CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

mercoledì 29 giugno 2011

"BRIC-À-BRAC": FRANCO HÜLLER TORNA IN ITALIA CON UNA PERSONALE IN VENETO

L’artista modenese Franco Hüller torna in Italia con la sua prima personale dopo il trasferimento a Praga, dove oggi vive e lavora: inaugura giovedì 30 giugno (ore 18) all’Auditorium di Piove di Sacco (PD) Bric-à-Brac, la mostra pensata dallo studio di comunicazione veneziano Charta Bureau per la terza edizione di “SCENE DI PAGLIA” il “Festival dei Casoni e delle Acque” diretto da Fernando Machiori (in nove comuni del Padovano, dal 30 giugno al 9 luglio).
L’inaugurazione dell’esposizione costituisce l’apertura ufficiale del festival: “SCENE DI PAGLIA” ha voluto infatti dedicare una mostra a Hüller , la cui opera “Uomo delle stelle” (andata distrutta) è l’immagine-icona del festival fin dalla prima edizione. A Piove di Sacco quell’“Uomo delle stelle”, perduto con l’intero ciclo figurativo “Thoughts for sale” (il primo di Hüller a Praga), verrà riprodotto dall’artista sul portone esterno dello spazio espositivo, a grande dimensione, per un progetto di forte impatto. Un regalo simbolico alla città, un’immagine rivolta alla strada, che sarà anche il primo invito a chi accede alla visione dell’evento.

L’allestimento di Bric-à-Brac ricerca un legame fragile tra visione e senso, giocando sull’accostamento tra immagine e vuoto, tra depigmentazione ed esplosione di colore. Hüller accosta metallo, legno, cartongesso, pelouche e pennelli in uno spazio svuotato di contesto. In uno spazio reinventato da una struttura metallica, fatiscente nell’apparenza, precaria nella sostanza. È un vuoto imbiancato, estetizzato. E uno scheletro bianco regge pesanti pannelli neri dipinti legati da cavi metallici a vista. Tutto l’allestimento grava su pareti posticce, su fondali scenograficamente votati alla finzione, che delimitano uno spazio-nellospazio. E dentro il non-luogo, una galleria a fondo nero accompagna lo sguardo verso il fuoco della prospettiva, dove esplode il colore. In questo allestimento domina uno sguardo al teatro, alla scenografia, alla messinscena che sviluppa lo spazio in due momenti distinti: un percorso e una scena, statica e definitiva.
Una mise en scène fatta di pittura e di un puppet rosa, un bric-à-brac di intenzioni e progetti che induce al sorriso, alla tristezza, al silenzio. Tutto si gioca sulla reazione del passante.

L’ingresso alla mostra Bric-à-Brac è gratuito.

Informazioni e prenotazioni
T. 049.9709319 - 049.9709337
sms 3351836774
cultura@comune.piove.pd.it
www.comune.piovedisacco.pd.it
www.comune.codevigo.pd.it


L’edizione 2011 di SCENE DI PAGLIA, intitolata “Piccole virtù”, attraversa il confronto tra culture diverse: si intrecceranno alle parole di grandi autori veneti, come Dino Buzzati (con il lavoro di Vasco Mirandola e Piccola Bottega Baltazar) e Luciano Cecchinel (nell’interpretazione di Sandro Buzzatti), storie provenienti dalla Slovacchia (Katarina Aulitisová e Divadlo Piki), dal Senegal (Takku Ligey Théâtre), dall’Argentina (César Brie).
SCENE DI PAGLIA ospiterà cinque prime regionali, due prime assolute - firmate da Gigio Brunello e il Gran Teatrino della Marignana per i 150 anni dell’unità d’Italia e da Massimiliano Donato per il Centro Teatrale Umbro - e una creazione in anteprima per il festival: il primo assolo di “120 CHILI DI JAZZ”, interpretato da César Brie.
Il festival si svolge dal 30 giugno al 9 luglio nel territorio della Saccisica (provincia di Padova) ospitato in casoni di campagna e di barena, barchesse, corti, parchi, argini, golene, per una manifestazione in simbiosi con i luoghi in cui è ambientata, con le loro tradizioni e i loro abitanti.

SCENE DI PAGLIA è su Facebook: digitare Scene Di Paglia nel motore di ricerca interno.



SCENE DI PAGLIA 2011 – inserito nella RetEventi della Provincia di Padova - è promosso dai Comuni di Piove di Sacco, Codevigo, Arzergrande, Pontelongo, Legnaro, Brugine, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Candiana e Bovolenta, con Regione del Veneto, Provincia di Padova, RetEventi, Turismo Padova Terme Euganee, Bacino Turistico della Saccisica, Bacino Bibliografico della Saccisica e del Conselvano; con il sostegno del Centro Commerciale Piazzagrande, della Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco e di Acegas-Aps; in collaborazione con Gruppo del Cason, Associazione Anziani della Saccisica “Mario Cappellari”, Legambiente Gruppo Arca di Noè - Associazione Nuova Scena, Nairi onlus, Pro Loco Codevigo Comitato della biblioteca di Bovolenta, Amici della biblioteca di Legnaro, Pro Loco Candiana.

DANTE CIGARINI, SANDRO BUZZATTI E GIGIO BRUNELLO I PROSSIMI PROTAGONISTI DI "SCENE DI PAGLIA"

Dall’omino del Tacabanda di Dante Cigarini che cammina per le strade suonando un organetto a manovella, alle vicende di un avo emigrato in un’America forse mai esistita interpretate da Sandro Buzzatti, fino ad arrivare ad un immaginario dialogo tra Gesù Nazareno e Pinocchio incarcerati, con i burattini di Gigio Brunello: sono questi i protagonisti e le storie che sabato 2 e domenica 3 lugliosaliranno sui palcoscenici di SCENE DI PAGLIA, il “Festival dei casoni e delle Acque” nelle terre della Saccisica curato da Fernando Marchiori.

Sabato 2 luglio, alle ore 11, Dante Cigarini animerà il centro storico di Piove di Sacco (PD) con “IL CONTASTORIE”: suonando l’organetto, i piatti e la grancassa, chiamerà a raccolta grandi e piccini per raccontare vecchie storie e mostrare trucchi e mirabilie dei tempi che furono. Nella prima parte dello spettacolo, il Contastorie proporrà la sua musica itinerante per le vie del paese, sotto i portici, tra i banchi del mercato; nella seconda parte gli spettatori, disposti in cerchio attorno a lui, lo vedranno animare i più strani personaggi con la tecnica del ventriloquo, ovvero con l’arte, molto antica e oggi poco conosciuta, di far parlare gli oggetti e i pupazzi.

La sera di sabato, alle ore 21, SCENE DI PAGLIA prosegue nella Corte Benedettina della Biblioteca Comunale di Legnaro (PD) con Sandro Buzzatti in “LUNGO LA TRACCIA”, scritto dal poeta Luciano Cecchinel. Tratto dall’omonima raccolta di liriche, pubblicata da Einaudi nel 2005, lo spettacolo è “un viaggio-pellegrinaggio in un’America che non esiste più, o che forse non è mai esistita, seguendo le tracce di un avo emigrato negli Stati Uniti nei primi anni del Novecento”. Fra sogni, suggestioni letterarie e folkloriche, questo è il filo narrativo del libro di Cecchinel come dello spettacolo. Un racconto sull’emigrazione veneta libero dalla retorica, che Buzzatti interpreta con riconoscenza, accompagnato dalle musiche di Francesca Gallo (fisarmonica e voce) e Andrea Facchin (chitarra e voce).
Al termine dello spettacolo Luciano Cecchinel incontrerà il pubblico insieme allo studioso Matteo Giancotti.

Domenica 3 luglio (ore 21) il primo finesettimana di SCENE DI PAGLIA si concluderà con Gigio Brunello e il Gran Teatrino della Marignananella Piazza Matteotti di Bovolenta (PD), sotto i bastioni del castello: “BEATI I PERSEGUITATI DALLA GIUSTIZIA PERCHÉ DI ESSI È IL REGNO DEI CIELI” è il titolo dello spettacolo in cui baracca e burattini si prestano, con coraggiosa irriverenza, a diventare lo scenario inedito di un colloquio tra il burattino più famoso del mondo e il Figlio dell’Uomo, intorno a una delle più toccanti beatitudini del Vangelo, quella che rende omaggio ai perseguitati a causa della giustizia. Gesù e Pinocchio, entrambi “figli di falegnami” e qui entrambi imprigionati, sorprendono per quante cose hanno da dirsi; non si fermerebbero più, parlano anche attraverso i muri: uno spettacolo, scritto da Brunello insieme a Gyula Molnár che lo dirige, i cui personaggi “indomabili, dal fondo delle opprimenti celle buie, non cessano di evocare abbaglianti paesaggi di luce e libertà” (Hystrio, 2010).


L’ingresso agli spettacoli è gratuito.


Informazioni e prenotazioni
T. 049.9709319 – 049.9709337
sms 3351836774
cultura@comune.piove.pd.it
www.comune.piovedisacco.pd.it
www.comune.codevigo.pd.it

SCENE DI PAGLIA è su Facebook: digitare Scene Di Paglia nel motore di ricerca interno.

SCENE DI PAGLIA 2011 – inserito nella RetEventi della Provincia di Padova – è promosso dai Comuni di Piove di Sacco, Codevigo, Arzergrande, Pontelongo, Legnaro, Brugine, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Candiana e Bovolenta, con Regione del Veneto, Provincia di Padova, RetEventi, Turismo Padova Terme Euganee, Bacino Turistico della Saccisica, Bacino Bibliografico della Saccisica e del Conselvano; con il sostegno del Centro Commerciale Piazzagrande, della Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco e di Acegas-Aps; in collaborazione con Gruppo del Cason, Associazione Anziani della Saccisica “Mario Cappellari”, Legambiente Gruppo Arca di Noè – Associazione Nuova Scena, Nairi onlus, Pro Loco Codevigo Comitato della biblioteca di Bovolenta, Amici della biblioteca di Legnaro, Pro Loco Candiana.

“SCENE DI PAGLIA” APRE CON UN RESPIRO INTERNAZIONALE: IN PRIMA REGIONALE DIVADLO PIKI. POI VASCO MIRANDOLA

Apre con un carnet di eventi dal respiro internazionale la terza edizione di SCENE DI PAGLIA, il “Festival dei casoni e delle Acque” nelle terre della Saccisica curato da Fernando Marchiori.
I primi due giorni di programmazione, il 30 giugno e il 1 luglio - a Piove di Sacco, Sant’Angelo di Piove di Sacco e Pontelongo (PD) – il pubblico è invitato all’inaugurazione di “Bric-à-Brac” - la mostra firmata dall’artista Franco Hüller -, a conoscere la grande tradizione del teatro di figura dell’Est ruropeo con gli slovacchi Divadlo Piki in prima regionale, e ad assistere alla dedica a Dino Buzzati di Vasco Mirandola e della Piccola Bottega Baltazar,

Giovedì 30 giugno (ore 18) l’inaugurazione, all’Auditorium di Piove di Sacco, della personale di Franco Hüller, artista modenese di stanza a Praga, aprirà ufficialmente il festival. “Bric-à-Brac” - la prima mostra in Italia dopo il trasferimento nella capitale boema - nasce dall’incontro con “l’uomo delle stelle” che era parte di un’opera di Hüller (oggi distrutta) e che, fin dalla prima edizione, è stata l’immagine-icona del festival. Oggi quell’“uomo delle stelle”, perduto con l’intero ciclo figurativo “Thoughts for sale” (il primo di Hüller a Praga), verrà riprodotto in esterni a grande dimensione, per un progetto di grande impatto pensato dallo studio Charta Bureau: un regalo alla città, un’immagine rivolta alla strada, che sarà anche il primo invito a chi entra nella visione dell’evento.
La giornata di Festival proseguirà poi alle 21 al Casone Rosso di Piove di Sacco con Katarína Aulitisová per la compagnia slovacca Divadlo Piki, a SCENE DI PAGLIA in prima regionale con “NOVE MESI”. Uno spettacolo delicato e divertente, applaudito e premiato in molti Paesi, che vuole fare chiarezza una volta per tutte: niente cicogne, niente ritrovamenti sotto un cavolo; tutti i bambini – inglesi e francesi, poveri e ricchi, bianchi e neri – vengono al mondo nello stesso modo. Ma prima devono trascorrere nove mesi felici, eccitanti e qualche volta un po’ pericolosi, nelle pance delle loro mamme.

Divadlo Piki offrirà al pubblico l’occasione di conoscere la tradizione del teatro di figura dell’Est europeo, e sarà protagonista del festival in prima regionale anche il giorno successivo, venerdì 1 luglio, con “PASKUDARIUM” di Katarína Aulitisová: in scena alle 17 a Casa Caprari Maritan di Sant’Angelo di Piove di Sacco, lo spettacolo è un divertente “percorso di rieducazione” per bambini disobbedienti. Paskudarium infatti è un museo fondato da un esperto di disobbedienza infantile, il professor Selfeater, che è stato anche lui da bambino un mascalzoncello disobbediente che per di più diceva le parolacce. I piccoli spettatori saranno guidati allora in uno speciale tour teatrale all’interno del museo.
Per accompagnare i bambini a questo spettacolo, SCENE DI PAGLIA ha organizzato il “Pulmino dei birichini”, per un minitour che partirà da piazzale Serenissima a Piove di Sacco alle ore 16.00 per poi effettuare le seguenti fermate: 16.15 biblioteca di Brugine, 16.30 biblioteca di Legnaro, 16.40 biblioteca di Sant’Angelo di Piove, 16.50 arrivo alla casa Caprari Maritan di Sant’Angelo di Piove.
La giornata di venerdì 1 luglio si concluderà alle 21 nella Barchessa di Villa Contarini di Pontelongo, con l’omaggio di Vasco Mirandola e della Piccola Bottega Baltazar a Dino Buzzati: “MOSTRI, MIRACOLI E MISTERI” è infatti il titolo scelto dai protagonisti per un universo di storie e musiche abitato da strane creature marine, contesse inseguite dai lupi, insetti che vivono tra le pieghe del pensiero, pettirossi giganti, innocenti fanciulle, e santi. Parole e suoni che suggeriscono “l’inquietudine dell’inatteso, il rotolare del tempo, incubi, strane visioni, mostri improvvisi, lo spavento che scaturisce da una smagliatura della norma, la magia racchiusa nell’ovvio”, per omaggiare uno dei grandi scrittori del Novecento italiano.


BRIC À BRAC
Esposizione di Franco Hüller

Franco Hüller dedica a SCENE DI PAGLIA una mise en scène fatta di pittura e di un puppet rosa, un bric-à-brac di intenzioni e progetti che induce al sorriso, alla tristezza, al silenzio. Tutto si gioca sulla reazione del passante.
L’allestimento di questa personale ricerca un legame fragile tra visione e senso, giocando sull’accostamento tra immagine e vuoto, tra depigmentazione ed esplosione di colore. Hüller accosta metallo, legno, cartongesso, pelouche e pennelli in uno spazio svuotato di contesto. In uno spazio reinventato da una struttura metallica, fatiscente nell’apparenza, precaria nella sostanza. È un vuoto imbiancato, estetizzato. E uno scheletro bianco regge pesanti pannelli neri dipinti legati da cavi metallici a vista. Tutto l’allestimento grava su pareti posticce, su fondali scenograficamente votati alla finzione, che delimitano uno spazio-nellospazio. E dentro il non-luogo, una galleria a fondo nero accompagna lo sguardo verso il fuoco della prospettiva, dove esplode il colore. In questo allestimento domina uno sguardo al teatro, alla scenografia, alla messinscena che sviluppa lo spazio in due momenti distinti: un percorso e una scena, statica e definitiva.

Ingresso gratuito agli spettacoli e alla mostra.


Informazioni e prenotazioni
T. 049.9709319 - 049.9709337
sms 3351836774
cultura@comune.piove.pd.it
www.comune.piovedisacco.pd.it
www.comune.codevigo.pd.it

SCENE DI PAGLIA è su Facebook: digitare Scene Di Paglia nel motore di ricerca interno.




SCENE DI PAGLIA 2011 – inserito nella RetEventi della Provincia di Padova - è promosso dai Comuni di Piove di Sacco, Codevigo, Arzergrande, Pontelongo, Legnaro, Brugine, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Candiana e Bovolenta, con Regione del Veneto, Provincia di Padova, RetEventi, Turismo Padova Terme Euganee, Bacino Turistico della Saccisica, Bacino Bibliografico della Saccisica e del Conselvano; con il sostegno del Centro Commerciale Piazzagrande, della Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco e di Acegas-Aps; in collaborazione con Gruppo del Cason, Associazione Anziani della Saccisica “Mario Cappellari”, Legambiente Gruppo Arca di Noè - Associazione Nuova Scena, Nairi onlus, Pro Loco Codevigo Comitato della biblioteca di Bovolenta, Amici della biblioteca di Legnaro, Pro Loco Candiana.

martedì 28 giugno 2011

Corsi Teatro Comico-COMEDY CLUB ESTATE PER PROVINI TELEVISIVI 18-20 LUGLIO

18-19-20 Luglio
COMEDY CLUB ESTATE
lab comico finalizzato alla preparazione di provini televisivi
docenti
Max & Francesco Morini

Settembre si avvicina e si avvicinano anche i provini e i laboratori delle più importanti trasmissioni televisive. E non solo, ripartono anche le selezioni dei Festival di Comicità nazionali.
Per questo il Comedy Club Estate può esserti molto utile: 12 h Full Immersion per costruire il tuo repertorio con Max & Francesco Morini, autori e direttori dell ' Accademia Comico Roma
e per affrontare le scadenze importanti del tuo percorso artistico e professionale con più forza, maturità e consapevolezza.

Programma
Nel corso del Laboratorio ciascun allievo, partendo dal suo potenziale, dal suo stile e dal suo repertorio,costruirà una performance comica da proporre a provini televisivi e selezioni.
Durante il Laboratorio verrano introdotti i seguenti elementi teorici base:
Attesa, Disattesa, Rottura
I Meccanismi della Comicità
Caricatura e Parodia
Battute e Situazioni
Scrivere Comico e Sintesi Comica
Doppi Sensi, Giochi di Parole, Letteralizzazioni
Bianco e Nero-Colore
Montaggio Cinematografico e Partitura Musicale
Improvvisazione e Rapporto con il Pubblico
I Generi della Comicità

PROMOZIONE ESTATE 2011
per info ed iscrizioni
Accademia Comico Roma
direzione Max & Francesco Morini
3471222239
accademiacomico@morinibros.it
www.morinibros.it

ESTATEATRO A CASSANO VALCUVIA (Va)

DOMENICA 10 LUGLIO 2011

A CASSANO VALCUVIA (Va)

IL TEATRO SI COSTRUISCE,

SI IMPARA, SI AMMIRA E SI GIOCA

CON PROMOARTE – TEATRO PERIFERICO

Con “ESTATEATRO” il paese si anima di mostre, laboratori e spettacoli per grandi e piccini.

“ESTATEATRO” è il titolo della manifestazione pensata per regalare a tutta la famiglia una giornata di svago, divertimento e cultura.

Un ricco programma d’iniziative, promosse dal Comune di Cassano Valcuvia in collaborazione con la residenza teatrale Promoarte – Teatro Periferico, animerà l’intero paese.

Con carta e colori si potrà imparare a costruire un piccolo teatro da portare a casa, tra i boschi attorno alla preziosa chiesetta di San Giuseppe si potranno scoprire angoli di natura suggestiva partecipando ad una simpatica rappresentazione teatrale con gli attori della compagnia del Teatro Periferico.

Nello storico teatro comunale, fin dal mattino è allestita una mostra di scatti fotografici di Domenico Semeraro dedicati agli spettacoli della stagione 2011 dal titolo “Teatro e letteratura” e la sera va in scena “Pinocchio alla Prova”, lo spettacolo recitato dai piccoli attori della scuola di teatro, diretti dalla regista Paola Manfredi e Dario Villa.

Chi apprezza il piacere della tavola informale e festaiola, inoltre, trova lasagne e grigliate di carne a prezzi modici presso la sede della Pro Cassano.

INFO: 0332.995519, info@teatroperiferico.it, www.teatroperiferico.it

“MOSTRA FOTOGRAFICA” dalle 10.30

Domenico Semeraro, appassionato fotografo cassanese, ha documentato gran parte degli spettacoli andati in scena durante la stagione 2011 “Teatro e letteratura”, creando un’interessante galleria di immagini allestita sulla balconata del teatro di Cassano Valcuvia.


“COSTRUISCI IL TUO TEATRINO” dalle 16.00

“Ma Pinocchio era un burattino o una marionetta?” Dopo un breve laboratorio di manualità con carta e colori, i bambini hanno la soddisfazione finale di portare a casa un piccolo teatrino e un simpatico personaggio da animare, che finalmente potrà risolvere il quesito!


FAVOLE NEL BOSCO ore 18.30

Suggestiva rappresentazione teatrale nel bosco intorno alla chiesetta di San Giuseppe, un’avventura fantasiosa all’insegna del gioco e del fascino delle fiabe più famose narrate dagli attori della compagnia del Teatro Periferico.

a cura di Alessandro Luraghi

Con

Enzo Biscardi, Elisa Canfora, Laura Montanari

CENA c/o sede di Pro Cassano, ore 19.30

In attesa dello spettacolo serale, il Comune organizza una cena a prezzi modici.


PINOCCHIO ALLA PROVA – 2° VOL. Ore 21.30

Da Pinocchio. Storia di un burattino di Collodi

Regia Paola Manfredi

Aiuto regia Dario Villa

Con gli allievi del corso di teatro per ragazzi

I giovanissimi attori del laboratorio di teatro, provenienti da diverse località della Valcuvia, porta in scena un Pinocchio coinvolgente e originale, frutto del percorso teatrale rivolto ai ragazzi che dura da circa due anni diretto dalla regista Paola Manfredi della compagnia Promoarte- Teatro Periferico in collaborazione con il settore cultura Comune di Cassano Valcuvia.

ESTATEATRO: laboratori, teatro, natura


DOMENICA 10 LUGLIO

A CASSANO VALCUVIA (Va)

IL TEATRO SI COSTRUISCE,

SI IMPARA, SI AMMIRA E SI GIOCA

CON PROMOARTE – TEATRO PERIFERICO

Con “ESTATEATRO” il paese si anima di mostre, laboratori e spettacoli

per grandi e piccini.


“ESTATEATRO” è il titolo della manifestazione pensata per regalare a tutta la famiglia una giornata di svago, divertimento e cultura.

Un ricco programma d’iniziative promosse dal Comune di Cassano Valcuvia in collaborazione con la residenza teatrale Promoarte – Teatro Periferico, animerà l’intero paese.

Con carta e colori si potrà imparare a costruire un piccolo teatro da portare a casa, tra i boschi attorno alla preziosa chiesetta di San Giuseppe si potranno scoprire angoli di natura suggestiva partecipando ad una simpatica rappresentazione teatrale con gli attori della compagnia del Teatro Periferico.

Nello storico teatro comunale, fin dal mattino è allestita una mostra di scatti fotografici di Domenico Semeraro dedicati agli spettacoli della stagione 2011 dal titolo “Teatro e letteratura” e la sera va in scena “Pinocchio alla Prova”, lo spettacolo recitato dai piccoli attori della scuola di teatro, diretti dalla regista Paola Manfredi e Dario Villa.

Chi apprezza il piacere della tavola informale e festaiola, inoltre, trova lasagne e grigliate di carne a prezzi modici presso la sede della Pro Cassano.

INFORMAZIONI: 0332.995519, info@teatroperiferico.it, www.teatroperiferico.it

PROGRAMMA:

“MOSTRA FOTOGRAFICA” dalle ore 10.30

Domenico Semeraro, appassionato fotografo cassanese, ha documentato gran parte degli spettacoli andati in scena durante la stagione 2011 “Teatro e letteratura”, creando un’interessante galleria di immagini allestita sulla balconata del teatro di Cassano Valcuvia.

“COSTRUISCI IL TUO TEATRINO” dalle ore 16.00

“Ma Pinocchio era un burattino o una marionetta?” Dopo un breve laboratorio di manualità con carta e colori, i bambini hanno la soddisfazione finale di portare a casa un piccolo teatrino e un simpatico personaggio da animare, che finalmente potrà risolvere il quesito!


FAVOLE NEL BOSCO ore 18.30

Suggestiva rappresentazione teatrale nel bosco intorno alla chiesetta di San Giuseppe, un’avventura fantasiosa all’insegna del gioco e del fascino delle fiabe più famose narrate dagli attori della compagnia del Teatro Periferico.

a cura di Alessandro Luraghi

Con

Enzo Biscardi, Elisa Canfora, Laura Montanari


PINOCCHIO ALLA PROVA – 2° VOL - Ore 21.30

Da Pinocchio. Storia di un burattino di Collodi

Regia Paola Manfredi

Aiuto regia Dario Villa

Con gli allievi del corso di teatro per ragazzi

I giovanissimi attori del laboratorio di teatro, provenienti da diverse località della Valcuvia, portano in scena un Pinocchio coinvolgente e originale, frutto del percorso teatrale rivolto ai ragazzi che dura da circa due anni diretto dalla regista Paola Manfredi della compagnia Promoarte- Teatro Periferico in collaborazione con il settore cultura Comune di Cassano Valcuvia.

mercoledì 22 giugno 2011

PALAVILLAGE COMIC FESTIVAL: ANTONIO GIULIANI live show ad 8€

Antonio Giuliani ad 8€? DA NOI SI PUO'!

E' nato per questo il Palavillage comic Festival , perché tutti possano  ridere con  la migliore  comicità a prezzi molto contenuti.
Stand enogastronomici, di artigianato e di informazione. Spazio bimbi gestito da persone qualificate, ampio parcheggio gratuito. Tutto affinché il pubblico romano possa passare una serata all'insegna del buonumore e senza problemi!



23 giugno 21.00

ANTONIO GIULIANI

LIVE al PALAVILLAGE COMIC FESTIVAL

Ingresso € 8,00

                    giugno Antonio Giuliani. Ingresso € 8,00

Dopo essere stato protagonista sui palcoscenici più rappresentativi appartenenti al panorama teatrale, Antonio Giuliani, il regista, l'autore, il mattatore, torna al Gran Teatro, per festeggiare insieme al proprio pubblico, i vent'anni di carriera. 

Come in una ricorrenza, dove si ritrovano amici di vecchia data e nuovi, in quest'occasione egli renderà omaggio a coloro che mai gli hanno fatto mancare il proprio sostegno. Antonio tornerà quindi al suo vecchio amore, al monologo puro, ai ritmi incalzanti, un One Man Show durante il quale ripercorreremo sia visivamente che in musica, le tappe fondamentali di una carriera vasta e straordinaria. Venti anni fatti d'incontri, cambiamenti, amori e una romanità espressa sempre con fierezza fin dagli inizi e che mai è scaduta nella volgarità, grazie alla quale ha consolidato nel tempo un legame sempre più forte e duraturo con la gente. Sarà questo un appuntamento per celebrare insieme i due decenni trascorsi, anni nei quali è mutata la città e i romani stessi, dove la crescita sia dell'artista che dell'uomo rappresenterà un punto centrale.


Quest'anno l'estate cambia nome..... dal 16 giugno si chiamerà
PALAVILLAGE COMIC FESTIVAL

La nuova realtà estiva nasce per rendere indimenticabili e piacevoli le vostre serate estive con un'offerta completa e adatta a tutte quelle persone che vogliono divertirsi, ballare, mangiare e vedere tutti i comici più noti nel panorama del divertimento italiano a prezzi davvero irrisori.

Palavillage Comic Festival vuol dire Max Giusti,  Antonio Giuliani, Gabriele Cirilli, Maurizio Mattioli, Andrea Perroni, Pablo e Pedro, Massimo Bagnato, Luciano Lembo, Alessandro De Carlo, Enzo Salvi, Gli Stonfissa.

Palavillage Comic Festival vuol dire Area Giochi attrezzata per piccoli, con un'ampia gamma di possibilità ricreative e ludiche, uno stand con i giochi per i "grandi" e un kinderheim con personale specializzato

Palavillage Comic Festival vuol dire Degustazioni enogastronomiche nei ristoranti a tema, take away, stand commerciali, all'insegna della spensieratezza.

Palavillage Comic Festival vuol dire  serate all'insegna del ritmo latino  con gli artisti del Marron Glacè.

 Palavillage Comic Festival vuol dire Nagò Capoeira
La capoeira (pronuncia: Capuéra) è una lotta brasiliana di origine africana caratterizzata da elementi espressivi come la musica e l'armonia dei movimenti (per questo spesso scambiata per una danza). Il gruppo al completo vede sul palco circa 30 danzatori-acrobati e musicisti. Tra gli artisti anche alcuni allievi dei corsi .

Palavillage Comic Festival vuol dire  Batuque Now Wamdé
La formazione prevede 5 musicisti di cui 3 polistrumentisti percussionisti. Umberto Vitiello: voce, chitarra, percussioni
Stefano Sastro: tastiere Mimmo Catanzariti: basso Matteo de Francesco: batteria Gabriele Gagliarini: percussioni Il repertorio, molto trascinante e ballabile, spazia tra brani originali e motivi appartenenti alla tradizione africana, afro-brasiliana ed afro-caraibica.

 Il 18 giugno vi aspetta la comicità romana di Enzo Salvi. Di nuovo musica con il concerto dei Pap3ro, il 19 giugno. Nei giorni successivi, 21 giugno Marco Passiglia. 22 giugno Gianfranco Phin, 23 giugno Antonio Giuliani, 25 giugno la Lallo Band. E il 26 giugno serata "Eventi" con Le tarantole, musica e ballo

 Inaugurazione il 16 giugno con i cabarettisti del Comic Show,Eva Henger madrina d'eccezione. 

Ogni nostra informazione potrete trovarla sul sito www.estateromana.roma.it

--  PALAVILLAGE COMIC FESTIVAL  Dal 16 giugno al 27 agosto Via Appia Nuova altezza Km 19 parcheggio fronte palaghiaccio di Marino 

martedì 21 giugno 2011

CABARET con PABLO E PEDRO 29 giugno




29 giugno serata comica con Pablo & Pedro.

Ingresso € 8,00 spettacolo incluso

Nico Di Renzo e Fabrizio Nardi si incontrano nei villaggi turistici nel 1994 e insieme da bravi comici formano il duo di cabaret Pablo e Pedro. I loro spettacoli sono caratterizzati dalla capacità di saper leggere la "serata" e quindi prenderne spunto per realizzare uno spettacolo di cabaret di volta in volta personalizzato in base al tema dell'evento. Intuito comico e tecnica di recitazione sono i principali argomenti che caratterizzano i loro sketch dove vengono messi in scena personaggi grotteschi con racconti bizzarri ma talmente freschi e divertenti che non potrete fare a meno di apprezzare con fiumi di risate e con applausi a scena aperta. Il loro spettacolo si rivolge a un pubblico di tutte le età così come vuole lo spirito giocoso e l'atmosfera di familiarità che i comici riescono a creare con il pubblico.

Sul palco alternano i loro cavalli di battaglia, che li hanno fatti conoscere al grande pubblico come "i rappers siciliani" e "nemici di Maria De Filippi", fino alle loro ultime creazioni che rappresenta l'incontro tra Dio e l'Arcangelo Gabriele presi nella creazione di un mondo nuovo. Una esilarante parodia in cui "il Signore" decide di aggiungere l'XVI comandamento: "nulla si distrugge, tutto si ricicla". Ormai stanco di questo mondo, "il Signore" decide di progettarne uno nuovo… Quali saranno le novità? Basteranno sei giorni? Ci sarà ancora l'ortica? Gli zoccoli del cavallo saranno sostituiti dall'infradito? Ce la farà a cambiare o resterà tutto come prima?

--
Palavillage Comic Festival dal 16 giugno al 27 agosto Cabaret, Balli Latinos, Teatro e stand enogastronomici. www.palavillage.it Su Via Appia di fronte al Palaghiaccio di Marino Roma Ampio parcheggio

venerdì 17 giugno 2011

Teatro Vascelo dove l 'immaginazione diventa realta'



TEATRO VASCELLO

Roma


 

E' iniziata la campagna abbonamenti per la nuova stagione Teatrale 2011-2012, non bisogna aspettare l'autunno per un'anteprima mondiale: fra pochi giorni dal 1 al 3 luglio ADRENALINE ore 21, una creazione per dieci ballerini dell'astro della danza contemporanea mondiale, Claude Brumachon.

 

prosa    danza    musica    lirica   teatro ragazzi  

teatro in lingua originale    arti performative e visive

laboratori     ricerca     formazione  

incontri     letture    video    documentazione

sinergia     collaborazione

Direzione Artistica

Manuela Kustermann

 

Il teatro non deve essere monotono, non deve essere convenzionale. Deve essere inatteso.

Il teatro ci guida alla verità attraverso la sorpresa, l'eccitazione, i giochi, la gioia.

Rende passato e futuro, parte del presente.

 

Peter Brook

E' iniziata la campagna abbonamenti, abbonatevi al divertimento e a una stagione che vi farà scoprire voi stessi:

abbonamenti

tutti al costo di 60 euro:

FISSO a 6 spettacoli - consultare il sito www.teatrovascello.it

OPERA LIRICA

4 opere

 

CARNET libero personale

5 spettacoli a scelta

 

DOPPIO ASSOLUTO

4 eventi

Per tutti gli abbonati un ingresso gratuito allo spettacolo NO PARTY di e con Maurizio Lombardi il 4 e 5 ottobre 2011

 

IN RETE con Teatro Eliseo e Teatro Palladium

6 spettacoli a scelta tra 9

da definire - sottoscrivibile da ottobre 2011

 

orari: dal martedì al sabato ore  21 - domenica ore 18.00

Vascello dei piccoli: sabato ore 17 – domenica ore 15.30

I nostri prezzi:

Prosa: intero 20,00, ridotto 15,00 euro

Danza: intero 15,00, ridotto 12,00 euro (Escluso gli spettacoli di Romaeuropa Festival)

Opera Concerto: intero 25,00, ridotto 20,00 euro

Doppio Assoluto: intero 25,00, ridotto 20,00 euro

Teatro Ragazzi il Vascello dei piccoli: adulti 10,00 euro, bambini 8,00 euro

Botteghino del Teatro Vascello: è aperto lunedì dalle ore 10 alle ore 17// dal martedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 21, domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Prenotazioni: per telefono o mail

Per contattarci >>> Teatro Vascello 06 5881021 – 06 5898031 – fax 06 5816623 botteghino@teatrovascello.itamministrazione@teatrovascello.it

Ufficio stampa e promozione Cristina 3405319449 promozione@teatrovascello.it 

Prenotazioni: Con supplemento di 1,00 euro e ritiro dei biglietti prenotati entro mezz'ora dall'orario di inizio spettacolo.


Teatro Vascello uno spazio di libertà

Come raggiungerci: Il Teatro Vascello si trova in Via Giacinto Carini 78 a Monteverde Vecchio a Roma sopra a Trastevere, vicino al Gianicolo. Con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma tel 06 5800108; Via Francesco Saverio Sprovieri, 10, Roma tel 06 58122552; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma tel 06 5803217; Via R. Giovagnoli, 20,00152 Roma tel 06 5815157

Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello


Teatro Nuovo: 2011-2012


Clicca !

Teatro Nuovo di Milano - Piazza San Babila, 3 - tel. 02 794026 - www.teatronuovo.it


lunedì 13 giugno 2011

21 Giugno - Palazzo Isimbardi - A new Anthology (Milano Shopping Night)


L’evento è dedicato alla nuova generazione di talenti creativi del fashion design, uniti e accomunati da uno spirito di ricerca innovativo volto a creare un nuovo senso della forma e dell’immagine.


L’iniziativa avverrà nelle date 21 e il 22 Giugno, in occasione della settimana Milano Moda Uomo, nei giardini di Palazzo Isimbardi, sede della Provincia, in Corso Monforte 35.

L’ inizio della sua costruzione risale al XV secolo e, dopo i successivi rimaneggiamenti attuate dalle diverse famiglie che lo hanno posseduto, ha acquisito l’aspetto finale: sale affrescate, cortili, colonnati, giardini che ripercorrono l’evoluzione architettonica e pittorica degli ultimi sei secoli. Con lo spirito di continuare la sua storia artistica, la Provincia di Milano sostiene iniziative al suo interno.


Nel Cortile d'onore saranno presentate le proposte degli stilisti emergenti per la moda uomo: lo scopo che la manifestazione si prefigge è di mettere in contatto queste nuove realtà con un pubblico più ampio e con gli operatori nel settore, cercando di far fiorire dei benefici commerciali da esordienti esperienze artistiche del fashion design.

Un tentativo che mira a valorizzare l’iniziativa personale dei giovani che hanno intenzione di entrare a far parte di un ambiente, quale quello della moda, che appare ogni giorno sempre più esclusivo e limitante, lasciando spazio solo alle grandi aziende affermate.

La realizzazione avviene grazie al Patrocinio e alla colaborazione della Provincia di Milano - Assessorato Moda, Eccellenze, Eventi, Expo – che in tale modo esprime il proprio impegno ed interesse nel promuovere giovani proposte, note per la loro creatività e capacità espressive.


L’esposizione fa parte del progetto MilanoShoppingNight, insieme ad altre due, che hanno riscosso un grande successo, avvenute in location altrettanto esclusive e rinnovate nella visione: il Museo della Scienza e della Tecnica e i Chiostri di San Barnaba.


Il cocktail di presentazione avarà luogo martedì 21 giugno dalle ore 18.30.


All’inaugurazione saranno presentate le proposte più innovative di alucni selezionati stilisti emergenti che operano a Milano.



ABER GAZZI FEDERICA MORETTI HANDMADE

AH-MAZING! FUCK$IMILE

ALESSANDRA BIAGIOLI LUCIO VANOTTI

ALF RECREATION MARCO SANTANIELLO

ALYKI REBEL YUTHS

BLACK MUSHIBA 333 ROSARIO BONCORAGLIO

CINICO [SAME]

CM2 THAIS

FABIO DEMAGLIE

Il Terraferma Tour Live di Max Pezzali arriva in Sardegna



Ha incluso anche l’isola tra le tappe della lunga tournèe di concerti partita il 30 aprile scorso. Sull’onda del successo di vendite dell’ultimo album “Terraferma” che da anche il titolo al tour, Max Pezzali riserva per il pubblico sardo due date: venerdì 26 agosto alle ore 21 al Teatro Fiera di Cagliari e il giorno dopo, sabato 27 sempre alla stessa ora all’Anfiteatro Maria Pia di Alghero.

In previsione dei due impedibili concerti per i numerosi fan dell’artista, da una settimana ha preso il via la prevendita dei biglietti: per la serata di Cagliari il prezzo d’ingresso comprensivo dei diritti di prevendita è 28 euro; per il concerto all’Anfiteatro Maria Pia di Alghero, il prezzo incluso, il diritto di prevendita è 25 euro.

Le due date sono inserite nel cartellone della V Edizione del Festival “La musica che gira intorno” organizzato dall’Associazione La Via del Collegio.

I biglietti sono disponibili:
Cagliari: Box Office, Viale R. Margherita 43, tel. 070 657428;
e mail: info@boxofficesardegna.it
Alghero: Discofever, Largo S. Francesco 15, tel. 079 9731057;
Vendite Online:
www.ticketone.it – www.boxofficesardegna.it - www.greenticket.it - www.boxol.it




Info:
Ass. culturale La via del Collegio
Via del Collegio, 4 - Cagliari
Tel. 070 3110127
e mail: la.viadelcollegio@libero.it
web: www.laviadelcollegio.com

Ufficio stampa:
Antonio Rombi
Mobile: +39 392 46 50 631
Mobile: +39 377 43 53 413
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

venerdì 10 giugno 2011

Nuova stagione al TEATRO VASCELLO ROMA




IL TEATRO VASCELLO

Roma

 

è lieto di invitarvi alla conferenza stampa per la

Presentazione della stagione di prosa 2011-2012

lunedì 13 giugno ore 12.00

ingresso libero

seguirà un brindisi

VI ASPETTIAMO

informazioni email: promozione@teatrovascello.it oppure per telefono 065898031, 06 5881021

Teatro Vascello uno spazio di libertà

Come raggiungerci: Il Teatro Vascello si trova in Via Giacinto Carini 78 a Monteverde Vecchio a Roma sopra a Trastevere, vicino al Gianicolo. Con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma tel 06 5800108; Via Francesco Saverio Sprovieri, 10, Roma tel 06 58122552; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma tel 06 5803217

Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello


martedì 7 giugno 2011

Corsi Teatro Roma-RISOTERAPIA 2011-12-Accademia Comico Roma

Corsi Teatro Roma-RISOTERAPIA 2011-12-Accademia Comico Roma

Il Corso di Risoterapia è un Corso di Comicità non finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo ma alla possibilità di sfruttare l'Umorismo come risorsa per il tuo benessere personale.
Avere un atteggiamento positivo e più "aperto",essere in armonia con gli altri e accrescere la propria autostima,conoscere i tuoi limiti e saperli trasformare in punti di forza,comunicare più efficacemente e sdrammatizzare tensioni e conflitti, possono essere obiettivi raggiungibili attraverso l'esercizio e la pratica delle propria Vis Comica.
Il Corso di Risoterapia è un viaggio dentro noi stessi e la nostra creatività,
per imparare a liberare il nostro Clown,a ridere, a far ridere, e a vivere meglio.

Ottobre 2011-Febbraio 2012
Risoterapia
docente
Guglielmo Bartoli

Programma:
Attraverso la partecipazione
ad esercizi, giochi, improvvisazioni e performance
ogni allievo impararerà a "liberare" il proprio Clown e la propria Vis Comica
ed a utilizzare la propria creatività umoristica
come risorsa per il proprio benessere.
Sblocco condizionamenti e “corazze” caratteriali
La dimensione del Gioco
Giochi di socializzazione e formazione del Gruppo
La nascita del proprio Clown
La Comicità del Corpo
Gags e Situazioni
Improvvisazioni
Liberare il proprio Clown nel quotidiano
La Deformazione Comica della Realtà
Paradossi e Iperboli
Satira e Parodia
Ridere e Far Ridere: Centrarsi, Comunicare,Sdrammatizzare

iscriviti con la PROMOZIONE ESTATE 2011 entro il 15 Luglio
per info
Accademia del Comico Roma
direzione Max & Francesco Morini
3471222239
www.morinibros.it

Corsi Teatro Roma-AUTORE COMICO TEATRO & CABARET BASE PROFESSIONALE 2011-12

Corsi Teatro Roma-AUTORE COMICO TEATRO & CABARET BASE PROFESSIONALE 2011-12
Puoi scegliere fra due opzioni del Corso di Autore Comico.
Innanzitutto, ovviamente, quella BASE aperta a tutti coloro che vogliono cominciare ad avvicinarsi al Linguaggio Comico e fare un'esperienza di arricchimento e di crescita personale: tutti possono imparare non solo a liberare la loro vis comica
ma soprattutto a sdrammatizzare i conflitti e a comunicare in maniera più efficace e creativa attraverso l’ Umorismo.
E poi l’opzione PROFESSIONALE per chi si voglia avvicinare invece al “mestiere” della Comicità, un percorso formativo che ti aiuti a costruire il tuo stile e dalle aule della Scuola ti porti a scrivere per il teatro e il cabaret, la radio e la televisione.
E dovunque voglia il tuo talento comico.

Ottobre 2011-Febbraio 2012
Autore Comico Teatro & Cabaret
Corso Base
Corso Professionale
docenti
Max & Francesco Morini

iscriviti con la PROMOZIONE ESTATE 2011 entro il 15 Luglio
per info
Accademia del Comico Roma
direzione Max & Francesco Morini
3471222239
www.morinibros.it

Corsi Teatro Roma-ARTE COMICA TEATRO & CABARET BASE PROFESSIONALE 2011-12

Corsi Teatro Roma-ARTE COMICA TEATRO & CABARET BASE PROFESSIONALE 2011-12

Puoi scegliere fra due opzioni del Corso di Arte Comica.
Innanzitutto, ovviamente, quella BASE aperta a tutti coloro che vogliono cominciare ad avvicinarsi al Linguaggio Comico e fare un'esperienza di arricchimento e di crescita personale:tutti possono imparare non solo a liberare la loro vis comica
ma soprattutto a sdrammatizzare i conflitti e a comunicare in maniera più efficace e creativa attraverso l’ Umorismo.
E poi l’opzione PROFESSIONALE per chi si voglia avvicinare invece al “mestiere” della Comicità, un percorso formativo che ti aiuti a costruire il tuo stile e dalle aule della Scuola ti porti a laboratori e festival , provini e casting, radio e televisione.
E dovunque voglia il tuo talento comico.

Ottobre 2011-Maggio 2012
Arte Comica Teatro & Cabaret
Corso Base
Corso Professionale
docenti
Max & Francesco Morini


iscriviti con la PROMOZIONE ESTATE 2011 entro il 15 Luglio
per info
Accademia del Comico Roma
direzione Max & Francesco Morini
3471222239
www.morinibros.it

TEATRO NUOVO Festival del Teatro Amatoriale dal 20 giugno al 15 luglio 2011

Festival

del

Teatro Amatoriale 2011 
 
 

Ufficio Stampa:

VerbaVolant – Lia Chirici

Via Imperia, 16, Milano 20142

Tel. 02.84891579- fax 02.89545278 - mobile 338.4810739

e-mail info@ufficiostampaverbavolant.it; lia@ufficiostampaverbavolant.it 

 
 
 

La IV edizione del Festival del Teatro Amatoriale avrà inizio il 20 giugno 2011 e ricalcherà  la formula utilizzata nelle tre precedenti edizioni. Le Compagnie selezionate hanno la possibilità di esibirsi sul palcoscenico del Teatro Nuovo e lo spettacolo che verrà premiato come miglior spettacolo in assoluto avrà la possibilità di aprire la stagione teatrale 2011-2012 del Teatro Nuovo di Milano, così come è accaduto per lo spettacolo "A qualcuno piace caldo" vincitore della terza edizione. L'impegno e la passione che abbiamo messo nell'organizzazione di questo evento è divenuta in questi anni sempre più intensa così come richiede una manifestazione di questo tipo.

 

I PREMI

 

Nella serata di premiazione che avrà luogo alla fine della rassegna, domenica 17 luglio, saranno assegnati i seguenti premi:

 

COMPAGNIA PRIMA CLASSIFICATA  
Contratto di prestazione artistica per la stagione 2011-2012 presso il Teatro Nuovo di Milano. Tale contratto prevedrà la possibilità di mettere in scena uno spettacolo per la durata massima di sette giorni incluso il montaggio. Il periodo sarà stabilito dal Teatro Nuovo.

 

COMPAGNIA SECONDA CLASSIFICATA  
Nr. 20 abbonamenti per la stagione teatrale 2011-2012 del Teatro Nuovo

 

COMPAGNIA TERZA CLASSIFICATA 
Nr. 10 abbonamenti per la stagione teatrale 2011-2012 del Teatro Nuovo

Inoltre saranno consegnati i seguenti riconoscimenti:

Targa Migliore Regia 
Targa Migliore Attore 
Targa migliore Attrice 
Targa Migliori Costumi 
Targa Migliore Scenografia 
Targa Migliore Coreografie 
Attestati Di Partecipazione

L'Organizzatore, a suo insindacabile giudizio, si riserva il diritto di assegnare eventuali altri premi. 
Le decisioni della giuria sono inappellabili.

 

Inoltre verrà  assegnato il premio speciale alla memoria di Paolo Perrella, mancato da poco, collaboratore del teatro in questi anni e membro della compagnia amatoriale Teatro Cristallo (Novate Milanese) la quale a causa del lutto improvviso ha ritenuto di non partecipare al Festival.

 

LA GIURIA 
La giuria di quest'anno sarà, come sempre, composta da persone a stretto contatto con il mondo del teatro. Ci saranno un rappresentante dell'AGIS, un rappresentante per ognuna delle tre associazioni che racchiudono al loro interno le diverse compagnie amatoriali GATAL, FITA e UILT, il prof. Roberto Comotti  (Docente Accademia di Brera), alcuni rappresentanti del Teatro Nuovo, Liliana Feldmann e Stefania Aleni.

 
 
 

lunedì  20 giugno 2011

 

Compagnia Piccolo Teatro del Garda (Bardolino - VR)

TAXI A DUE PIAZZE

 

con

Giorgio Avanzini, Nadia Bitante, Elisabetta Cristoforetti - Laura Consolini, Carlo Polloni,

Marco Frassani, Giuseppe Tosi, Francesco Morati – Daniele Zoccatelli

 

"Taxi a due piazze", brillante commedia in due atti, è il fiore all'occhiello nella produzione di Ray Cooney, autore inglese contemporaneo in cartellone nei più importanti teatri del mondo. E' una giostra sulla quale il pubblico è invitato a salire, vivendo in prima persona le peripezie degli attori che divengono ora l'uno ora l'altro loro beniamini. In un crescente coinvolgimento si passa da un sorriso iniziale di circostanza ad un riso pieno e sincero; il frenetico susseguirsi di battute e doppi sensi, l'intreccio delle situazioni, l'intricarsi degli elementi è paragonabile allo scoppio di fuochi d'artificio. Da sottolineare la freschezza della simpaticissima traduzione che, innestando il punzecchiante umorismo inglese nell'humus di un'ambientazione romana, ha reso ancora più vivace e colorata la rappresentazione. La regia ha scelto di non sottolineare ulteriormente quanto già presente, ma di accompagnare per mano lo svolgersi dell'azione cercando un ritmo rapido e sciolto che senza pause di riflessione, facesse emergere le caratteristiche dei personaggi: Carla e Barbara così diverse in tutto ma ugualmente mogli innamorate, Pascucci e Ferroni, brigadieri integerrimi nel loro lavoro ma diversi nei risvolti umani, l'amico Fattore, allucinato viveur, Bobby il vicino "particolare" del piano di sopra e il protagonista Mario Rossi, tassista freneticamente impegnato su due fronti. Complessa è stata la preparazione della commedia, che ci ha impegnato tutti in un intenso lavoro d'equipe; trovare il giusto ritmo amalgamando il tutto è costato fatica, ma dobbiamo dire che si è rivelata una bellissima esperienza proficua sul piano umano e professionale. Il prodotto lo offriamo al pubblico augurando buon divertimento.

 

Vincenzo Rose

Martedì  21 giugno 2011

 

Compagnia Teatrale Primavera (Desio-MB)

GIANNI SCHICCHI

liberamente tratto dell'opera di Giacomo Puccini

 

con

Gianpiero Gatto, Salvatore Esposito, Patrizia Capodicasa-Zemella, Daniela Cavallini, Roberto Carminati, Gianluigi Urzì, Isabella Veneziano, Luca Altavia, Daniele Airaghi, Carmela Clericuzio, Carolina Di Lisi, Andrea Bassan, Luca Gianinetto, Davide Altavia, Genesio Capuano

 

regia:   Aurora Forti

 

Siamo alla fine del 1200, Gianni Schicchi, famoso a Firenze per la sua perspicacia ed acutezza, viene chiamato in gran fretta dai parenti del ricco mercante appena spirato, Buoso Donati, affinché escogiti un mezzo ingegnoso per salvarli: il loro congiunto ha lasciato in eredità tutti i suoi beni al vicino convento, senza disporre nulla in loro favore. Gianni Schicchi, dapprima rifiuta, a causa dello sprezzante atteggiamento dei parenti ma, spinto dalle preghiere della figlia Lauretta, innamorata del nipote del Donati, Rinuccio, escogita un piano eccellente che si rivelerà essere una grande beffa a discapito degli avidi parenti. A lui, per questa beffa, tocca l'inferno di Dante, ma pieno di gioia è il suo cuore alla vista della figliola Lauretta e di Rinuccio, innamorati e teneramente abbracciati sul balcone che s'affaccia su una Firenze inondata di sole.

Mercoledì  22 giugno 2011

 

Compagnia I Saltafoss (Rozzano MI)

SE IL TEMPO FOSSE UN GAMBERO

 

con

William Fiori, Roberta Muggeo, Maria Teresa Buongiovanni, Luca Bolzoni, Maria Luisa Bonanomi, Giuseppe Di Lorenzo, Andrea Confalonieri, Simone Fiori, Elisa Alberga, Renata Ballarin, Chiara Confalonieri, Francesca Lacagnina, Greta Althea Pedretti, Luca Riccò, Massimo Rubino, Tiziana Spinelli, Adriano Tallarini, Giulia Tallarini, Valentina Vigorelli, Vartui Volontè

 

Adelina è una buona e simpatica vecchietta che nel giorno del suo 80° compleanno viene presa dalla nostalgia della giovinezza perduta, ma soprattutto dalla curiosità di sapere come sarebbe stata la sua vita se avesse accettato la corte di un certo Principe. Tanto basta per risvegliare l'interesse del Maligno in persona che invia sulla terra un suo emissario allo scopo di far commettere ad Adelina quel peccato che non commise in gioventù. Però il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. L'incaricato di carpire l'anima della vecchietta è in realtà un diavolo di seconda categoria, il fanalino di coda delle "Legioni infernali". Il ns povero diavolo ce la mette tutta per corrompere e tentare la sua preda. Nonostante la sua abilità trasformista incontrerà molte difficoltà nel far cadere in trappola la ragazza.

Venerdì  24 giugno 2011

 

Compagnia di Casorezzo (Casorezzo Mi)

PROVINCIA: GENTE E LOCALI

di Pierluca Oldani 

 

con

Giuliano Oldani, Giorgio Dell'Acqua, Tina Nebuloni, Angelo Nebuloni, Emanuele Porta, Massimo Colombo, Miriam Colombo, Cristian Verga, Gina Tartaglione, Patrizia Della Vedova, Daniela Nebuloni, Danilo Evaristo, William Brambilla, Maurizio Cassani, Luisella Parmigiani, Isa Colombo, Simona Ticozzelli, Raffaella Colombo, Raffaele Bianchi, Sofia Ferrario e con Marco Villa, Maurizio Fusi, Maurizio Molinaro, Roberto Ghioni, Lorena Castano

 

scenografie di Angelo Nebuloni, Luigi Ferrario, Giovanni Dell'Acqua, Marzio Crespi, Ivan Cucchi

  regia di Veronica Taverna

 

"Provincia: gente e locali" è uno spettacolo musicale suonato, cantato e recitato interamente dal vivo.

Il filo conduttore dei locali di provincia è un pretesto per mostrare il mondo dei paesi, con i suoi variegati personaggi e i suoi lentissimi  cambiamenti.

La leggerezza delle tipiche chiacchiere da bar è inframmezzata da piccoli spunti di riflessione, in modo da rappresentare alcune delle mille sfaccettature della realtà di provincia.

Si possono amare od odiare, ma i pubblici esercizi continuano ad avere un peso notevole, nella dimensione provinciale dei borghi che spezzano la campagna al di fuori di Milano.

Dalla nascita ai giorni nostri, dai rapporti umani alle consumazioni: una panoramica di un posto che, tra mille cambiamenti esteriori, nella sostanza è sempre rimasto uguale a sé stesso e in cui convivono, da sempre, aspetti negativi e positivi, seppur con alterne fortune.

Il tutto raccontato in modo piacevole e spassoso grazie  all'utilizzo di canzoni note e meno conosciute.

Lunedì  27 giugno 2011

Compagnia I Quattrogatti (Verbania-VB)

RUMORI FUORI SCENA

traduzione ed adattamento:   Filippo Ottoni

con

Paola Scaccabarozzi, Sergio Merletti, Marco Morandi, Sonia Tonietti, Valeria Scaccabarozzi, Gilberto Beretti, Marta De Vecchi

Scenografie di Davide Davì, Silver Sarasini, Manuele Frigione,

Gian Luigi Guglielmetti, Stefano Catenazzi

  Regia di Paolo Sulas

Una scalcinata compagnia teatrale è alle prese con la messa in scena della commedia comica "Con niente addosso".  Nella commedia, tutto ruota attorno ad una casa di campagna, dove convergono le vicende della governante, desiderosa di godersi il pomeriggio libero con la tv e un buon piatto di sardine, dei proprietari della casa, ritornati all'insaputa della domestica e di un agente immobiliare incaricato della vendita della casa che, credendola vuota, vuole apprifittarne per una scappatella con un impegata dell'ufficio imposte. A loro si aggiungono un ladro ed uno sceicco interessato alla casa. Mentre si sviluppa la trama, ci rendiamo conto che, in realtà, stiamo assistendo alle prove della commedia stessa, con il gruppo di attori e il regista che, non senza problemi, stanno cercando di allestire lo spettacolo. Lo spettatore potrà dunque spiare quello che succede dietro le quinte durante la rappresentazione. Il tutto costituirà una originalissima fonte di situazioni comiche.

Martedì  28 giugno 2011

 

Compagnia Gruppo Teatro Tempo (Carugate-Mi)

ALI DI CARTA

 

con

Valentina Usuelli, Amedeo Lodi, Dario Gervasoni, Davide Frigerio, Jarno Eusebio, Marco Druda, Marco Gatta, Nanda Lucchini, Simona Santamaria, Nicoletta Colombo, Anna Tarantola, Brenda Bosisio, Daniele Tremolada, Flavia Cazzola, Francesca Barazzetta, Manuela Cofalonieri, Maurizio Mauri, Amedeo Lodi, Jarno Eusebio, Marco Druda

 

Coregrafie di Brenda Bosisio e Maurizio Mauri 

Regia di Simona Santamaria 

 

"Ali di carta" narra la storia di Malini, ragazza indiana, che, dopo mille traversie, viene adottata da una famiglia italiana. Una storia intensa e affascinante. Una storia a tratti drammatica e a tratti ricca della serenità che solo l'amore sa donare. Una storia raccontata attraverso la forza delle parole e la magia della musica, del canto e della danza. Una storia vera.

E' lo spunto per una seria riflessione sul tema dell'adozione con le sue molteplici implicazioni e sfaccettature.

Emergeranno la diversa prospettiva tra la visione della protagonista su quanto le sta accadendo e quella dei nuovi genitori, i contrasti, le difficoltà, lo shock culturale, ma soprattutto emergerà e prenderà forma l'amore che in maniera totalmente incondizionata verrà trasmesso dai genitori adottivi a Malini.

Uno spettacolo diverso, che ti entra dentro, che non può lasciarti indifferente.

Uno spettacolo rivolto a tutti, per imparare a riconoscere il grande dono di avere dei genitori..

Mercoledì  29 giugno 2011

 

Compagnia Caino e Abele (Offanengo-CR)

PINOCCHIO

il grande musical

di Saverio Marconi 

 

con Fabio Corlazzoli, Giusba Colombetti, Silvia Manclossi Giorgio Ghiozzi, Alex Curti, Matteo Caravaggi, Valentina Patrini, Simona Guerini Rocco, Andrea Zenone, Luisa Longhi, Francesco A. Maestri, Samuele Rossoni, Alfio Tolasi, Emanuele Tolasi, Andrea Stabilini, Davide Maggi, Elena Caravaggi, Elisa Zaninelli, Gianluca Bassi, Giulia Ferrari, Jessica Patrini, Katia Zaniboni, Laura Carioni, Marco Carelli, Marina Vanni, Matilde Gallo, Matteo Festari, Matteo Sangiovanni, Marta Baita, Maura Fusar Poli, Paola Mirelli, Roberta Caravaggi, Sara Valdameri, Tania Baroni

 

direzione musicale:   Roberto Paloschi

coregrafie:   Elena Caravaggi, Valentina Patrini

 

"Pinocchio, Il Grande Musical" è lo spettacolo che meglio celebra l'amore padre-figlio e i valori della famiglia; commuove, coinvolge, diverte.

Accolto con entusiasmo sin dal suo debutto nel 2008, "Pinocchio, Il Grande Musical" ha effettuato 16 repliche con oltre 5000 spettatori che si sono tuffati nel magico mondo del burattino. Uno studio e una preparazione di quasi quattro anni (settembre 2005-aprile 2008), per un successo di critica e di pubblico che continua ancora ora. Un allestimento impegnativo che vede in scena 35 performers, 20 coristi, 17 cambi di scena, 82 costumi e più di 32 persone coinvolte nei preparativi per dar vita ad una delle favole più amate della letteratura italiana.

Giovedì  30 giugno 2011

 

Compagnia Teatro del Gioppino (Zanica-BG)

OL MISTERO DEL FARAU

di Fabrizio Dettamanti

 

con

Mario Binetti ,Orietta Bertoli, Tarcisio Prussiani, Angelo Sottocornola, Betty Corti, Emilio Artina, Antonio Esposito, Giovanna Assi, Lucia Rossi, Margherita Cattaneo, Luisa Locatelli, Franco Valenti, Claudio Assi, Luigi Cristini, Fabrizio Cadè, Umberto Ubbiali, Corrado Pecis

 

musiche:   Fabrizio Dettamanti e Luciano Vezzali

coregrafie:   Martina Borghi

scenografie:   Milena Bellometti

 

Un'impresa di muratori bergamaschi riceve l'incarico di restaurare una tomba egizia davvero misteriosa. In effetti nella tomba, custodita dalla sacerdotessa Bashira e dai suoi aiutanti, è ancora presente la mummia di Gioppete I, un faraone di cui nessuno conosce l'esistenza. Solo l'archeologo inglese Oliver Chapman sembra saperne qualcosa ed è convinto di riuscire a entrare nella camera funeraria dove si trova il sarcofago che contiene la mummia. Ma il faraone, che da quattromila anni tiene nascosto un grande segreto, colpisce con i suoi castighi chiunque osi avventurarsi all'interno della tomba. L'arrivo di quattro sprovvedute turiste bergamasche accompagnate da un'archeologa, anch'essa bergamasca, sarà però gradito al faraone, che mostrerà simpatia anche nei confronti dei muratori. I custodi della tomba capiranno così che i bergamaschi sono le persone alle quali Gioppete I vuol far conoscere il suo segreto e forniranno "la chiave" per aprire la porta di pietra che conduce al sarcofago del faraone. Il grande segreto potrà quindi essere rivelato al mondo intero.

Venerdì  1 luglio 2011

 

Compagnia Il Palcaccio (S. Giorgio di Mantova – MN)

FESTA IN FAMIGLIA

di Alan Ayckbourn

traduzione ed adattamento di Maria Teresa Petruzzi

 

con

Daniela Perboni, Marco Arvati, Chiara Tovagliari, Matteo Ferrari, Silvia Buvoli, Matteo Passeri, Simona Pezzali, Graziano Menegazzo

 

Musiche di Giorgio Pavesi

Regia di Gabriele Bussolotti

 

In una calda giornata estiva la famiglia Gray si riunisce per festeggiare il trentaduesimo anniversario di matrimonio dei genitori, Emma e Edward. Le tre figlie, Jenny,Polly e Debby e i loro rispettivi uomini alterneranno, durante l'ora del tè, e rientrando dalla tanto attesa "festa", dubbi e rancori che da sempre pervadono la loro famiglia. Continui litigi e scontri verbali saranno il refrain che guiderà le tre sorelle lungo l'indagine intrapresa nel tentativo di fare chiarezza circa il reale rapporto che lega i loro genitori; saranno veri i sospetti fomentati da una oscura lettera ricevuta da Polly da parte di una vicina di casa in cui si insinua che il padre stia cercando di assassinare la madre. In un crescendo di discussioni e recriminazioni, sempre caratterizzate da uno spiccato humor inglese, vengono messi in risalto i rapporti all'interno della famiglia e delle singole coppie, spinte al sospetto e all'esasperazione. Ogni singolo personaggio si arricchisce, scena dopo scena, di aspetti più profondi del suo carattere, facendo luce su vecchi rancori mai sopiti, segreti e desideri mai realizzati, mostrando però come, anche nelle peggiori famiglie, in mezzo ai litigi e alla urla, ci sia posto per l'affetto reciproco, forzatamente nascosto, ma sempre presente e reale. L'intreccio di questa piece si fonda su una domanda oziosa quanto ipotetica: che cosa sarebbe successo se avessi sposato qualcun altro? La commedia non è altro che la risposta a tale domanda. Durante il corso della serata e al chiudere di ogni atto, le coppie cambieranno patner pur mantenendo ciascuno il proprio personaggio. Alla fine dello spettacolo avremo visto tutte le varianti possibili. La commedia strizza l'occhio ad un " Così è, se vi pare", in cui il salotto borghese pirandelliano viene qui rappresentato dalla famiglia stessa e gli unici ad esser fuori dalla vicenda sono proprio le figure di Emma e Edward, affermando il principio secondo cui le cose non sempre sono così come sembrano.

Lunedì  4 luglio 2011

 

Legati ad Arte (Monza - MB)

COSI' E' SE VI PARE

di Luigi Pirandello 

 

con

Maurizio Corva, Gaia Carrier Ragazzi, Davide Motta, Diana Pizzardi, Alessio Castignoli, Erica D'Urso, Federica Arienti, Silvia Turri, Luca Locati, Isabella Peghin

 

coregrafie:   Davide Motta 

scenografie:   Isabella Peghin 

regia:   Luca Locati 

 

La quotidianità  di una comunità viene sconvolta dall'arrivo di un nuovo segretario della Prefettura, Il signor Ponza e della suocera la signora Frola. Corre voce che egli tenga segregata in casa la moglie, impedendole così di incontrare la madre asserendo che la signora Frola sia pazza. Al tempo stesso la suocera sostiene che il pazzo sia il genero. A far da contorno "la folla dei curiosi", amici o sedicenti tali che vogliono scoprire a tutti i costi la verità. Non basta a questa accolita di saccenti "persone normali" conoscenti del signor Ponza che questi compia perfettamente il suo lavoro, che sia una persona inappuntabile. Tutti vogliono fare della sua vita privata un caso pubblico, per avere qualcosa di cui (s)parlare Bersaglio dell'accanita istruttoria sono i "personaggi diversi", assunti come simbolo, come capri espiatori per l'esercizio di un'arte meschina e drammaticamente ridicola: quella del pettegolezzo.

Martedì  5 luglio 2011

 

Compagnia Le Nuove Proposte (Cirimido -CO)

PIPPIN

 

con

Alberio Alice, Alberio Erica, Luca Basilico, Umberto Bassi, Silvano Berti, Riccardo Borghi, Cagnati Laura, Calzolari Sara, Chiara Carugo, Simone Casale, Elisa Cassina, Annalisa Cattaneo, Cristina Clerici, Luca Clerici, Paolo Clerici, Roberto Clerici, Carlo Codegoni, Luigi Di Silvestro, Luca Galli, Silvia Galli, Mattia Gentile, Lorenzo Mazza, Giorgio Mitra, Alessia Proietti, Cristiana Raimondi, Marika Ripanti, Gabio Rizzato, Davide Rizzi, Imerson Robbi, Francesco Romano, Chiara Rossi, M.Luisa Rudoni, Guido Santoni, Roberta Viganò, Davide Volontè, Martina Volontè, Mauro Volontè,

Paolo Volontè, Luca Zaffaroni

 

Il principe PIPINO alla "ricerca del senso della vita" è accompagnato da un "diabolico e ammaliante"  CONDUTTORE che  lo guida nella ricerca. Incontreremo CARLO MAGNO, alle prese con cavalieri, battaglie e con la gestione di un regno alquanto complesso;  FASTRADA e LUIGI rispettivamente matrigna e fratellastro di Pipino, entrambi intenti a usurpare il trono al legittimo erede;  BERTA vispa e arzilla nonna di Pipino, che durante il musical farà cantare il pubblico in una sorta di "karaoke medioevale", e numerosi altri personaggi. I protagonisti hanno una doppia valenza per tutto lo spettacolo, se da una parte interpretano il personaggio nell'ambito storico, dall'altra sono veri e propri attori con l'unico scopo di ottenere successo e attirare l'attenzione del pubblico in sala.  Questo gioco delle scambio delle parti porta il pubblico ad un coinvolgimento maggiore e ad un rapporto quasi diretto con i protagonisti.  Il  musical  è interamente cantato e suonato dal  VIVO.

Mercoledì  6 luglio 2011

 

Compagnia I Chi c'è c'è (Milano -MI)

TAROCCHI CONTRO

 

Nel salotto di casa UBALDO VISCONTI Enea, nobile decaduto, deve barcamenarsi tra la moglie Dolores, isterica e inconcludente, e la figlia Semiramide, ingenua e desiderosa di accasarsi.

E' quasi ora di pranzo e i tre aspettano Marco Marcello, giovane opaco e malaticcio, fidanzato di Semiramide e particolarmente inviso a Enea.

Proprio Marco però, figlio di una famiglia ricca e facoltosa, potrebbe paradossalmente contribuire a sollevare le finanze disastrate di Enea. Quest' ultimo infatti, all'insaputa della moglie e della figlia, ha elaborato un piano volto ad ottenere contemporaneamente due risultati: ricavare un po' di soldi e far saltare il fidanzamento tra Marco e la figlia. A questo scopo ha assoldato in gran segreto tre sue vecchie conoscenze: un barista-cameriere piuttosto originale, un playboy con il gusto per i travestimenti ed un'amica di sua figlia, oca vera ma amante finta. La banda, che in realtà è un'armata Brancaleone, è completata da una maga misteriosa ed opportunista di cui non si conosce la provenienza esatta.

Dopo essere passati attraverso il salotto degli UBALDO VISCONTI, nel secondo atto gli otto personaggi si trasferiscono armi e bagagli in un bar-ristorante dove, dopo gag e malintesi, si arriverà all'epilogo con sorpresa finale

Giovedì  7 luglio 2011

 

Compagnia Rock Ok O' (Mondovì –CN)

JOSEPH E LA STRABILIANTE TUNICA DEI SOGNI

IN TECHNICOLOR

di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice

 

con

Alessandro Lia, Angela Mondino, Beatrice Bruno, Bruno Bertolino, Daniele Costamagna, Davide Maisano, Elisa Bellino, Elisa Canavese, Elisa Rossetto, Federico Beccaria, Erica Ferrero, Gianni Canavese, Giorgio Tomatis, Giulia Bertolino, Marcello Bessone, Marco Fechino, Marco Giana, Matteo Scazzino, Miriam Canavese, Nicola Bessone, Paola Garelli, Pietro Negro, Samuel Atzori, Simone Marchesani

 

Coregrafie di Paola Garelli

Regia di Elisa Canavese

 

Spumeggiante oprera prima di  A.L.Webber e T.Rice, già autori di Jesus Christ Superstar, Cats, Il fantasma dell'opera. Colorato mix di numerosi generi musicali, sapientemente condito di humor, che rispetta ma rende avvincente e godibile la nota vicenda bibilica anche per i più piccoli. La storia: Giuseppe, figlio prediletto di Giacobbe, è dotato di un dono particolare, la lettura dei sogni. L'invidia dei fratelli lo farà cadere in disgrazia, venduto schiavo in Egitto alle dipendenze del ricco Potiphar. Qui, tra alterne fortune, che lo vedranno prima prigioniero nelle carceri reali e poi braccio destro del Faraone, riuscirà a raggiungere le vette del successo divenendo Viceré, dopo aver salvato l'Egitto dalla carestia. Riuscirà anche a compiere l'impresa di ricongiungersi con la propria famiglia, lasciata in un'ormai povera e desolata Canaan? Uno spettacolo spassoso,  cantato e ballato da 22 attori su ritmi caraibici, folk e rock'n roll, con testi in italiano e interamente dal vivo.

Venerdì  8 luglio 2011

 

Compagnia I Soppalcanti (Varese – VA)

TRAPPOLA PER TOPI

L'azione si svolge in un albergo della campagna londinese appena inaugurato. La radio  trasmette in continuazione appelli della polizia, che e' alla ricerca di un pazzo omicida.

I due proprietari di Castello del Frate, un artista mattoide, una signora di mezza età noiosa e petulante, un maggiore dell'esercito inglese in pensione, una ragazza disinibita e mascolina, un ospite straniero inatteso, un sergente della polizia: questi sono, stando alle apparenze iniziali, gli otto protagonisti del dramma. Tra loro si cela un assassino psicopatico che ha già ucciso una persona a Londra. Ma sotto quale travestimento si maschera il colpevole? Ciascuno dei presenti ha qualche cosa da nascondere, qualche segreto legato a un fatto di sangue avvenuto molti anni addietro. Intanto tutte le vie di comunicazione sono bloccate per la neve, e qualcuno ha tagliato i fili del telefono. Castello del Frate e' isolato dal mondo e una musichetta sinistra aleggia per le sue stanze: la "sigla dell'assassino".

Lunedì  11 luglio 2011

 

Compagnia Gli Anonimi (Vimodrone – MI) 
PROCESSO A DIO  
con

Carla Giussani, Sebastiano Saralli, Massimo Manfredi, Raffaele Corvaglia,

Giorgi Sardi, Enzo Pellegrino

 

Nelle parole del rabbino Nachman Bidermann sembrano risuonare i lamenti dell'umanità intera: finitezza e imperfezione dell'uomo di ogni tempo e di ogni luogo dinnanzi alla presenza del male nella storia, inconciliabile, per sua stessa essenza, con l'infinita e perfetta bontà divina che tuttavia tace e sembra chiudere gli occhi, per non vedere la crudeltà e il dolore delle sue stesse creature, e tapparsi le orecchie, per non sentire e non dover rispondere.

Tanta filosofia e tanta letteratura si sono interrogate sull'orrore dell'olocausto, sulla disumanizzazione dell'uomo che ha lasciato un solco, una ferita nella coscienza contemporanea: tocca all'arte questa volta, nella capacità di elevare i sentimenti a conoscenza e a memoria, cercare di far luce sul buio e sul silenzio del bene. È, infatti, il buio ad aprire la scena del lavoro teatrale di Stefano Massini, Processo a Dio, secondo di una "quadrilogia" di drammi pubblicati nel 2006, messo in scena oggi dalla compagnia "Gli anonimi" di Vimodrone.

Nel buio e nella quiete del padiglione 41 del campo di concentramento di Lublino-Maidanek, Elga Firsch, famosa attrice ebrea sfuggita per caso alla morte nella primavera del '45, decide di inscenare un processo tanto surreale quanto profondamente vero a Dio. Coinvolge, in questa sua sete di giustizia, il rabbino Nachman, difensore di Dio, il figlio di questi, Adek e i due anziani Solomon e Mordechai, con la promessa di mantenersi fedeli alla legge dei padri. Imputato è un ufficiale delle SS. Rüdolf W. Reinhard, aguzzino del lager, chiamato all'ingrato compito di "essere Dio" per una notte, affinché possa essere giudicato colpevole o assolto, per le inaudite atrocità inflitte agli ebrei. 

"Ho comprato Dio per metterlo alla sbarra. E stanotte, qui, avrò il mio processo", ci dice Elga mettendoci di fronte alla cruda realtà: un colpevole deve esserci, perché il silenzio di Dio è stato troppo assordante prima, perché si taccia ora che tutto è concluso. 

Non c'è un insegnamento, nè il desiderio o la speranza di dare una risposta a ciò che risposta non ha: come all'inizio del primo atto, vittime e carnefici possono scambiarsi i ruoli infinite volte, sulla scena del teatro, come nella storia dell'umanità. Per il rabbino e il figlio Adek, Dio è vittima innocente egli stesso di uomini che nei lager hanno voluto "farsi Dio". Tuttavia - ed è questa la conclusione di una Elga che non vuole più chiedere un risarcimento per la sua e l'altrui sofferenza, ma che domanda giustizia vera e meditata - da vittima, Dio deve di nuovo farsi giudice, nei confronti del capitano Reinhard, nei confronti di se stesso, nei confronti dell'uomo. Verrebbe da domandarsi se non è questa la stessa responsabilità che si richiede a ciascuno di noi.

Martedì  12 luglio 2011

 

Florence Rock Opera Group (Firenze - FI)

RENT

 

Rent (Affitto) è  un musical rock scritto da Jonathan Larson e liberamente tratto dall'opera La Bohème di Giacomo Puccini. L'opera racconta le vicende di un gruppo di artisti e musicisti newyorkesi che, nonostante una cronica mancanza di soldi, cercano di portare avanti le loro attività artistiche. Sullo sfondo di una società sempre più consumistica, Rent affronta tematiche di alto valore sociale. L'amicizia e l'amore, ma anche la discriminazione razziale, la droga, l'omosessualità e la lotta all'AIDS costituiscono i motivi guida di un musical intenso che riesce a divertire, commuovere e far riflettere gli spettatori. Rent inizia le rappresentazioni a Broadway nel 1996 e rimane in produzione per 12 anni consecutivi, fino al 7 settembre 2008. Si tratta del settimo musical con il tempo di rappresentazione più lungo nella storia. Ha vinto, fra gli altri premi, un Tony Award come miglior musical e un premio Pulitzer. Nel 2005 la Paramount Pictures ha realizzato un film con il cast originale del musical, per la regia di Chris Columbus. Nonostante la produzione di Broadway sia terminata, Rent è ancora rappresentato con produzioni ufficiali in molte città nel mondo, da Londra a Tokyo, e rimane un musical di culto per gli appassionati del genere.

Mercoledì  13 luglio 2011

 

Compagnia Il Ramo (Lodi – LO)

MAMMA MIA 2

Intrappolati sull'isola

Di Giuseppe Galizia

 

con

Nadia Scherani, Katiuscia Spinelli, Annamaria Ligorio, Nicla Colombo, Alessandro Brachetti, Umberto Noto, Marco Temporali, Verginia Veronesi, Daniele Santis, Giorgia Mazzi, Linda Ferrari, Elisa Birelli, Daniela Rossetti, Andrea Truzzi, Mattia Pettinari, Michelangelo De Marco, Giuseppe Li Volsi, Silvia Notaro, Paola Belloni, Giada Truzzi, Marianna Parise, Stefania Signoretti, Elisa Tibussi, Filippo Nardozza, Luca Nicetto, Arianna Marchi, Matilde Pellegri, Manuel Caputo, Camilla Fosso, Simona Tomasso, Benedetta Di Lauro

 

musiche originali e orchestrazioni di Musical Production sound

direzione musicale di Gaia Pedrazzini e Daniela Magnani

coreografie di Sabrina Pedrazzini

regia di Giuseppe Galizia

     

Sam, Harry e Bill sono "i tre papà" arrivati sull'isola pèer il matrimonio di Sophie, la figlia di Donna. Sam, che ha scoperto di amare ancora Donna come un tempo, decide di rimanere accanto a lei per dare libero sfogo a quell'amore che per anni hanno tenuto nascosto l'uno all'altra. Sophie e Sky, dopo il mancato matrimonio, hanno lasciato l'isola alla scoperta del mondo: un viaggio che farà capire loro quanto è profondo l'amore che li lega. Tanya e Rosie, le amiche del cuore di Donna, vogliono ripartire al più presto per tornare alle loro attività. Tutta l'isola sta per salutare gli invitati al matrimonio che attendono di imbarcarsi per raggiungere il Pireo, dove c'è un aereo che li aspetta. Ma!... un imprevisto li costringe a rimandare la loro partenza di ben tre settimane. Riusciranno Tanya, rosie, Bill e Harry a lasciare l'isola e tornare alla loro vita normale?

Govedì 14 luglio 2011

 

Il Nuovo Teatro dei Nove (Novate Milanese – MI)

L'IMPRESARIO DELLE SMIRNE

di Carlo Goldoni

 

con

Boldrini Leonardo, Bellussi Iliana, Camboni Carla, Cattaneo Rossana, Corsi Pasquale, D'Adda Carlo, D'Adda Elisa, Gentile Antonio, Ramaciotti Massimiliano, Silvia Restelli, Rossi Elena

 

Regia di Iliana Bellussi

 

Nella Venezia settecentesca un gruppo di cantanti, uomini e donne, vogliono farsi scritturare, cercando di prevalere l'uno sull'altro senza esclusione di colpi, da un impresario turco, che vuole ospitare l'opera italiana nelle Smirne. Molti sono i personaggi pittoreschi: la cantante fiorentina Lucrezia, affascinante e capace di tutte le astuzie del bel sesso; le due litiganti Tognina e Annina, che danno vita a duetti comici spassosi; il soprano Carluccio, effeminato ed astioso; Pasqualino, succube delle donne; il Conte Lasca, moderno manager, abile nel "proteggere" in cambio di favori immediati; il turco Alì dall'opulenza esotica, inarrivabile dispensatore di assurde speranze... Tutti ci danno un curioso accostamento fra teatro e vita, pienamente goldoniano ma anche moderno e sempre vivo. La regia, ambientando la commedia in un metafisico e metatemporale circo, ha voluto mescolare diversi generi di rappresentazione in un'unica forma di spettacolo, uniti da un filo che ci conduce dal passato al presente nel gioco allegro ed esasperato del grande teatro goldoniano.

Venerdì  15 luglio 2011

 

Compagnia Dell'Orso (Lonigo – VI)

LA STRANA COPPIA

Di Neil Simon

traduzione ed adattamento di Luigi Lunari

 

Con

Paolo Marchetto, Diego Dalla Benetta, Massimo Nichele, Alberto Marchetto, Matteo Monzardo, Renata Maistrello, Sofia Piacentin

 

Regia di Maximilian Nisi

Scenografie di Lucia Buratto

 

"La strana coppia" è una delle commedie più famose del più famoso tra i commediografi viventi: Neil Simon ("A piedi nudi nel parco", "Andy e Norman", "Appartamento al Plaza", "Rumors"…). Scritta nel 1965 e rappresentata per la prima volta a Broadway il 3 ottobre dello stesso anno, "La strana coppia" riscosse subito uno straordinario successo, tanto che lo stesso Simon ne curò una trasposizione cinematografica. Il film (1968) contribuì alla definitiva consacrazione dell'affiatato duo comico Walter Matthau - Jack Lemmon, ma anche del testo e del suo autore. Nel 1970 "La strana coppia" diventò addirittura una serie televisiva dell'ABC (durò cinque stagioni, fino al '75). Come in tutte le sue opere, anche ne "La strana coppia" Simon dà voce alla middle-class americana e dipinge i suoi personaggi come uomini medi spesso insicuri e paurosi; l'ambientazione e l'intreccio, poi, sono semplici, quotidiani, non troppo lontani dalla vita vera dello spettatore: insieme alla potente vis comica del testo, sono questi gli ingredienti del successo di una commedia amata dal pubblico di tutto il mondo da più di quarant'anni. Uomini medi sono senz'altro i due protagonisti, Oscar e Felix, due amici diversi in tutto e per tutto: il primo è trasandato menefreghista disordinato, l'altro è il classico precisino, un autentico malato dell'ordine, un perfezionista pieno di assurde paranoie, tic e allergie; uno cerca di godersi la vita togliendo di mezzo pensieri e preoccupazioni come fa con la polvere ammucchiata sotto i tappeti, l'altro vive ossessionato dalle sue numerose manie (su tutte, quella per la pulizia). Oscar vive da solo nel suo grande appartamento: la moglie se n'è andata con i loro figli. Quando anche la moglie di Felix si sbarazza dell'insopportabile marito, Oscar decide di ospitare l'amico disperato. Comincia così una convivenza che giorno dopo giorno si fa sempre più difficile: è praticamente impossibile che due persone tanto diverse vivano serenamente sotto lo stesso tetto. Sul palcoscenico questo improbabile connubio di caratteri ad ogni incontro-scontro produce scintille, che in platea si traducono in sorrisi che scena dopo scena virano via via verso le risate. Il quadretto "familiare" è reso ancora più comico da una cornice di personaggi davvero all'altezza (o alla "bassezza") della strana coppia: Speed Murray e Vinnie, tre amici che tutti i venerdì sera giocano a poker a casa di Oscar, sono impotenti testimoni della rivoluzione copernicana attuata da Felix in quella casa e soprattutto nella vita – sempre più infernale – di Oscar; ci sono poi Guendalina e Cecilia, le due "oche giulive" del piano di sopra, che inconsapevolmente daranno il la al finale per niente scontato di questa effervescente commedia. Una commedia che vuol far ridere e tanto, certo, ma che alla fine, almeno un po', vuole anche far pensare: al valore dell'amicizia e della famiglia, alla preziosa possibilità di ricominciare quando tutto sembra ormai tediosa routine, all'insospettato lato positivo nascosto nelle situazioni più negative della vita

 
 
 
 

PREZZI dei biglietti

 
 

poltronissima A-L   € 15,00

 

poltronissima M-Z   € 12,00

 

poltrona AZ-IZ    € 10,00

 
 
 
 

 Per informazioni e vendita

 

Botteghino del   Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

 

Orario :

Dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00

Domenica dalle 11.00 alle 17.00

 

INFO 02 794026

 

Rivendite on-line

       

www.teatronuovo.it   

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *