CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

martedì 12 dicembre 2017

SUCCESSO PER L'ANTEPRIMA DEL FILM DI A. ANTONUCCI "CAMMINANDO NEL CIELO"

Si è svolta ieri, con un ottimo riscontro da parte del pubblico, presso la sala del cinema Caravaggio di Roma, l'anteprima del film "Camminando nel cielo" del regista Angelo Antonucci. 

Hanno preso parte alla serata gli attori del film: Luca Mordenti, Edoardo Busterna, Alessio Pecorari, Laura Nasoni, Pietro Mirto, Sara Paduano, Antonella Ponziani, Aline Pilato, Marina Occhiena che hanno salutato il pubblico presente ed illustrato il film ed i rispettivi personaggi, introdotti dal regista Angelo Antonucci. Hanno inoltre partecipato gli agenti di moda e spettacolo Emanuela Corsello ed Andrea Lamia ( organizzatore del film), l'attore Alex Partexano, gli uffici stampa Cinzia Loffredo e Giò di Giorgio.

Poter parlare dell'argomento dell'handicap e di come questo viene percepito e gestito dal mondo dei giovani. Una storia ambientata nel mondo della scuola dove , attraverso una vicenda che si divide tra l'ironia e il dramma, i giovani si trovano a dover affrontare il problema dell' handicap, quando un loro amico di scuola, Alessio, al ritorno dalle vacanze arriva in carrozzella per un incidente sullo scooter avuto in estate. 

Questa nuova realtà pone molti interrogativi nella scuola e tra gli amici ed anche nella relazione sentimentale molto complicata, con le ragazze che incontra. Soprattutto quando le difficoltà giornaliere e la mancanza di abbattimento delle barriere architettoniche crea molti problemi ad Alessio che cerca di non perdere mai il buon umore e la voglia di vivere. 

In particolare un muretto che nessuno si decide di abbattere, divide Alessio dal cortile esterno della scuola, costringendolo a fargli fare un giro incredibile tra marciapiedi e scalini. Anzi spesso Alessio è costretto a rimanere a guardare gli amici da dietro il muro. I suoi amici più cari che cercano di non farlo sentire "diverso". Ma non la pensa così Ricky, il bullo della scuola che non manca occasione per umiliarlo.

Dopo le difficoltà , a causa del suo stato, di intraprendere una storia sentimentale con una ragazza, Giulia, conosciuta durante la terapia in piscina, Alessio trova una nuova dimensione” nel volare con il deltaplano dopo una prima esitazione., poiché , come gli suggerisce un suo amico conosciuto in ospedale, Andrea, “Lassù in cielo sarà come camminare”.

Un giorno durante una perquisizione della polizia , per evitare di essere scoperto, Ricky nasconde delle dosi di hashish nello zainetto di Alessio che , sorpreso, a sua insaputa, finisce con il prendersi la colpa, ma tutti sanno che la responsabilità è di Ricky che invece nega tutto e per questo motivo viene "abbandonato" da tutti e perde anche la ragazza e la solidarietà di alcuni professori che cercavano di aiutarlo durante l'anno scolastico. 

Ricky, un giorno, entra a scuola, dopo che mancava da alcuni giorni per una sospensione. Non trova nessuno e preso dalla rabbia per tutto ciò che ha creato di negativo, si avvia minaccioso con una grosso martello tra i corridoi della scuola. 

Ma le sue intenzioni sono tutt'altro che belligeranti, uscito fuori nel cortile va come una furia verso il muretto che vietava il passaggio ad Alessio e lo butta giù con tutta la violenza possibile, fino a ferirsi, ma il suo intento è quello di abbattere quell'ostacolo, morale e fisico e di cambiare vita. 

Ricky pensava di essere solo, ma in realtà gli altri erano impegnati in un'assemblea scolastica ed attratti dai forti rumori si sono portati sul cortile ed hanno assistito alla scena. Ricky lascia cadere il martello e sta per andare via...Ricky lo ferma e lo raggiunge proprio attraverso il varco aperto nel muro da Ricky. Dopo una certa esitazione Alessio e Ricky si abbracciano, gli altri applaudono approvando il gesto.

Un modo per capirsi e superare le differenze c'è.
Tra gli argomenti che il regista Angelo Antonucci ha trattato nel film emergono con maggiore evidenza : disabilità, cambiamento , amicizia, amore adolescenziale, nuove opportunità della vita da saper carpire , famiglia, scuola e barriere architettoniche. 

Il cast vede la partecipazione di attori noti tra cui Sandra Milo, nel ruolo di una brillante e comprensiva zia, Antonella Ponziani, in quello di una madre profondamente coinvolta dalla condizione del figlio, Vincenzo Soriano, che interpreta un fervido padre premuroso, Mario Porfito nel ruolo del preside della scuola, Marina Occhiena ( ex appartenente al gruppo dei Ricchi e poveri), Francesca Antonaci, Aline Pilato e lo stesso regista Angelo Antonucci nel ruolo dell’amico del protagonista, Andrea. 

Accanto a loro un gruppo di giovani più o meno esordienti tra cui il protagonista Luca Mordenti che si è calato profondamente in una condizione nuova e drammatica e la coraggiosa e sensibile professoressa Deborah Rinaldi . La coinvolgente colonna sonora del film ed il tema musicale sono stati realizzati dal compositore Cris Ciampoli

Il film è stato selezionato in anteprima al Giffoni Film Festival ed ha la qualifica di film per ragazzi del MIbact

Regia e sceneggiatura: Angelo Antonucci
Cast: Luca Mordenti, Vincenzo Soriano, Sandra Milo, Deborah Rinaldi, Antonella Ponziani, Mario Porfito, Alessio Pecorari, Marzia Valitutti, Nicole Petrelli, Angelo Antonucci, Edoardo Busterna, Fabio Cepollaro, Silvestro Marino, D’Aria, Guglielmo Senatore, Sara Paduano, Enzo Varone, Michele Brasilio, Pietro Battarra, Andrea Lamia.



lunedì 11 dicembre 2017

Al Teatro de' Servi si scherza con il noir hitchcockiano: il 19 dicembre arriva il pluripremiato 39 SCALINI

Teatro de' Servi di Roma
39 scalini al Teatro de' Servi di Roma

Dopo dieci anni di successi a Londra, approda al Teatro de' Servi di Roma il pluripremiato 
39 SCALINI
Il Teatro de' Servi scherza col noir, portando sul proprio palcoscenico dal 19 dicembre al 7 gennaio lo spettacolo firmata da Patrick Barlow, tratto dal romanzo di John Buchan

Una trama intrigante come poche, sulla quale si cimentò, nel lontano 1935, niente meno che il maestro del brivido, Alfred Hitchcock e su cui, più di recente, sono stati costruiti due remake.

Come ogni black comedy che si rispetti, omicidi e complotti criminali non mancheranno, ma la versione teatrale di Barlow, presentata per la prima volta a Londra nel 2005, stempera ogni elemento drammatico e introduce lo spettatore in un mondo irreale e genialmente caotico: quattro attori che nel giro di poco meno di due ore recitano ed impersonano 40 personaggi dalla caratteristiche più diverse: poco importa se si tratti di buoni o di cattivi, di uomini o di donne, di esseri viventi o di oggetti inanimati.

La versione che andrà in scena al de' Servi è curata con la consueta maestria da Leonardo Buttaroni, che si è aggiudicato il Premio Cerami 2016 per la categoria "Miglior Spettacolo". 

A mettere in pratica le sue indicazioni è il poker di consolidati e virtuosi interpreti della compagnia "Cattive Compagnie": Alessandro Di Somma (Miglior attore non protagonista Premio Cerami 2016), Yaser Mohamed (Miglior attrice non protagonista Premio Cerami 2016), Diego Migeni e Marco Zordan.

La commedia appare come una corsa vertiginosa fino all'ultimo travestimento, con ritmi narrativi serrati ed incalzanti. Conserva comunque anche la ricchezza dei dettagli psicologici della versione cinematografica hitchcockiana, alta tensione e suspense comprese. 

Come da copione, l'unico personaggio a rimanere sempre se stesso durante l'intero spettacolo è il protagonista: Richard Hannay, un uomo d'affari bello e annoiato della vita, interpretato da un carismatico e trascinante Zordan, cui è stato assegnato durante l'ultimo Comic Off il premio come Migliore Attore Protagonista per lo spettacolo "Primi! (dei non eletti)".  

Hannay viene intrappolato in un intrigo internazionale apparentemente senza uscita: per caso conosce una donna, Annabella Smith, che gli svela, prima di essere uccisa, di essere una spia e di aver scoperto un complotto guidato da un'organizzazione chiamata – per l'appunto – "39 Scalini". 

Da quel momento la vita di Hannay sarà sconvolta da un turbinio di eventi che lo porterà ad incontrare (e spesso scontrarsi con ) tutti gli altri personaggi della storia.

Un giallo sottile, ed al tempo stesso esilarante, giocato su gag e travestimenti; un piatto per buongustai servito su una scena impeccabile ed altamente suggestiva, firmata da Paolo Carbone che si è anche aggiudicata il premio per la miglior scenografia del Premio Cerami 2016.

ORARIO SPETTACOLI
da Martedì a Venerdì: ore 21
Sabato: ore 17.30 e ore 21

Domenica: ore 17.30

Teatro de' Servi
Via del Mortaro 22, (ang. Via del Tritone) Roma
info: 06 6795130
www.teatroservi.it

Salute. Reading Teatrale sulla Fibrosi Polmonare Idiopatica al Policlinico Gemelli

Torna a Roma il reading teatrale che racconta la Fibrosi Polmonare Idiopatica:

RESPIRARE SOTT'ACQUA – PICCOLI ESERCIZI DI SOPRAVVIVENZA SPIRITUALE

Lunedì 18 dicembre
Sala Medicinema, Policlinico universitario A. Gemelli – Roma

UN READING DI SENSIBILIZZAZIONE CHE STA GIRANDO L'ITALIA: DI COSA SI TRATTA, COME SI VIVE E CON QUALI STRATAGEMMI SI PUÒ CONVIVERE CON UNA DELLE MALATTIE RARE PIÙ DIFFUSE IN ITALIA

Milano, 11 dicembre 2017 – La Fibrosi polmonare idiopatica (IPF) è la malattia rara polmonare più diffusa in Italia, colpisce circa 3 milioni di persone nel mondo, di cui 15000 nel nostro Paese.

L'IPF colpisce soprattutto uomini tra i 50 e 70 anni e comporta un progressivo accumulo di tessuto cicatriziale nel polmone che, nel tempo, danneggia la funzione respiratoria, compromettendo la capacità di svolgere attività e la qualità della vita del malato. La salute generale della persona può deteriorare rapidamente, portando a esito fatale in 2-5 anni dalla diagnosi.

Reverb, realtà che opera nell'ambito delle arti performative e della comunicazione, spiega cosa significhi convivere con questa patologia attraverso il reading teatrale "Respirare sott'acqua – piccoli esercizi di sopravvivenza spirituale", in scena a Roma, lunedì 18 dicembre, a un anno dal debutto nella città, sesta replica della rassegna dopo le partecipate serate di Napoli, Milano, Catania e Bologna.

Lo spettacolo fa parte di un progetto di comunicazione più ampio, su scala nazionale, per sensibilizzare sulla Fibrosi Polmonare Idiopatica (vocisottacqua.org), a cura di Reverb con il contributo non condizionato di Boehringer Ingelheim e la collaborazione dell'associazione culturale Effetto Larsen.

Lunedì 18 il pubblico è invitato alla Sala MediCinema del Policlinico Universitario A. Gemelli dove, alle 20.30, sarà possibile assistere allo spettacolo Respirare sott'acqua, a cura dell'associazione culturale Effetto Larsen, protagonista Matilde Facheris, testo di Lorenzo Piccolo e regia di Matteo Lanfranchi.

Già dalle ore 19 gli ospiti saranno accolti con un aperitivo di benvenuto nel foyer della sala dove sarà presente anche l'Associazione pazienti "Un respiro di speranza" Onlus con una postazione informativa. In vista delle festività natalizie, i pazienti e i volontari dell'Associazione venderanno torrone e panettoni per finanziare le loro attività.

Il reading nasce dalle testimonianze e informazioni raccolte attraverso interviste condotte a medici e pazienti ed è in programmazione nelle principali città italiane per dare un supporto alle diverse associazioni pazienti del territorio nazionale. Oltre a sensibilizzare sulle tematiche legate alla patologia, l'appuntamento è un'occasione per supportare economicamente le associazioni coinvolte.

Il filo conduttore è il racconto di una persona sana che viene a contatto con la malattia dovendo svolgere un'indagine proprio attraverso delle interviste: è un piccolo viaggio di scoperta e confronto, che la porta inevitabilmente a domandarsi qualcosa anche di sé. Ciò offre, a chi del pubblico non conosca l'IPF, una sponda sicura cui aggrapparsi, potendo immedesimarsi con la protagonista.

A questa narrazione si alternano dei racconti "in prima persona", nati dalle testimonianze dirette, che danno conto delle sensazioni, delle immagini, dei momenti chiave di un percorso clinico così difficile, attraverso uno stile asciutto ma coinvolgente. 

I pazienti e familiari presenti nel pubblico hanno la possibilità di riconoscersi, di guardarsi, ma anche e soprattutto di ascoltare storie diverse dalla propria. Attraverso ricordi, sensazioni, paure, e perché no, qualche risata - frammenti di vita, in sintesi – la lettura racconta le storie di chi, tutti i giorni, respira sott'acqua.

L'evento è a ingresso gratuito con offerta libera non obbligatoria. Tutti i fondi raccolti sono devoluti all'associazione pazienti "Un Respiro di Speranza" Onlus di Roma.

L'associazione pazienti "Un respiro di speranza" Onlus di Roma ha finalità propositive con lo scopo di aiutare a sostenere i pazienti affetti da IPF aiutando loro e i familiari ad uscire da una condizione di isolamento.  L'obiettivo è stimolare le istituzioni, sensibilizzare le persone e promuovere la ricerca attraverso un percorso da condividere.

Reverb srl, realtà nata dal mondo delle arti performative, dal 2007 sviluppa progetti sulle relazioni: si occupa di comunicazione, eventi e formazione

L'associazione culturale Effetto Larsen nasce nel 2007 a Milano allo scopo di promuovere progetti di ricerca sui linguaggi performativi. In equilibrio tra teatro e performance, si muove tra palcoscenici e spazi urbani. Il lavoro della compagnia ha ottenuto premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, rappresentando anche l'Italia alla Biennale Giovani Artisti d'Europa e del Mediterraneo nel 2009.


--
www.CorrieredelWeb.it

Serie tv: "The Handmaid's Tale" si aggiudica 3 nomination ai Golden Globe dopo il trionfo agli Emmy. La seconda stagione torna ad aprile 2018 in contemporanea con gli USA

DOPO IL TRIONFO AGLI EMMY AWARDS 2017
THE HANDMAID'S TALE SI AGGIUDICA 3 NOMINATION AI GOLDEN GLOBE

LA SERIE TV TORNERÀ CON LA SUA SECONDA STAGIONE AD APRILE 2018 IN ESCLUSIVA SU TIMVISION, A MENO DI 24 ORE DALLA MESSA IN ONDA NEGLI USA.



Dopo aver trionfato agli Emmy Awards aggiudicandosi ben 8 riconoscimenti, "The Handmaid's Tale", la serie tv targata MGM Television ispirata all'omonimo romanzo di Margaret Atwood (in italiano Il racconto dell'ancella) si è aggiudicata anche 3 nomination ai Golden Globe. 
La serie tv, che tornerà con la sua seconda stagione ad aprile 2018 in anteprima esclusiva per l'Italia su TIMVISION a meno di 24 ore dalla messa in onda negli USA, nella cerimonia prevista per il prossimo 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel concorrerà per il titolo nelle seguenti categorie: "Miglior serie drammatica", "Miglior attrice protagonista in una serie drammatica" per Elisabeth Moss, "Miglior attrice non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione" per Ann Dowd.
La seconda stagione, attualmente in produzione, sarà focalizzata sulla gravidanza di Difred e sulla volontà di proteggere il suo bambino dalle terribili atrocità del regime di Gilead, lo Stato totalitario, militarizzato e misogino che ha trasformato le donne in oggetti di proprietà del regime, privandole di qualsiasi diritto.

"Gilead è dentro di te", uno dei motti preferiti di zia Lydia, si manifesterà in tutta la sua potenza in questo secondo capitolo. 
Difred, le ancelle e tutti i principali protagonisti saranno costretti definitivamente a combattere o soccombere a questa oscura verità.
"The Handmaid's Tale", che in questa seconda stagione sarà articolata su 13 episodi, è reduce dal trionfo agli Emmy Awards (8 riconoscimenti tra cui spiccano "Miglior serie drammatica" e "Miglior attrice protagonista" per l'interpretazione di Elisabeth Moss) e ai TCA Awards ("Miglior programma dell'anno" e "Miglior Drama"), mentre attende di sapere se le 3 nomination ai Satellite Awards (i premi della International Press Academy) e ai Critics' Choice Awards (i premi assegnati dalla critica USA), oltre alle 2 candidature incassate per il Writers Guild of America Awards, andranno ad ampliare il ventaglio di riconoscimenti ottenuti dalla serie tv.
"The Handmaid's Tale" è prodotta da MGM Television con distribuzione internazionale di MGM.



--
www.CorrieredelWeb.it

Teatro. Brancaccino Stand Up, Guzz! dal 14 dicembre

Giovedì 14 Dicembre ore 21.00
Venerdì 15 Dicembre ore 21.00
Sabato 16 Dicembre ore 20.00
Domenica 17 Dicembre ore 18.00

STAND UP, GUZZ!
di e con Paolo Guzzanti
a cura di Francesco Sala

Stand Up vuol dire "in piedi", ma anche: schiena dritta, non tipiegare. Il genere, nato in America, ha avuto in Italia un precursore come Ettore Petrolini

Paolo Guzzanti, che ha portato al Brancaccino nel 2015 "La Ballata del Prima e del Dopo" torna sul palcoscenico per lanciare una ridicola sfida alla tragedia umana partendo dalla domanda cui nessuno ha saputo rispondere: perché si ride? 

Per quale oscuro e ridicolo motivo il riso è già incluso nel nostro disco rigido?Ci hanno già provato Bergson e Freudma con risultati noiosissimi

Ci prova Guzzanti trattando l'umorismo come un'App che ci impone di forzare la rottura di ogni confine spingendo il ridicolo oltre limiti estremi ma sempre superati dall'ultima provocazione

La necessità di ridere è insopprimibile come la libido e ha portato a conseguenze terroristiche con la strage di Charlie Hebdo. Roghi, anni di prigione e di manicomio, domicilio coatto ed esecuzioni clandestine

Lo Stand Up cerca di sfondare l'ultima decenza esponendo se stesso al ridicolo, perché l'umorismo è prima un comico sacrificio umano

Guzzanti racconta la storia di quest'avventura partendo dagli stand up Neanderthal Cromagnon passando per Ettore Petrolini, gliamericani e il francese Gad Elmaleh, invadendo sgraziatamente la cristalleria delle psicoterapie e degli inganni linguistici, partendo dai tempi in cui esistevano le vocali, esistevano le consonanti, ma non esistevano le parole

In quegli oscuri millenni l'attore stand up veniva usato come scorta alimentare per gli inverni più rigidiLa messa in scena è curata da Francesco Sala.

BRANCACCINO
Via Mecenate 2, Roma 
Biglietto: 15,50 €
Card open 5 ingressi: 55 €

BOTTEGHINO DEL TEATRO BRANCACCIO Via Merulana, 244 – Roma 
tel 06 80687231 


--
www.CorrieredelWeb.it

Teatro Oscar "Lo schiaccianoci" in scena sabato 16 dicembre 2017 alle ore 16.00. Spettacolo per bambini dai 4 ai 10 anni

L'OSCAR PER TUTTI
Rassegna di Teatro Ragazzi - Stagione 2017-2018

SABATO 16 DICEMBRE 2017 ore 16.00
Teatro Oscar  Danza Teatro

LO SCHIACCIANOCI

Regia Vera Di Marco
Con Francesco Maria Conti, Vittoria Franchina, Milla Kyyro, Chiara Montanari, Marco Parisi, Domenico Pucci, Jessica Ravanelli, Gionata Soncini, Fabrizio Spica, Barbara Tiozzo

Drammaturgia Daniela Monico
Coreografie Monica Cagnani

Clara è una bimba sensibile e curiosa e, quando la vigilia di Natale trova sotto l'albero un insolito schiaccianoci con un mantello rosso come il cuore, due stivaletti lustri come una notte di luna e due file di denti forti e bianchissimi,  ci si affeziona immediatamente.


La sua avventura si svolge all'interno di un sogno fatto di innamoramenti, combattimenti e battaglie, rivelazioni e viaggi all'interno di mondi meravigliosi. 

E come spesso accade, il sogno e la realtà si confondono e l'oggetto inanimato finisce per assumere le sembianze umane di un bellissimo Principe.


Una storia tutta natalizia che, pur nella sua semplicità, cattura e affascina, grazie anche al prezioso contributo di Tchaikovsky e delle sue splendide musiche.

Dai 4 ai 10 anni
Teatro d'Attore e Danza

Costi singoli spettacoli:
Ingresso Spettacoli Intero 10€
Ingresso Spettacoli Ridotto 6€

TEATRO OSCAR
VIA LATTANZIO 58
20137 MILANO
02 5455511
335 5294652



Teatro Palladium: IL JAZZ INCONTRA I CARTOON (New Talents Jazz Orchestra, 17 dicembre)


Stagione artistica 2017/2018

Rassegna "Il jazz va al cinema"
Seconda edizione

Ideata e curata da Maurizio Miotti
Domenica 17 dicembre - ore 17
New Talents Jazz Orchestra
IL JAZZ INCONTRA I CARTOON 


Teatro Palladium - Università Roma Tre
Piazza Bartolomeo Romano 8, 00154 Roma

Al Teatro Palladium di Roma "Il Jazz incontra i Cartoon", in uno spettacolo per tutta la famiglia, che unisce la magia del jazz al divertimento del grande cinema d'animazione.

Domenica 17 dicembre alle ore 17 va in scena il terzo appuntamento con "Il jazz va al cinema", la rassegna ideata da Maurizio Miotti che vede la New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini eseguire musiche a tema cinematografico, mentre vengono proiettate foto di scena, locandine e spezzoni di film. 


Le prime due date hanno visto il tutto esaurito al Teatro Palladium, di fronte a un pubblico entusiasta ed emozionato, e tutto lascia pensare che anche il terzo show riscuoterà lo stesso successo.

Stavolta il tema è "Il jazz incontra i cartoon", per celebrare lo storico legame tra cartoni animati e grandi compositori di colonne sonore. Chi non ricorda il tema ideato da Henry Mancini per la Pantera Rosa, il lavoro di George Burns per "Gli Aristogatti", o le canzoni scritte dagli Sherman Brothers per "Il libro della giungla"?


Genitori e bambini potranno divertirsi a riscoprire il fascino delle musiche di cartoon che hanno fatto la storia, in un nuovo appuntamento con una delle orchestre più attive e coraggiose in Italia.

La New Talents Jazz Orchestra, nata nel 2012 sotto la guida del trombonista e arrangiatore Mario Corvini, non ha infatti mai smesso di sperimentare e cercare nuove strade e collaborazioni. Ha suonato con artisti quali Maurizio Giammarco, Javier Girotto o Stefano Di Battista, ha inciso gli album "Extempora" e "Omaggio a Duke Ellington", fino a essere scelta come orchestra residente della Fondazione Musica per Roma-Auditorium Parco della Musica. 


Nel 2016 la New Talents Jazz Orchestra ha iniziato a proporre al pubblico del Teatro Palladium i propri originali arrangiamenti dei classici nella rassegna "Il jazz va al cinema", che dopo "Il jazz incontra i cartoon", del 17 dicembre, si concluderà domenica 14 gennaio 2018 con "I compositori di Hollywood", un viaggio tra le creazioni di Bernard Herrmann, Alan Silvestri, John Williams, Ennio Morricone e Nino Rota.

Prezzi:
intero € 15 / ridotto € 10 / studenti € 5

Prevendite:
tel. 327 2463456 (orario 10:00-13:00 / 15:00 – 20:00)

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *