipico del Canterbury Sound e tanto amato a Fasano, si esibiranno nella formazione del 2015, priva del compianto batterista Richard Coughlan ma capitanata come sempre dal carismatico Pye Hastings e dal violinista Geoffrey Richardson. Non mancherà nel loro live il celebre In The Land Of Grey And Pink, capolavoro del 1971 e considerato tra i massimi esempi di progressive-rock.
L'edizione 2015 conferma le scelte appassionate della direzione artistica di Domenico De Mola (Ufficio Attività Culturali del Comune di Fasano): musica di qualità, ingressi gratuiti e prezzi popolari, location affascinanti. Quest'anno oltre al sito www.fasanojazz.it, il festival si avvale della App per Android 'FasanoJazz': una applicazione gratuita, creata con gli studenti dell'IISS Salvemini di Fasano e reperibile su Play Store di Google, con informazioni, immagini e un simpatico giochino per appassionati. Anche il blues non manca: mercoledì 3 sarà la volta del doppio set di Bastiano & WMEnsemble e Red Phoenix Blues, il gruppo dell'asso Giacomo Caliolo (già chitarra di Francesco De Gregori, Rondò Veneziano, Struttura & Forma). Venerdì 12 arriva uno dei musicisti più emblematici del nuovo prog-rock italiano: Fabio Zuffanti. Attivo con diverse formazioni dalla metà degli anni '90 ad oggi (Finisterre, Hostsonaten, Maschera di Cera, Aries etc.), il bassista genovese è considerato tra i principali artefici del progressive contemporaneo e il suo ultimo disco La quarta vittima (2014) ha riscosso significativi responsi, come il libro che ha sollevato polveroni tra gli addetti ai lavori, il controverso "pamphlet ribelle" O casta musica (2012). Nella ZBand compare anche Martin Grice, glorioso sassofonista dei Delirium dal 1972. 

Ultima serata completamente dedicata a Frank Zappa con uno dei musicisti più legati al Fasano Jazz, ovvero Roberto Gatto. Il popolare batterista romano, tra i più autorevoli e conosciuti uomini jazz al mondo, sarà lo special guest dei Quintorigo martedì 16 giugno, per un concerto speciale incentrato sulla musica di Frank Zappa. Se Gatto è alla sua settima partecipazione, i Quintorigo debuttano a Fasano: sarà l'occasione giusta per vedere in azione uno dei gruppi più amati nel panorama italiano dell'ultimo ventennio, reduce dal successo dell'ultimo lavoro Quintorigo Experience (2013) e raramente accompagnato da una batteria. Fasano Jazz prosegue imperterrito come manifestazione sui generis per la lettura data al jazz, per le proposte che attirano diversi segmenti di pubblico, per l'attenzione alla varietà, al talento e alla qualità. Fasano Jazz non è solo ottima musica con grandi maestri e giovani interpreti ma anche un'opportunità per conoscere la bellissima città pugliese, ricca di tradizione e arte.

Programma:

mercoledì 3 giugno 
Teatro Comunale Sociale  
ore 21 

ingresso libero

first set  
BASTIANO & WMEnsemble

Sebastiano Lillo  chitarra resofonica & slide
Vincenzo Gagliani  percussioni
Salvatore Ancora contrabbasso
Piero Errico batteria
second set   
RED PHOENIX BLUES

Sara Saccol  voce
Stefano Molinari  tastiere
Giacomo Caliolo chitarre
Antonello Palmas basso
Pino Di Stadio batteria

 ----------------------------------------------------------

venerdì 12 giugno
Teatro Comunale Sociale   
ore 21 

ingresso libero

FABIO ZUFFANTI & ZBAND

Fabio Zuffanti  basso, bass pedal, voce
Giovanni Pastorino tastiere
Martin Grice sassofono & flauto
Simone Amodeo chitarra
Paolo Tixi batteria

-------------------------------------------------------
martedì 16 giugno 
Teatro Kennedy    
ore 21 

Euro 5,00

QUINTORIGO & ROBERTO GATTO play FRANK ZAPPA

Moris Pradella voce
Valentino Bianchi sassofono
Andrea Costa violino
Gionata Costa violoncello
Stefano Ricci contrabbasso
Roberto Gatto batteria


Direzione artistica: 
Domenico De Mola
Mediapartners:
Italia In Jazz: www.italiainjazz.it 
Jazzitalia: www.jazzitalia.net 
MovimentiProg: www.movimentiprog.net 
Senzabarcode: www.senzabarcode.it 
Radio Senise Centrale: www.radiosenisecentrale.net 
Informazioni:
Tel. 080-4394123
Fasano Jazz:
www.fasanojazz.it 

sabato 30 maggio 2015

Cassano Festival, dal 17 giugno al 15 luglio 2015. Tra gli ospiti: PFM, ELIO con Roberto Prosseda, Gaetano CURRERI con i Solis String Quartet



CASSANO
FESTIVAL 2015

PARCO VILLA BORROMEO
Via Vittorio Veneto, 58 - 20062 Cassano d'Adda – Milano

APERTE LE VENDITE PER  LA NUOVA EDIZIONE DEL CASSANO FESTIVAL.
DAL 17 GIUGNO AL 15 LUGLIO LA VILLA BORROMEO RIAPRE IL SUO SUGGESTIVO PARCO PER CINQUE STRAORDINARI EVENTI.
IN EVIDENZA ANCHE GLI ARTISTI DEL TERRITORIO CON QUATTRO APPUNTAMENTI DENOMINATI “ANCHE NOI CASSANO FESTIVAL”


Dopo il grande successo di pubblico e critica dell’anteprima tenutasi nella splendida cornice del Parco di Villa Borromeo a Cassano D’Adda, torna il Cassano Festival 2015.

Nell’edizione scorsa ricordiamo i concerti di Angelo Branduardi, Nicola Piovani e l’opera rock The Wall impreziosita dalla partecipazione di alcuni ballerini del Teatro alla Scala.

Ricomincia così una nuova ed entusiasmante sfida anche quest’anno che vedrà ancora una volta insieme organizzazione e Amministrazione Comunale, un positivo coinvolgimento di più fronti che insieme hanno lavorato e lavorano per la piena riuscita di questa nuova edizione ma anche per dare lustro e vivacità culturale a questa zona che ospita una delle ville neoclassiche più belle del Nord-Italia, Villa Borromeo, dimora storica dichiarata monumento nazionale.

L’obiettivo, anche quest’anno, è di valorizzare le potenzialità culturali e artistiche della città attraverso un cartellone di spettacoli musicali e non, una grande opportunità anche per le realtà produttive della zona, un modo per portare notorietà e prestigio al territorio, un’occasione di crescita dell’offerta culturale locale destinata ai suoi abitanti ma anche ai turisti e ai visitatori che con Expo 2015 si trovano sul territorio lombardo.

Come da caratteristica del Festival, sarà data la possibilità ad artisti del territorio di esibirsi con la programmazione dell’“ANCHE NOI CASSANO FESTIVAL”, quattro spettacoli selezionati che sapranno arricchire le serate estive Cassanesi.

CASSANO
FESTIVAL 2015

La manifestazione si terrà presso il Parco
della Villa Borromeo di Cassano d’Adda dal 17 giugno al 15 luglio

APPUNTAMENTI IN CALENDARIO
mercoledì 17 Giugno
2 mondi & Vent Ensemble
I GIARDINI DI LUCIO
un tributo a Lucio Battisti al più grande artista di musica leggera italiana
e un omaggio alla colonna sonora della vita di molti di noi

lunedì 22 Giugno
La Fondazione Festival Pucciniano presenta:
L’Orchestra del Festival Puccini con i cantanti dell’Accademia
Fantasia Pucciniana, un insieme di  melodie, da Puccini alla tradizione popolare italiana.

mercoledì 1 Luglio
PFM Premiata Forneria Marconi
All The Best
Una carica di energia e di adrenalina allo stato puro, spaziando fra i più grandi successi della Rock Band italiana più famosa al mondo, la PFM

mercoledì 8 Luglio
 "CANZONI DA CAMERA"
con Solis Quartet e Gaetano Curreri,
 Un viaggio nella vita musicale di Gaetano Curreri, esplorando i suoi maggiori successi con gli Stadio e le canzoni scritte per Lucio Dalla e Vasco Rossi

mercoledì 15 Luglio
LARGO AL FACTOTUM
da Mozart a Rossini, da Weill a Lombardi
 Un originale, suggestivo, divertente e raffinato viaggio nella storia della musica classica
Elio voce
Roberto Prosseda  pianoforte


CASSANO
FESTIVAL 2015

Info:
orario spettacoli – ore 21.30:
tel. + 39 391.4868088
tel. + 39 327.2906869
www.cassanofestival.com - Email: info@cassanofestival.com

Prevedita:
infoline: 391.4868088 – 327.2906869
www.bookingshop.it
www.vivaticket.it


Prezzi dei biglietti per la data del 17 giugno:
1° Settore € 28,00 + prevendita
2° Settore € 20,00 + prevendita
3° Settore € 15,00 + prevendita

Prezzi degli altri spettacoli:
1° Settore € 32,00 + prevendita
2° Settore € 25,00 + prevendita
3° Settore € 18,00 + prevendita

R-ESTARE PER RIDERE al Teatro L’Aura dal 11 giugno al 2 agosto 2015

RASSEGNA ESTIVA AL TEATRO L'AURA

Un rassegna di teatro brillante con otto spettacoli teatrali scelti per farvi compagnia e rinfrescarvi l'estate.
Una selezione da non perdere: 8 storie accattivanti giuste per combattere il calore estivo…beh per quello c'è anche l'aria climatizzata dalla nostra!
Dal giovedì al sabato ore 21.00 e domenica ore 18.30.

Primo spettacolo dall' 11 al  14 giugno"Marte Venere- dalla teoria alla pratica" di e con Claudio Gnomus. In scena le differenze tra uomini e donne.

A seguire "A piedi nudi nel web" di, con, su, per, fra, tra Rossella Serrato e Laura Monaco e con Fabrizio Stefan dal 18 al 21 giugno. Che può capitare se metti insieme una contessa decaduta, una scrittrice di romanzi sui vampiri e un giovane rampante? … un finale inaspettato…

Il mese di giugno si conclude con "Neanche se fosse l'ultimo struzzo sulla terra" dal 25 al 28, una commedia scritta da Domenico Marsico. Quattro personalità diverse sotto lo stesso tetto non possono di sicuro avere una vita banale: amori, litigi, concerti casalinghi e molto altro.

Luglio si inaugura con " Io sono te" di Andrea Bruno, dal 2 al 5 luglio. Una storia che parla d'amore, d'amicizia, d'invidia, di gelosia, di sogni, di libertà… il tutto vissuto nei pani di un'altra persona.

Quanto sono importanti le  "Istruzioni per l'uso" di una lavatrice? Ma le istruzioni per la vita dove possiamo leggerle? Proviamo a scoprirlo con la commedia frizzante di Ilaria Ceci e Chiara Bonome, dal 9 al 12 luglio.

Come è cambiata l'amore e l'amicizia con l'avvento di internet e Facebook?  Lo scopriremo dal 16 al 19 luglio con "Le Très Femme in www.in-comunicazione.love", testo e regia di Milena Migliore.

Dal 23 al 26 luglio ci dilettiamo con "C'è posta per 3" di M. Lapi e L. Colasanti, che mette in luce, tra le risate, la società di oggi e la paura di confrontarsi con se stessi e con gli altri.

La stagione si chiuderà con una commedia piena di vita: "Ex" di Aldo Nicolaj. Dopo il divorzio due donne ricominciano decidono di riprendere le redini del loro destino e riscoprono il bello della vita. In scena dal 30 luglio al 2 agosto.

Vi hanno incuriosito le nostre storie? Allora vi aspettiamo in vacanza qui da noi al Teatro L'Aura.
E per non farvi perdere neanche uno spettacolo, abbiamo creato per voi l'abbonamento estate 2015, con quale pagate 6 spettacolo  invece di 8 a 60€.


Teatro L'Aura
Vicolo di Pietra Papa, 64
Roma - zona Viale Marconi
Per informazioni e prenotazioni 0683777148
www.teatrolaura.com

CORSO POLONIA 13° Festival della Cultura Polacca a Roma

 CORSO POLONIA 2015

13° Festival della Cultura Polacca a Roma

8 – 22 giugno


Si svolgerà dall’ 8 al 22 giugno 2015 CORSO POLONIA 13. Festival della Cultura Polacca a Roma. Un evento unico - di grande impatto e rilevanza culturale - che prevede numerosi appuntamenti con i più rilevanti interpreti della scena artistica polacca eccezionalmente riuniti a Roma. Varie location ospiteranno concerti, spettacoli e proiezioni, che rendono ricco ed questo importante manifestazione.

Wroclaw pieno di cultura (Wroclaw pelen kultury), recita il claim della città polacca che sarà Capitale Europea della Cultura nel 2016, titolo condiviso con la spagnola Donostia-San Sebastián. E Roma sarà piena di Wrocław con un Corso Polonia interamente dedicato ai suoi illustri artisti ed autori di oggi e del passato. Saranno in scena: Agata Zubel e Joonas Ahonen nel concerto Dream Lake con le musiche di Witold Lutoslawski, Luciano Berio e Andrzej Czajkowski; la poesia di Tadeusz Rozewicz e il teatro di Jerzy Grotowski; gli spettacoli e i canti liturgici del Teatro ZAR; la musica elettronica del duo Skalpel e, per la Festa della Musica, il jazz di Adam Baldych e Pawel Kaczmarczyk. 

Con un focus sul teatro all’interno del Festival si festeggeranno i 250 anni del Teatro Pubblico in Polonia – una storia e un percorso culturale di inestimabile valore ed importanza per la Polonia, iniziati nel 1765 con il primo spettacolo pubblico di una compagnia teatrale nata per iniziativa del Re Stanislaw August Poniatowski e divenuta Teatro Nazionale attivo fino ai giorni nostri. 

Gli eventi del Festival si svolgeranno nella sede dell’Istituto Polacco, oltre che allo Spazio Europa gestito dall'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, alla Casa delle Letterature, al Monk, al Teatro India, alla Basilica di Santa Maria in Cosmedin e alla Casa del Jazz. Il Corso Polonia sarà presente anche agli appuntamenti di Roma con la cultura internazionale: al festival Letterature 2015 e al Mese della Cultura Internazionale

Primo appuntamento lunedì 8 giugno (ore 11.00) presso lo Spazio Europa, gestito dall'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, con la presentazione di Wroclaw - Capitale Europea della Cultura 2016. 

La sera dell’9 giugno (20,30) si svolgerà l’ INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL CORSO POLONIA con il Concerto Dream Lake presso l’Istituto Polacco di Roma: Agata Zubel, eccezionale vocalista, carismatica interprete di musica contemporanea e compositrice insieme a Joonas Ahonen, pianista finlandese, membro dell’ensemble Klangforum Wien esegue, fra l’altro, le musiche di Andrzej Czajkowski – una novità assoluta a Roma. 

Mercoledì 10 giugno alle ore 19.00 presso la Casa delle Letterature si terrà l’evento: Et in Arcadia ego - Tadeusz Rozewicz, in ricordo di Tadeusz Rozewicz, prosatore e drammaturgo, uno dei più grandi poeti polacchi con il prof. Luigi Marinelli (docente di letteratura polacca all’Università “La Sapienza”), prof. Robert Cieslak (docente di letteratura, critico letterario e teatrale, giornalista) e il regista Andrzej Sapija

Sabato 13 giugno – dalle ore 23.00 presso il Monk Circolo ARCI, il leggendario duo Skalpel formato da Igor Pudlo e Marcin Cichy, sarà protagonista del LIVE Skalpel e vj Luminator.
Lunedì 15 giugno dalle ore 18.00 presso l’ Istituto Polacco di Roma, in occasione dei 250 ANNI DEL TEATRO PUBBLICO IN POLONIA si svolgerà la serata Omaggio a Jerzy Grotowski, con la presentazione del 2° volume degli scritti di Jerzy Grotowski Testi 1965-1969. Il teatro povero con la partecipazione di esperti italiani e polacchi. Alle ore 20.00, inaugurazione della mostra Polvere / Apocalypsis cum Figuris nelle fotografie di Maurizio Buscarino. Un viaggio nell’“aura” di Grotowski attraverso l’obiettivo di un grande fotografo di teatro, Maurizio Buscarino, mentre alle ore 21.00 toccherà alla proiezione della registrazione dello spettacolo del Teatro Laboratorio Akropolis, di Jerzy Grotowski. 

Martedì 16 e mercoledì 17 giugno alle ore 21.00, da non perdere al Teatro India, la compagnia TEATRO ZAR protagonista dello spettacolo Taglio cesareo; lo spettacolo del Teatr ZAR di Wroclaw, diretto da Jaroslaw Fret, pone la domanda sullo stato di necessità del suicidio, sulla forza del destino e della salvezza. 

Sempre il TEATRO ZAR sarà protagonista giovedì 18 giugno (ore 21.00 Basilica di Santa Maria in Cosmedin) del Concerto Colonne. Durante il concerto di canti liturgici armeni i membri del Teatr ZAR insieme ad Aram, Virginia e Vahan Kerovpyan, fondatori del Centro Studi di Canto Liturgico Armeno e del gruppo AKN di Parigi e con la partecipazione di Murat Içlinalç, presenteranno i risultati del loro lavoro sperimentale, frutto di una “immersione” nel mondo della musica modale.
Si torna al Teatro India da sabato 20 a lunedì 22 giugno (ore 21.00), con gli straordinari interpreti del TEATRO ZAR protagonisti di Armine, Sister, spettacolo dedicato alla storia e alla cultura del popolo armeno e al dramma del suo genocidio. 

Gran finale domenica 21 giugno (ore 21.00) presso la Casa del Jazz – con la Festa Europea della Musica. Il Corso Polonia 2015 e la Capitale europea della cultura Wrocław 2016 celebrano la Festa della Musica con un concerto jazz organizzato in collaborazione con il Jazztopad Festival di Wroclaw

Il Festival è organizzato dall’Istituto Polacco e dalla Capitale Europea della Cultura Wroclaw 2016.


PROGRAMMA DETTAGLIATO


CONFERENZA STAMPA / Wrocław - Capitale Europea della Cultura 2016
lunedì 8 giugno - ore 11.00
Spazio Europa, gestito dall'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, via Quattro Novembre 149 - ingresso libero

La città polacca Wrocław, a cui è interamente dedicato il festival Corso Polonia 2015, sarà la Capitale europea della cultura nel 2016, titolo condiviso con la spagnola Donostia-San Sebastián. Durante la conferenza verranno presentati i principali punti del programma di Wrocław 2016 che intendono valorizzare la sua ricchezza e permettere una migliore conoscenza reciproca fra i cittadini dell'Unione europea.

INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL / Concerto Dream Lake
martedì 9 giugno 2015 - ore 20.30
Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1 - ingresso libero

Due musicisti di spicco: Agata Zubel, vocalista e compositrice apprezzata dalla critica e dal pubblico internazionale, insieme a Joonas Ahonen, pianista finlandese, membro dell'ensemble Klangforum Wien, propongono le musiche di Witold Lutosławski, Luciano Berio e Andrzej Czajkowski. Quest'ultimo, straordinario compositore e pianista polacco di origini ebraiche, personaggio fuori dal comune, verrà presentato da Aleksander Laskowski, musicologo, critico musicale, conduttore radiofonico (Polskie Radio 2) e scrittore.

LETTERATURA / Et in Arcadia ego. Tadeusz Różewicz
mercoledì 10 giugno - ore 19.00
Casa delle Letterature, Piazza dell'Orologio 3 - ingresso libero

Tadeusz Różewicz, prosatore e drammaturgo, uno dei più grandi poeti polacchi, legato per la maggior parte della vita alla città di Wrocław, dedicò a Roma una delle sue opere più belle - Una morte fra vecchie decorazioni (a cura di Silvano De Fanti, Forum, 2011). A un anno dalla sua scomparsa, prof. Luigi Marinelli (docente di letteratura polacca all’Università “La Sapienza”), prof. Robert Cieślak (docente di letteratura, critico letterario e teatrale, giornalista) e il regista Andrzej Sapija lo ricorderanno, nel luogo che lo accolse durante la sua ultima visita a Roma. A conclusione dell’incontro proiezione del documentario Poeta Emeritus di Andrzej Sapija (PL, 2010, 55’, v.o.sott.it).
Nell’ambito del Festival Internazionale di Roma Letterature 2015.

MUSICA / LIVE Skalpel e vj Luminator
sabato 13 giugno - dalle ore 23.00
Monk Circolo ARCI, via Giuseppe Mirri 35
Ingresso dalle 22.00, con la tessera ARCI;
pre-registrazione online: http://www.monkroma.club/tesseramento/

Il leggendario duo Skalpel formato da Igor Pudło e Marcin Cichy, compositori e produttori, dopo aver pubblicato due album con l’etichetta Ninja Tune, propone le musiche più recenti dall’album Transit (2014): fresche sonorità della nuova elettronica con ambient, swing, latino, trip hop, broken beat e soprattutto con una buona dose di vibrazioni elettrizzanti. Le ispirazioni di questo nuovo cd vanno cercate lontano dalla Polonia, in Europa e nelle due Americhe. Allo show partecipa il vj Luminator.

250 ANNI DEL TEATRO PUBBLICO IN POLONIA / Omaggio a Jerzy Grotowski
lunedì 15 giugno - dalle ore 18.00
Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1 - ingresso libero

ore 18.00 -  presentazione del II. volume degli scritti di Jerzy Grotowski Testi 1965-1969. Il teatro povero (Edizioni La Casa Usher 2014/2015) con la partecipazione di esperti italiani e polacchi: Mario Biagini, prof. Dariusz Kosiński, Renata M. Molinari e Carla Pollastrelli.

Brindisi ai 250 anni del Teatro Pubblico in Polonia.

ore 20.00 - Inaugurazione della mostra Polvere / Apocalypsis cum Figuris nelle fotografie di Maurizio Buscarino. Un viaggio nell’“aura” di Grotowski attraverso l’obiettivo di un grande fotografo di teatro, Maurizio Buscarino, che ha recuperato dal suo archivio gli scatti realizzati per le ultime recite di Apocalypsis cum figuris nel 1979.

ore 21.00 - Proiezione della registrazione dello spettacolo del Teatro Laboratorio Akropolis, regia e adattamento di Jerzy Grotowski, regia cinematografica di James McTaggart, produzione Lewis Freedman (USA, 1968, b/n, 82’).

TEATRO ZAR / Taglio cesareo
martedì 16 e mercoledì 17 giugno - ore 21.00
Teatro India, lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi)
ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6
biglietti: intero 18 euro | ridotto 1 (under 35 e over 65) - 16 euro |ridotto 2 (cral e convenzionati) - 14 euro |10 euro - dietro presentazione del programma del Festival Corso Polonia

Taglio cesareo. Prove sul suicidio | Cesarskie Cięcie. Próby o Samobójstwie (45’) - Partendo dalle riflessioni filosofiche di Albert Camus e dal lavoro della scrittrice e attrice Aglaja Veteranyi, lo spettacolo del Teatr ZAR di Wrocław, diretto da Jarosław Fret, pone la domanda sullo stato di necessità del suicidio, sulla forza del destino e della salvezza. Con: Kamila Klamut, Ditte Berkeley, Maciej Matejka, Nini Julia Bang, Alessandro Curti, Jarosław Fret, Aleksandra Kotecka, Ewa Pasikowska, Orest Sharak e Tomasz Wierzbowski.

TEATRO ZAR / Concerto Colonne
giovedì 18 giugno - ore 21.00
Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, Piazza della Bocca della Verità, 18 - ingresso libero

Colonne | Kolumny - Durante il concerto di canti liturgici armeni i membri del Teatr ZAR insieme ad Aram, Virginia e Vahan Kerovpyan, fondatori del Centro Studi di Canto Liturgico Armeno e del gruppo AKN di Parigi e con la partecipazione di Murat Içlinalç, presentano i risultati del loro lavoro sperimentale, frutto di una “immersione” nel mondo della musica modale.

TEATRO ZAR / Armine, Sister
da sabato 20 a lunedì 22 giugno - ore 21.00
Teatro India, lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi)
ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6
biglietti: intero 18 euro | ridotto 1 (under 35 e over 65) - 16 euro |ridotto 2 (cral e convenzionati) - 14 euro |10 euro - dietro presentazione del programma del Festival Corso Polonia

Armine, Sister (90’) - Spettacolo del Teatr ZAR di Wrocław, diretto da Jarosław Fret, è dedicato alla storia e alla cultura del popolo armeno e al dramma del suo genocidio. Grazie ai cinque anni di collaborazione con Aram Kerovpyan, armeno nato ad Istanbul e conduttore del coro nella Cattedrale armena di Parigi, il Teatro ZAR presenta il canto modale in una nuova forma di dramma musicale. Con: Davit Baroyan, Ditte Berkeley, Przemysław Błaszczak, Alessandro Curti, Jarosław Fret, Murat Içlinalça, Dengbej Kazo, Aram Kerovpyan, Vahan Kerovpyan, Kamila Klamut, Aleksandra Kotecka, Simona Sala, Orest Sharak, Mahsa Vahdat, Marjan Vahdat e Tomasz Wierzbowski.

CHIUSURA DEL FESTIVAL / JAZZ / Adam Bałdych & Paweł Kaczmarczyk
domenica 21 giugno - ore 21.00
Casa del Jazz, viale di Porta Ardeatina 55
info: www.casajazz.it

In chiusura del Corso Polonia 2015, nella splendida cornice del parco della Casa del Jazz suoneranno Adam Bałdych - violino e Paweł Kaczmarczyk – pianoforte. Partendo dalle loro possibilità artistiche illimitate, i due musicisti di spicco della giovane scena jazz polacca (Bałdych è vincitore, fra l’altro, di ECHO Jazz 2013, Kaczmarczyk incide per l’etichetta ACT Music) sviluppano le loro improvvisazioni nella ricerca di nuove tecniche e consonanze. Ed è proprio la Festa della Musica!


Il Festival è organizzato dall’Istituto Polacco di Roma
e dalla Capitale Europea della Cultura Wrocław 2016 
in collaborazione con:
Associazione Teatro di Roma, Teatro India
Casa del Jazz
Casa delle Letterature
Chiesa di Santa Maria in Cosmedin
Ente Nazionale Polacco per il Turismo di Roma
Fondazione Teatro della Toscana - Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale
Grotowski Institute Wrocław
Impart 2016 Festival Centre
Jazztopad Festival di Wrocław
Monk Circolo ARCI
National Forum of Music Wrocław
Spazio Europa, gestito dall'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea
Theatre Institute Varsavia

partner strategico: KGHM

con il patrocino di: Roma Capitale - Assessorato alla Cultura e al Turismo

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *