Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 27 settembre 2016

Astragali TEATRO: il 10 ottobre riparte LA SCUOLA DEGLI ATTORI


RIPARTE LA SCUOLA DEGLI ATTORI
2016/2017

Si avvia ad ottobre il nuovo anno di formazione teatrale per attori di Astragali Teatro, che da oltre trent’anni svolge la sua attività nel Salento e all’estero.

Lunedì 10 ottobre alle 17:00 presso il Teatro Paisiello Fabio Tolledi, regista della compagnia, presenterà il percorso di formazione, mentre martedì 11 e mercoledì 12 ottobre si terranno le selezioni per accedere alla scuola. 

Al termine dell’anno di formazione verranno selezionate due persone per entrare a far parte del gruppo degli attori della compagnia.

Aperto ad un massimo di 20 partecipanti dai 18 ai 26 anni, quest’anno il corso si terrà ogni lunedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:00 e sarà articolato in diverse attività, tutte finalizzate alla conoscenza del  lavoro dell’attore:  corpo e voce saranno al centro delle varie fasi del training che porteranno i partecipanti ad acquisire la presenza dello stare in scena e  la piena padronanza delle tecniche utilizzate.

Respiro, canto, lavoro sui risuonatori, movimenti strutturati nello spazio, lavoro sul ritmo, creazione di un’azione, lavoro sul testo sono gli elementi che verranno sviluppati durante il corso. Non è richiesta un’esperienza passata, solo tanto desiderio di apprendere un’arte antica, che nel tempo si è trasformata e si è aperta a nuovi modi di concepire l’evento teatrale.

Il corso sarà pratico e teorico e si nutrirà del ricco archivio di materiali a disposizione dei partecipanti.

I docenti del corso saranno Fabio Tolledi,  direttore artistico e regista della compagnia Astragali Teatro, che ha realizzato spettacoli, progetti artistici, conferenze in circa 30 paesi  nel mondo, le attrici Roberta Quarta e Lenia Gadaleta,  con oltre vent’anni di esperienza nazionale e internazionale in ambito teatrale, la prima  specializzata nel lavoro con la voce e il suono, la seconda nel training fisico e nel lavoro sul respiro.

Per informazioni 0832.306194 - 3209168440 oppure teatro@astragali.org


CHI E’ ASTRAGALI TEATRO
Nel nome Astràgali ricorda un gioco divinatorio, il gioco dei dadi con cui i greci interrogavano il futuro e il tempo, ma anche i dadi di cui parla Eraclito, di cui parlano i filosofi, di cui narra Dioniso. E gli ossi dei calcagni degli agnelli con cui gli antichi giocavano, e che poi nella lingua madre salentina sono diventati tuddhi. 

Astragali nasce nel 1981 a Lecce per fare teatro, per formare attori, per dare vita ad uno spazio di circolazione dei discorsi e delle pratiche, per elaborare progettualità, per tessere trame e relazioni. Dal 1985 è riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come compagnia teatrale d'innovazione. 

Dal 2012 è sede del Centro Italiano dell’International Theatre Institute dell’UNESCO. E' membro della Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue between Cultures. 
 
Uno spazio teatrale, come spesso raccontano le leggende dei teatri, è soprattutto una sorta di stazione in terraferma dove molti arrivano, molti partono, qualcuno resta. 

Il primo progetto di Astràgali, realizzato nel 1984, si chiama “Rito Tragedia Rito” ed è un percorso circolare di interrogazione sul teatro e le sue pratiche, che riesce a fare arrivare in questo lembo di Puglia l'esperienza indiana di Sanjukta Panigrahi e Ragunath Panigrahi, l'Opera dei Pupi di Palermo, l'équipe “L'Avventura” di Jerzy Grotowski, studiosi del teatro di tutto il mondo, critici teatrali, osservatori. Da allora Astràgali è stato soprattutto questo. 

Un luogo della ricerca teatrale, con un versante produttivo originale, che, con l'arrivo nel 1992 di Fabio Tolledi, scrittore, poeta, drammaturgo, si è particolarmente declinato sul versante del teatro poesia, un luogo vivo al centro della città, dove incrociare discorsi, esperienze, saperi. 

Amiamo la pratica del bordo, dice Fabio Tolledi, l'unica oltretutto che possa riuscire a fare parlare le molte voci della postmodernità. E ancora: Per noi il teatro è quello spazio dove il lavoro dell'attore può incontrare lo sguardo dello spettatore, una pratica di conoscenza.

Un luogo possibile di incontro dei pensieri, e, sul versante teatrale, la scommessa mai sopita di un teatro vivo, sfida che ha portato Astràgali a visitare teatralmente, e praticamente da pionieri, alcuni degli spazi architettonici più affascinanti o desueti o dimenticati del Salento e ad aprirsi ad una pratica sincretica di scambi e di incroci culturali, soprattutto con i paesi dell'area del Mediterraneo. 

Astràgali lancia la sfida di un nuovo percorso, dove il rigore della ricerca viene premiato. Un percorso che vede Astràgali costruire, tassello dopo tassello, una nuova pratica di rete culturale internazionale, soprattutto nell'area Euro-Mediterranea assieme ad artisti, teatri, studiosi, musicisti, ricercatori.

Fra gli spettacoli realizzati in questi anni, per la regia di Fabio Tolledi, possiamo citare: Ali- questo corpo, questo fuoco, La Betissa (da un poema di Antonio Verri), Mistero Buffo (Schizzo Majakowskij), Nos - l'architettura degli amanti, Q - il cantico dei cantici per lingua madre, Le Vie dei Canti, Porca Miseria- le comiche storie del tragico sud,  Antigone-anatomia della resistenza dell’amore, Doni di guerra,  Ulysses’ gramophone- the Wake, Persae, Noi, emigranti, Lysistrata-primo studio sull’oscenità del potere, Divenire animale, Metamorfosi.

Fra i numerosi eventi ricordiamo La Notte dei Poeti, Scene del desiderio, Tamburi e coltelli, Le Terre di Mezzo e i due progetti pilota realizzati per conto del Ministero degli Affari Sociali e dal Ministero della Pubblica Istruzione: I giardini delle meraviglie e Progetto in viaggio

Un'esperienza molto importante, quest'ultima, che ci ha consentito di lavorare con un gruppo di giovani kosovari, albanesi e curdi e che ha avuto come ulteriore esito la traduzione da parte di Roberta Quarta e Fabio Tolledi del libro di Shkelzën Maliqi Kosovo- alle radici del conflitto (Besa editore).

Nel 2003-04 compie un percorso tra le culture che attraversano il Mediterraneo, assieme a partner di Italia, Grecia, Cipro, Spagna, nel progetto Sulle tracce di Dioniso- i porti del mediterraneo

Dal lavoro comune fatto nel corso di questi progetti con artisti, musicisti, attori è nato lo spettacolo Antigone- anatomia della resistenza dell'amore, per la regia di Fabio Tolledi, che partendo dal testo di Sofocle, e intrecciando altri testi contemporanei come La tomba di Antigone di Maria Zambrano, si interroga sul destino dell'uomo e sulla possibilità ineludibile di un atto amoroso di rivolta. 

Il lavoro realizzato a Cipro segna un'altra tappa fondamentale nel nostro percorso di ricerca artistica nel Mediterraneo. 

Il laboratorio, svolto con un gruppo di attori e attrici, che avevano vissuto l'esperienza drammatica della guerra, segna ancora maggiormente il nostro lavoro nella direzione di un impegno concreto sulle realtà del conflitto nel Mediterraneo.

L’interrogazione sulla contemporaneità porta, inoltre, la nostra compagnia ad affrontare questioni cruciali connesse ai conflitti, alla migrazione, alle frontiere politiche e sociali che dividono forzatamente i popoli. 

Attraverso numerosi progetti internazionali (molti dei quali sostenuti dall’Unione Europea), tra cui Il corpo dell’arte,Teatri di guerra- pratiche di pace, War gifts, Persae, Le rotte di Ulisse- per una critica della violenza, Front-frontier, Roads and desires-theatre overcomes conflict, H.O.S.T.- Hospitality Otherness Society Theatre, Stories of stars and acrobats, WALLS-Separate Worlds, Astragali unisce la pratica del teatro a quella di una interrogazione reale del presente, attraverso azioni teatrali che si misurano con urgenze sociali e politiche, e che portano la compagnia in molti paesi europei, extra-europei e in zone di conflitto, tra cui Grecia, Cipro, Francia, Spagna, Germania, Belgio, Repubblica Ceca, Albania, Turchia, Palestina, Siria, Giordania, Iraq, Tunisia, Brasile, Cina.  
 
Il percorso teatrale e culturale di Astragali continua  anche ad innervarsi nel territorio attraverso la partecipazione alla rete di residenze teatrali Teatri abitati, con la residenza realizzata, in collaborazione con il Comune di Lecce, presso il Teatro Paisiello. 
 
 
 
Lunedì 10 ottobre ore 17:00 c/o Teatro Paisiello via G. Palmieri (Le) – Presentazione (Ingresso gratuito)
Martedì 11 e mercoledì 12 ore 09:00 – Selezioni (Ingresso gratuito)

Orari della scuola: da lunedì 17 ottobre ogni lunedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:00
IN SEDE via G. Candido, 23 – Lecce

TEATRO QUIRINO: 'Mi chiamo Lina Sastri" Spettacolo in musica e parole in sette quadri a Roma, dal 4 al 9 ottobre 2016

Ente teatro Cronaca Vesuvio Teatro

LINA SASTRI

Mi chiamo Lina Sastri

spettacolo in musica e parole in sette quadri

scritto e diretto da Lina Sastri
idea scenica e disegno luci Alessandro Kokocinski
direzione musicale e arrangiamenti Maurizio Pica
con 

Filippo D'Allio, chitarra 
Gennaro Desiderio, violino
Salvatore Minale, percussioni
Gianni Minale, fiati 

Pino Tafuto, piano 
Antonello Buonocore, contrabbasso

Il titolo trae spunto dalla risposta che l’amata artista partenopea è costretta a dare a chi, ancora oggi, le chiede come si chiama, ricordando di lei la voce e il volto ma non il nome.

Dopo un’intensa stagione dedicata alla prosa, Lina Sastri torna felicemente alla musica. Con lei 6 musicisti che da sempre la accompagnano nel suo viaggio artistico. 


La musica è quella della sua terra, Napoli vecchia e nuova, cantata alla sua maniera, a volte con un solo strumento, a volte con una festa di suoni, seguendo l’essenza interpretativa che il testo e le note – insieme allo spazio del tempo e del luogo in cui la esegue – le suggeriscono. 

Le parole sono suoi “pensieri all'improvviso”, poesie, monologhi, immagini e una sola citazione di teatro di tradizione che, insieme alla musica che mai tace e che si snoda, diventa teatro. Un racconto sul filo delle emozioni, della bellezza e dell’arte che, in Napoli, trova ispirazione e complemento.
Note di regia
Verso la musica, verso il mare, verso il miracolo della vita e della rinascita...

Con i sogni spezzati sulle spalle e con le stelle in mano. E il cuore che sorride spalancato, spezzato. Ma palpitante. Quando sento le lacrime so che ancora sono viva!

Tributo all'anima femminile, all'amore, alla solitudine, alla ferita, alla sconfitta, alla rinascita, alla speranza, al coraggio.

Penso e scrivo per immagini, e, in questo spettacolo, ulteriore tappa del mio percorso di teatro musica, il racconto è come sempre onirico, poetico, istintivo: dalla strada alla memoria e all'amore, dal mare, al cielo e a chi lo abita, alla terra nostra e a chi viene e a chi va, dalle ferite alla consolazione, fino alla rinascita e alla speranza.

Ritorno con gioia ad avvalermi del magico apporto delle scene e delle luci del maestro Alessandro Kokocinski e della direzione musicale e arrangiamenti del maestro Maurizio Pica. Con me in scena, i musicisti che mi accompagnano da anni con il loro fondamentale apporto e.. qualche sorpresa che come sempre riservo a me stessa e al pubblico.

Il seme, gettato in questo spettacolo, è nuovo, e mescola la musica di tradizione a quella del presente, ma senza fratture, in continuità musicale, armonica ed emotiva.

Le parole sono mie, quasi sempre in versi, ma necessaria arriva la citazione del teatro di tradizione che ho avuto la fortuna e il privilegio di vivere e conoscere.

Ecco, questa sono io, ora... e mi chiamo Lina Sastri.

Lina Sastri

Dal 4 al 9 ottobre 2016


TEATRO QUIRINO
Via delle Vergini, 7 – Roma
Dal martedì al sabato ore 21, giovedì e domenica ore 17
Biglietti da € 30 a € 19

AL VIA LA NUOVA TRASMISSIONE DI RADIO PLAY TIME domani dalle 21.00 alle 23.00...un sicuro successo per l'autore della LA VIA DEI MIRACOLI ed INVALIDO D'AMORE interamente consacrato alla sua amatissima moglie.

"FAVOLE, RACCONTI E NARRAZIONI CON LA CODA. L'altro mondo di Cyrano". Una nuovissima trasmissione radiofonica su RADIO PLAY TIME (www.radioplaytime.net) a cura dell'autore Andrea Brusa. Dice Lo scrittore ed ora anche conduttore radiofonico "tutte le poesie che verranno messe in onda le dedico a mia moglie CHIARA con immenso ed eterno Amore".

Narrazione, canto e musica... tenere storie ricche di divertimento, magia e poesia: il gioco teatrale stuzzica la risata ma anche la commozione, e soprattutto conduce a sorpresa verso l'ascolto di musica fuori dalle consuete abitudini, proponendo arie da cinema che, mescolate all'azione dei personaggi, alle poesie, ai racconti... ecc, rendono coinvolgente la narrazione divertendo. Un girotondo di parole con fiabe, novelle, poesia, teatro, cinema, musica, cultura e arte, storie e interviste, profumi e strane vicende il cui filo conduttore è l'amore a 360 gradi come spinta inesauribile ed imprescindibile della creazione artistica e della vita d'ogni uomo. Con artista si indica generalmente una persona la cui attività si esprime nel campo dell'arte. Nel senso più ampio l'artista è una persona che esprime la sua personalità attraverso un mezzo che può essere un'arte figurativa o performativa. La parola viene usata anche come sinonimo di creativo.
In un senso più stretto si definisce artista un creatore di opere dotate di valore estetico nei campi della cosiddetta cultura alta, come la pittura, la musica, l'architettura, il disegno, la scrittura, la scultura, la danza, la regia (cinematografica, teatrale e televisiva), la fotografia, la recitazione.
MA CHI È L'ARTISTA AI GIORNI NOSTRI? Troppi abusano del titolo di artista. Non potremmo ovviamente trattare tutte le forme artistiche ma ci concentreremo su cosa significhi ai giorni nostri fare arte quanto meno in campo musicale, teatrale, cinematografico, letterario e pittorico.

Tutti i mercoledì sera dalle 21.00 alle 23.00 su www.radioplaytime.net
A cura dell'UFFICIO STAMPA DELL'AUTORE

Musical Experience Academy - 10 Ottobre la scadenza per le audizioni

musical-experience-academy-10-ottobre-la-scadenza-le-audizioni
Tortoreto, 27 Settembre 2016. Si avvicina il termine ultimo, fissato al 10 ottobre 2016, per iscriversi alle audizioni di selezione della Musical Experience Academy, la prima scuola di musical in provincia di Teramo, uno spazio interamente dedicato a tutti i giovani appassionati di danza, musica e teatro nella forma più spettacolare e completa.

L'Accademia mira alla formazione professionale di giovani artisti con spiccate doti per il mondo del musical e, più in generale, dell'intrattenimento. 

Un programma biennale che consentirà a tutti gli allievi, guidati da professionisti del campo, di crescere dal punto di vista artistico, culturale e umano, imparando metodi pratici indispensabili nel mondo dello spettacolo. 

La filosofia dell'Accademia è quella del learning by doing: i giovani artisti saranno sin da subito coinvolti nella preparazione e conseguente messa in scena di uno spettacolo: non un semplice saggio di fine anno, ma un vero e proprio musical professionale!

La scuola è aperta a tutti coloro che abbiano compiuto 17 anni di età, previo superamento dell'esame di ammissione

Per tutti i giovani che volessero sostenere l'audizione, è possibile iscriversi sul sito ufficiale della scuola www.meacademy.it o richiedere informazioni scrivendo a audizioni@meacademy.it

E allora… a tutto musical!


--
www.CorrieredelWeb.it

"Milano: finalmente a teatro con tutta la famiglia"

3° Concorso Nazionale di Teatro Amatoriale IL CEDRO D'ARGENTO


Avvicinarsi al piacere di uscire di casa ed andare a teatro, ritrovarsi con il vicino di casa, con la famiglia , rilassarsi e divertirsi con uno serie di spettacoli, certo a livello amatoriale, ma a nostro parere, di alto livello per chi, come noi, piace divertire e far divertire..... il tutto con un prezzo accessibile a tutte le tasche.....

Al via domenica 9 ottobre alle 15.30, presso il CineTeatro Maria Regina Pacis, in via Kant 8, a Milano, la 3° edizione del Concorso Nazionale di Teatro Amatoriale IL CEDRO D'ARGENTO.

Più di 45 Compagnie iscritte a questo Concorso che, anno dopo anno, diventa sempre piu' ambito dalla Compagnie Teatrali Amatoriali non solo della Lombardia, ma anche del Piemonte, della Liguria, della Tosacana e del Lazio

Ecco le date : 


 Domenica 9 ottobre 2016 - ore 15.30 - LA PAURA NUMERO UNO -
                                                                 Comp. Teatrale IL PROLOGO

Domenica 23 ottobre 2016 - ore 15.30- FUNNY MONEY -
                                                                 Comp. Teatrale INSTABILE DI MONTESIRO

Sabato    5 novembre 2016 - ore 21.00- GLI ALLEGRI CHIRURGHI -
                                                                 Comp. Teatrale GTTEMPO

Domenica 20 novembre      - ore 15.30 - FIORI AMORI E INGANNI -
                                                                  Comp. Teatrale SESTO ATTO

DOMENICA 27 NOVEMBRE - ORE 15.30 - SPETTACOLO DI INTRATTENIMENTO
- PREMIAZIONI DEL CONCORSO alla presenza di Autorità Cittadine e di Zona
- RINFRESCO

- Premio al miglior spettacolo con assegno di Euro 500,00.-
- Targa al miglior attore/attrice
- Targa gradimento del pubblico
- Targa alla miglior regia

*** ATTENZIONE *** *** ATTENZIONE ****** ATTENZIONE ***

E' stata aperta anche la campagna ABBONAMENTI :

Abbonamento a 5 spettacoli :
35 Euro - Biglietto Intero
25 Euro - Biglietto Ridotto

- Prenotazioni :

Inviare un 'email a : prenotazionimrp@gmail.com
indicando cognome e numero dei partecipanti.
Verrà inviata un'email di conferma con l'indicazione dei posti assegnati. Il giorno dello spettacolo ricordarsi di portare l'email di conferma.

Vi aspettiamo in teatro per trascorrere pomeriggi e serate assieme

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI