Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 25 agosto 2016

Astragali TEATRO. Avvio rassegna teatrale c/o le Distillerie De Giorgi di San Cesario di Lecce


Verso le alchimie. 
Il teatro nelle distillerie. 




Si chiama "Verso le alchimie-Il teatro nelle distillerie" e inizia venerdì 26 agosto la rassegna teatrale ospitata nelle Distillerie De Giorgi di San Cesario di Lecce a cura di AstràgaliTeatro.

Primo appuntamento con"Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei". 

Un caleidoscopio. Un teatro dalle mille sfaccettature. La poesia di Ovidio che si stempera nei cunti fantastici e barocchi di Giovambattista Basile per poi incontrare la Circe di Margaret Atwood con una rilettura al femminile della seduzione e, infine, le musiche travolgenti e struggenti della tradizione gitana.

E' il caleidoscopio di "Verso le alchimie. Il teatro nelle distillerie" che si apre a San Cesario di Lecce presso le Distillerie De Giorgi il 26 agosto con "Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei" di Astràgali Teatro. 

La rassegna prosegue poi il 2 settembre con il Teatro Diaghilev di Bari in "La favola de Zoza" con Paolo Panaro accompagnato da un trio musicale, il 10 settembre con "Circe/Fango" di Accademia Amiata Mutamenti e si conclude il 16 settembre con "ROMA! Suoni, parole, tamburi della cultura Rom", festa di musiche, parole e visioni con AstràgaliTeatro e

Ispirato alle Metamorfosi di Ovidio, "Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei" è il "poema delle trasformazioni", della incessante metamorfosi delle creature incalzate dalla violenza degli dei. 

Una fitta trama di storie, dove la presenza femminile è segno di una forte resistenza, di opposizione al conflitto, alla guerra, alla discriminazione
La scrittura e la regia sono di Fabio Tolledi; in scena Lenia Gadaleta, Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Petur Gaidarov, Onur Uysal, Jean-Baptiste Hamado Tiemtoré, le musiche sono degli Insintesi (Alessandro Lorusso, Francesco Andriani).

"Verso le alchimie-Il teatro nelle distillerie"è un progetto corale che si realizzain collaborazione con Centro Italiano dell'International Theatre Institute-Unesco, Associazione Variarti, Teatro dei Veleni, Zemrude, con il patrocinio del Comune di San Cesario di Lecce e sostenuto dalla Regione Puglia-Assessorato Industria Turistica e culturale FSC 2007-2013 e dal Teatro Pubblico Pugliese.

Ingresso libero


PROSSIMI APPUNTAMENTI (seguiranno comunicati stampa) 

2 settembre
Diaghilev Teatro di Bari con Paolo Panaro
LA FAVOLA DE ZOZA
Da lo Cunto de li Cunti di Giambattista Basile 

10 settembre
Accademia Amiata Mutamenti di Grosseto
CIRCE/FANGO
Da Circe di Margaret Atwood 

16 settembre
Astràgali Teatro e Mascarimirì
ROMA! Suoni, parole, tamburi della cultura Rom
  
Per informazioni 0832.306194 - 3209168440 oppure teatro@astragali.org
  

PIU' INFORMAZIONI SU
"METAMORFOSI_DONNE CHE RESISTONO ALLA VIOLENZA DEGLI DEI"
Dov'è la sorgente della mitologia? in noi? soltanto in noi?
In quelle tele si tesse lana color porpora che fu tinta in recipienti di bronzo di tiro e lana d'altri colori meno brillanti, che sfumano inevitabilmente l'uno nell'altro come avviene nell'arcobaleno.
Lo si vede, quando i raggi del sole si rifrangono nelle gocce di pioggia, tingere un largo tratto di cielo con la sua immensa striscia curva in cui splendono mille colori diversi… nel tessuto vengono aggiunti anche fili di duttile oro e su ogni tela appaiono descritti e avvolti gli episodi di un'antica storia.
"Le Metamorfosi", il poema della incessante trasformazione, si fa teatro.
Si fa immagine concreta, visione, corpo. Scena del conflitto indicibile tra la divinità e l'umano, della hybris divina, della disperata e fiera resistenza/resilienza dei viventi. Di un dio che, divorato dal desiderio, fa dello stupro la sua arma implacabile. E di donne che, anche nel mito, costituiscono il segno indelebile di una resistenza, di una altrettanto implacabile opposizione al conflitto, alla guerra, alla violenza.
Dopo aver indagato le forme del rito e del teatro in un corpo a corpo con la tragedia e la commedia dell'antica grecia, Astràgali Teatro si rivolge stavolta a "Le Metamorfosi" ovidiane, nella necessità di una relazione e di una esplorazione del mito e delle sue forme. Esplorazione per nulla rassicurante né tantomeno consolatoria, come già aveva compreso Aby Warburg quando aveva parlato di "mitologia viva".
Viva come sono vive, meravigliosamente e drammaticamente, Atena e Aracne in quella stanza dove si celebra la gara della tessitura, la potenza degli dei ma anche la loro tracotanza e violenza e si narra, ancora una volta, della resistenza dell'umano al divino allorché la famosa tessitrice della Lidia sfida in una gara Minerva, la dea che protegge fili e telai.
L'esito della gara è terribile, perché tremenda è la condanna di Aracne per aver violato l'interdetto e narrato il segreto degli strupri divini.
Così nel mito vive la storia di donne che attraversano il nostro mare, al bordo tra la vita e la morte, chiamate a cambiare pelle verso una nuova condizione, a patto di perdere la memoria e – forse – parte del senso di sé. Metamorfosi è, allora, la voce delle donne che cantano la vita, che irridono ai loro aguzzini, che richiamano alla necessità di una vicinanza e una prossimità solidale dinanzi alla violenza che -ci- divide.    

PIU' INFO SU LE DISTILLERIE DE GIORGI www.distilleriadegiorgi.it



--
www.CorrieredelWeb.it

ROMA: FLAVIO BOLTRO IN CONCERTO - VENERDì 26 AGOSTO ORE 21 TERRAZZA DEL VITTORIANO INGRESSO GRATUITO

Venerdì 26 agosto
Terrazza Panoramica del Vittoriano

Jazz al Vittoriano

Flavio Boltro "BBB TRIO"

In concerto uno tra più celebri trombettisti italiani della scena contemporanea


Riprendono al Vittoriano gli appuntamenti gratuiti con la musica jazz e i suoi più autorevoli interpreti: venerdì 26 agosto alle ore 21 sulla Terrazza Panoramica si esibirà uno dei maggiori trombettisti italiani, Flavio Boltro con il suo "BBB Trio".

Gli spettatori, nella suggestiva vista sui Fori Imperiali, assisteranno a un viaggio tra atmosfere liriche e ritmi serrati, tra elettronica, jazz energico e improvvisazioni aperte. 
Il trio di Flavio Boltro, formato da Mauro Battisti al contrabbasso e Mattia Barbieri alla batteria, offre una musica di grande fascino: le sonorità dei tre strumenti si fondono insieme con perfetta intesa e forza comunicativa creando un suono particolare e fuori dai clichè. 
Il loro ricco repertorio è composto da brani originali che si ispirano non solo alla tradizione jazz ma anche alle sonorità della musica rock ed elettronica.
Boltro fa parte della scena jazzistica mondiale da più di 15 anni. 
Diplomatosi al Conservatorio di Torino, si è esibito con musicisti star come Cedar Walton, Bob Berg, Don Cherry, Billy Hart e Billy Higgins. Dopo aver fatto parte stabilmente per quattro anni della Orchestre National de Jazz Francese, è entrato a far parte del sestetto di Michel Petrucciani.
Artista brillante e versatile, Flavio Boltro ha rivelato anche le sue doti di compositore: ha infatti inciso nel 1999 il primo album a suo nome dal titolo "Road Runner",  e nel 2002 il suo secondo disco "40°". 

Entrambi i lavori sono stati pubblicati dalla prestigiosa etichetta Blue Note.

Come di consueto, l'appuntamento è alle ore 21.00 nella Caffetteria del Vittoriano sulla terrazza con vista mozzafiato sui Fori Imperiali
I concerti proseguiranno venerdì 2 settembre con la rassegna "Sotto le stelle di Roma" con l'esibizione di Marina Rei.

Le serate "Jazz al vittoriano" e "Sotto le stelle di Roma"  fanno parte della rassegna estiva gratuita "Vittoriano, appuntamenti d'arte e musica" (1 luglio – 30 settembre), organizzata dal Polo Museale del Lazio, presso la Terrazza Panoramica del Vittoriano e comprende concerti Jazz, incontri con i protagonisti dell'arte contemporanea e la mostra fotografica "Lucio Dalla, immagini e suoni" inaugurata lo scorso 22 luglio e aperta fino al 2 ottobre presso la sala Zanardelli del Vittoriano.

La mostra e gli eventi sono tutti ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.


Organizzazione
Polo Museale del Lazio
Edith Gabrielli

Monumento a Vittorio Emanuele II (Vittoriano)
Gabriella Musto

Coordinamento organizzativo
Maria Antonietta Curione

Programmazione musicale a cura di Ernesto Assante
Conversazioni d'arte a cura di Maria Giuseppina Di Monte
Mostra fotografica su Lucio Dalla a cura di Ernesto Assante



POLO MUSEALE DEL  LAZIO
Piazza San Marco 49, 00186 Roma -  TEL. 06 69994251 - 06 69994342


--
www.CorrieredelWeb.it

Nella Centrale di Larderello (PI) il CIRCO EXTRA_ORDINARIO



Venerdì 26 agosto
LARDERELLO (PI)
Venerdì 26 agosto

LARDERELLO – Centrale elettrica 3 h 21.30
CIRCO EXTRA_ORDINARIO
Compagnia Magdaclan Extra-Vagante



Venerdì 26 maggio si chiude Fra Terra e Cielo, la rassegna di teatro contemporaneo ideata e organizzata da Officine Papage nella Val di Cecina con il sostegno dei Comuni di Pomarance e Castelnuovo V.C., della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e di Enel Green Power.

"Questa 5a edizione - dichiara il direttore artistico Marco Pasquinucci - ha registrato un successo senza precedenti, a conferma della grande vitalità culturale della terra che la ospita. Un tessuto naturale e sociale con cui la nostra compagnia ha saputo confrontarsi quotidianamente, coniugando tradizione e innovazione. Il Teatro è energia, è stato il nostro slogan 2016. E abbiamo voluto concludere il festival con un evento senza precedenti: uno spettacolo site specific, realizzato proprio all'interno della Centrale 3, cuore nevralgico dell'area geotermica toscana."

Gli artisti straordinari di MagdaClan proporranno un percorso "Extra_ordinario" che consiste nell'integrazione dell'architettura degli spazi della centrale geotermica del Larderello con discipline circensi per valorizzare le dinamiche plastiche del luogo e riutilizzare, con una nuova prospettiva, gli spazi solitamente dedicati all'industria energetica.

Come la centrale geotermica trasforma in energia elettrica la forza del vapore prelevato dal sottosuolo, il MagdaClan Circo proverà a trasformare in luogo di arte e spettacolo, grazie alla sua poesia surreale, una struttura solitamente vissuta come luogo di lavoro.

Lo spettacolo diventa quindi una lente di ingrandimento che esalta le qualità del performer e della sua disciplina, illumina di luce diversa uno spazio, un luogo creando una nuova relazione tra lo spettatore/abitante e lo spazio che vive tutti i giorni.

"L'arte scuote dall'anima la polvere accumulata nella vita" [Pablo Picasso].

L'evento è a ingresso gratuito. 

Dalle 19.30 nel luogo dello spettacolo possibilità di Cenateatro con la Comunità del cibo a energie rinnovabili della Toscana, la prima comunità al mondo a operare nel settore agroalimentare per il cibo a energia pulita.


INFO
info@officinepapage.it 
www.officinepapage.it

www.facebook.com/officinepapage.it/?fref=ts

Per chi ha bisogno di un passaggio BlaBlaTheater: tel. 058862089


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 24 agosto 2016

SETTIMANA DELLA MUSICA. ''TORTONA CITTÀ DELLA MUSICA”


IN OCCASIONE DEL 60° DELLA MORTE DEL M° LORENZO PEROSI
PRIMA EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE
''TORTONA CITTÀ DELLA MUSICA"
INAUGURAZIONE IL 23 SETTEMBRE CON IL CONCERTO DELL'ORCHESTRA DEL REGIO DI TORINO
(dirige il M° Donato Renzetti) 


L'esecuzione in onore del grande compositore tortonese, che rivoluzionò la musica nella liturgia e fu 'lanciato' da Arturo Toscanini, si terrà nella Cattedrale, alle ore 21 (ingresso libero). 
Poi dal 4 all'8 ottobre, grande festa della musica corale, voluta da Diocesi e Comune di Tortona, Fondazione CR Tortona, Pro Iulia Derthona e Orionini  per far scoprire o riscoprire un territorio  fecondo di talenti in ogni campo, di storia, cultura e attrattive turistiche, a due passi da Milano, Torino e Genova. 
Il calendario completo degli eventi e dei protagonisti sarà presentato  il 7 settembre a Torino con una conferenza stampa alle ore 11, a Palazzo Lascaris, sede della Regione Piemonte ("Perosi 60: Tortona città della musica"). 
Seguirà un un incontro a Tortona  con i media di Alessandria e Pavia l'8 settembre, ore 11,30. 


Tortona (AL) 24/08/2016. Ancora una volta la provincia italiana è capace, con fantasia e generosità,di proporsi quale un motore culturale della nostra bella Italia.  

Lo dimostra la città di Tortona, nel basso Piemonte (provincia di Alessandria), a un passo da Milano, Torino e Genova, con il progetto della prima 'Settimana della musica' in occasione del 60° della morte del grande musicista tortonese il Maestro Lorenzo Perosi che si spense il 12 ottobre 1956 all'età di 84 anni.  

Lorenzo Perosi, autore di una rivoluzionaria riforma del canto nella liturgia, compose oratori, Messe polifoniche e mottetti che si disffusero presto in tutto il mondo; la produzione di ispirazione laica rilanciò in tutta Europa la fama della musica italiana sinfonica dopo Verdi. 

La ricchezza e la creatività musicale di Perosi  fu apprezzata non solo dalla popolazione ma, anche fuori dall'ambito religioso ed ecclesiastico, da tanti importanti compositori quali Puccini, Mascagni, Boito, Massenet; l'oratorio Mosè di Perosi fu eseguito il 16 novembre 1901 in prima mondiale a Milano da Arturo Toscanini. 

Nel 1899, era stato proprio Toscanini, neo direttore artistico alla Scala di Milano, a voler far conoscere in quel teatro la musica del Perosi, dirigendo l'oratorio "La risurrezione di Lazzaro" e dando così ampia pubblicità al sacerdote tortonese e alla sua musica; infine le note della Messa da requiem con il Dies irae di Perosi accompagnarono l'estremo saluto a Toscanini nella cattedrale di New York dove il Maestro era deceduto con i sacramenti della Chiesa. 
Si ricorda Perosi inoltre per essere stato "Direttore perpetuo della Cappella Musicale Pontificia Sistina", dove sostituì con i fanciulli gli ultimi cantori evirati. 

Oggi, una manifestazione internazionale promossa da Diocesi e Comune di Tortona, Fondazione CR Tortona, Pro Iulia Derthona e Orionini ne ripropone l'opera, la figura, l'ispirazione artistica al senso del sociale e del comunitario, le cui radici affondano in un territorio che non a caso ha dato i natali  al 'Santo della carità' don Luigi Orione,  fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza (Orionini), compagno di gioventù e di seminario di Perosi e amico sia dell'artista concittadino, sia di Toscanini, come testimonia la fotografia con dedica di Toscanini a Giuseppe Perosi trovata nell'Archivio Don Orione. 

La settimana della musica di Tortona sarà animata da artisti tortonesi contemporanei come il pianista Umberto Battegazzore e il violinista Vittorio Marchese (concertista internazionale e docente al Conservatorio "Niccolò Paganini" di Genova) e verrà dedicata in parte anche al tenore tortonese Giuseppe Campora; coinvolgerà inoltre giovani promesse dei più importanti conservatori italiani e professionisti quartettisti d'archi di fama per trasformare in un unico palcoscenico diffuso i luoghi più belli della città, palazzi e piazze, teatri e giardini, con concerti, workshop, spettacoli di strada, premi, laboratori, mostre, happening, facendo diventare la musica un confronto corale sul ' bello', condivisione e opportunità per mettere in circolo idee  e promuovere nuove ispirazioni; una kermesse straordinaria, rigorosamente a libera partecipazione, che porterà il pubblico in ambienti esclusivi come la Pinacoteca della Fondazione CR Tortona, storico museo del Divisionismo,  la Biblioteca  del Seminario, la Cappella dove è stato ordinato sacerdote don Orione, e tanti altri. 

Tutto all'insegna della "carità intellettuale e culturale – spiega don Paolo Padrini, Direttore artistico dell'evento - dove vivere la cultura come servizio e come motore dell'economia sul territorio, in particolare per i giovani"; un appuntamento destinato a diventare annuale, che vede convolti e insieme le istituzioni- tra le quali il FAI di Tortona - e la popolazione, nell'obiettivo comune di far scoprire o riscoprire le attrattive di tutto il territorio tortonese (www.vivitortona.it). 

Tortona città della musica, dunque, ma anche di musei, castelli, siti archeologici, itinerari nella natura e prelibatezze enogastronomiche (dal formaggio Montebore all'ottimo vino Timorasso -  stradacollitortonesi.com/newSite/it); di miti popolari come il campione del ciclismo Fausto Coppi, sepolto nella vicina Castellania e ispiratore di un famoso museo; di artisti come Giuseppe Pellizza da Volpedo ('Il quarto stato'), di eroi come il carabiniere Ernesto Cabruna, Medaglia d'Oro e asso della aviazione italiana nella guerra del '15-'18, a fianco di  D'Annunzio nell'impresa di Fiume; di protagonisti della politica come Giuseppe Romita e di 'grandi anime' come don Orione, canonizzato da Giovanni Paolo II.

La settimana della musica tortonese si svolgerà da martedì 4 a domenica 8 ottobre e sarà inaugurata il 23 settembre con un concerto nella Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Lorenzo (piazza del Duomo 12) alle ore 21, aperto a tutti. 

Programma: 
Concerto per pianoforte e orchestra in la minore, Suite Venezia, entrambi del M° Perosi. Orchestra del Regio di Torino diretta dal M° Donato Renzetti. 
Al pianoforte il  tortonese Umberto Battegazzore. 
Con il patrocinio della Radio Vaticana e del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma. 

Per la prima volta Tortona si aprirà ai musicisti e amatori di tutta Italia ('Invasioni musicali'), che potranno venire a suonare liberamente nelle strade e nelle piazze del Centro storico dove il 7 e l'8 ottobre saranno a disposizione quattro pianoforti di cui uno a mezza coda che sarà collocato con la piazza libera, davanti alla Cattedrale. 

Più di 15 postazioni indicate da un "bollino rosso" saranno a disposizione per chi vorrà esibirsi dalle ore 15 alle ore 23. 

L'8 ottobre sarà dedicato in particolare ai Cori che arriveranno sia dalla Diocesi che dal resto d'Italia. 

In calendario anche laboratori didattici aperti alle scuole e soprattutto ai bambini dai 5 al 12 anni.

La musica accompagnerà  la festa dei palati: non mancheranno infatti in città  spazi per scoprire e acquistare i prodotti tipici dell'enogastronomia tortonese e verranno organizzati "contest" gastronomici dai ristoratori locali, con piatti tradizionali da gustare con i grandi vini di cui queste colline sono ricche (7 e 8 ottobre, Musica & Sapori, dalle ore 15 alle ore 23). 

Il 12  ottobre,  concerto di ringraziamento nel Salone del Palazzo vescovile (ore 21).

Tortona,  da secoli crocevia della più importante storia nazionale, luogo di commerci e sede di importanti istituzioni politiche e religiose,  attende tutti gli italiani per vivere insieme momenti unici, lasciandosi coinvolgere da quelle emozioni sane e concrete che solo la provincia sa dare. 

Sul sito www.lorenzoperosi.net è disponibile  il programma in dettaglio e  le info utili per partecipare.   

Il calendario completo degli eventi e dei protagonisti della Settimana della musica tortonese, già candidata a diventare  evento modello per la valorizzazione delle province italiane, sarà presentato a livello nazionale il 7 settembre a Torino con una conferenza stampa alle ore 11, a Palazzo Lascaris, sede della Regione Piemonte ("Perosi 60: Tortona città della musica"). 

Seguirà un un incontro con i media di Alessandria e Pavia l'8 settembre, ore 11,30 a Tortona ("Perosi 60: l'evento musicale e culturale").


--
www.CorrieredelWeb.it

100 ANNI DI LUIGI COMENCINI: COMENCINI & SORDI_dal 2 all'8 settembre_MIC - Museo Interattivo del Cinema

Dal 2 all'8 settembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana, in occasione di 100 ANNI DI LUIGI COMENCINI - celebrazioni per il centenario dalla nascita (Salò, 08/06/1916) – presenta COMENCINI & SORDI, retrospettiva in sette film diretti dal regista lombardo con protagonista Alberto Sordi, un sodalizio che ha dato vita a importanti opere come La bella di Roma, divertente commedia con SilvanPampaniniLo scopone scientifico, allegoria ferocissima sui rapporti di classe e di potere, e soprattutto Tutti a casa, splendida e tragica rappresentazione dei giorni dell'armistizio.

Luigi Comencini ha fondato a Milano nel 1947, insieme ad Alberto Lattuada, la Cineteca Italiana. Laureato in architettura, è stato critico, fotografo e giornalista, fino all'approdo al cinema: regista di oltre cinquanta film, maestro della commedia all'italiana, ha diretto sia i più grandi attori italiani che i "suoi" celebri bambini, spesso non professionisti, protagonisti di tante storie originali e mai scontate. Ha fatto ridere e piangere gli spettatori attraversando i più svariati generi, fotografando i mutamenti del Paese con uno sguardo lucido e partecipe e uno stile ironico e garbato, inconfondibili.  

Il tributo alla memoria di Luigi Comencini è un progetto itinerante che toccherà, a partire dal 2016, diversi luoghi. 

Nella retrospettiva del MIC, oltre ai titoli già citati, in programmaanche Il commissario (1962), L'ascensore (1976), divertente episodio del film Quelle strane occasioniEritrea, uno dei cinque episodi del film La mia signora, tutti interpretati da Sordi e Silvana Mangano, e L'ingorgo (1979), sorta di pamphlet sociologico sulle reazioni di alcuni automobilisti bloccati da ore nel traffico.

Le celebrazioni continueranno nel corso dell'anno a Roma, in collaborazione con la Cineteca Nazionale, durante la Festa del Cinema (13-22 ottobre 2016), con una mostra di foto scattate da Comencini prevalentemente nella campagna lombarda tra il 1945-1948, ristampate in alta definizione dopo la prima esposizione a Locarno nel 2008, e accompagnate della riedizione del catalogo Appunti di un cineasta: 50 scatti in bianco e nero che raccontano un mondo scomparso, da cui emerge un'etica dello sguardo verso gli umili e una geografia dei luoghi del quotidiano e dei mestieri. Inoltre, una retrospettiva antologica di suoi film arricchita da incontri con critici cinematografici.
La mostra e una selezione delle pellicole saranno poi ospitate da Salò, la città natale di Comencini - che gli intitolerà anche un luogo cittadino - per approdare in seguito a Lugano e all'inizio del 2017 allo Spazio Oberdan di Milano, all'interno dei festeggiamenti per il 70° compleanno della Cineteca, dove fra le tante iniziative è da segnalare un workshop sulle voci e i doppiaggi nei film di Comencini.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO 

Venerdì 2 settembre
h 15 La bella di Roma
Luigi Comencini, Ita., 1955, b/n, 98'. Con Alberto Sordi, Silvana Pampanini.
Nannina, bella popolana romana, è fidanzata con Mario, pugile squattrinato che, a causa di una rissa, finisce in prigione. Nannina si rivolge a Oreste, maturo vedono che si innamora di lei. La ragazza riuscirà a sfruttare la situazione nell'attesa che l'amato Mario esca dal carcere.

h 19.15 Eritrea (Episodio del film La mia signora)
Luigi Comencini. Ita., 1964, b/n. Con Alberto Sordi, Silvana Mangano.
Un costruttore cerca un'autorizzazione per lottizzare il terreno di un personaggio altolocato. Quando si accorge dell'attrazione che l'uomo prova per una ragazza di "facili costumi" la convince ad adescarlo.

Sabato 3 settembre
h 15 Il commissario
Luigi Comencini, Ita., 1962, b/n, 102'. Con Alberto Sordi, Alessandro Cutolo.
Dante Lambardozzi è un petulante vicecommissario di polizia. Accortosi di una discrepanza nelle indagini sulla morte di un noto politico, indaga per conto suo, riuscendo a scagionare l'uomo ritenuto inizialmente colpevole.

Domenica 4 settembre 
h 15 L'ascensore (Episodio del film Quelle strane occasioni)
Luigi Comencini, Ita., 1976, 40'. Con Alberto Sordi,.StefaniaSandrelli. 
Roma, vigilia di Ferragosto. Il gesuita Monsignor Ascanio La Costa rimane bloccato in ascensore con la provocante Donatella.

A seguire
Eritrea (Episodio del film La mia signora)
Luigi Comencini. Ita., 1964, b/n. Con Alberto Sordi, Silvana Mangano. 
Replica

h 17 Lo scopone scientifico
Luigi Comencini, Ita., 1972, 116'. Con Alberto Sordi, Bette Davis.
Uno straccivendolo romano e la moglie si battono ogni anno a scopone con una vecchia e dispotica miliardaria americana in coppia con il suo segretario. Posta del gioco: tutti i risparmi della borgata.

h 19 Tutti a casa
Luigi Comencini, Ita., 1960, b/n, 120'. Con Alberto Sordi, Eduardo De Filippo. 
All'indomani dell'8 settembre 1943, l'esercito italiano si ritrova allo sbando. In mancanza di ordini precisi, un ufficiale decide di sciogliere il reparto che comanda. Inizia così il difficile ritorno a casa di un gruppo di uomini stanchi e disillusi attraverso un'Italia in preda all'anarchia.

Mercoledì 7 settembre
h 15 L'ingorgo
Luigi Comencini, Fr./Ger./Ita./Sp., 1978, 128'. Con Alberto Sordi, Marcello Mastroianni. 
Lungo la tangenziale di Roma il traffico rallenta fino al blocco completo che durerà 36 ore, nel corso delle quali si intrecceranno incontri, amicizie, conflitti e litigi.

Giovedì 8 settembre 
h 17 e h 19 Tutti a casa
Luigi Comencini, Ita., 1960, b/n, 120'. Con Alberto Sordi, Eduardo De Filippo. 
Replica


INFO



MODALITÀ D'INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d'ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI