CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

giovedì 8 giugno 2017

Il Piccolo Teatro conferma Ricoh come partner per il Data Center

Risultati immagini per Piccolo Teatro di Milano
Vimodrone, 8 giugno 2017 – Nel 2011 il Piccolo Teatro di Milano ha sviluppato con il supporto di Ricoh un progetto di virtualizzazione e consolidamento del Data Center. Da allora le esigenze sono cambiate e di recente il Piccolo si è nuovamente affidato a Ricoh per un ulteriore percorso di innovazione.

Da diversi anni il mondo del teatro ha accolto l’innovazione tecnologica che ha aperto nuove frontiere caratterizzate da interattività e multimedialità. E dietro le quinte? L’ICT può fare la differenza? Nel 2011 il Piccolo Teatro di Milano ha intrapreso con il supporto di Ricoh un percorso di innovazione dell’infrastruttura IT che di recente ha conosciuto ulteriori sviluppi per rispondere a nuove esigenze e supportare meglio il core business.

Il Data Center, un asset strategico
“Il Data Center – spiega Gioacchino Giannelli, Responsabile IT del Piccolo Teatro di Milano – è una risorsa per noi strategica poiché ospita applicazioni fondamentali quali gli archivi multimediali del Piccolo e alcuni siti internet, a cui si aggiungono il sistema paghe e contabilità e le soluzioni per la gestione delle timbrature e l’archiviazione documentale. Nel 2011, dopo aver valutato diversi fornitori, ci siamo affidati a Ricoh che era già nostro interlocutore per i servizi di printing e gestione documentale. Grazie alle proprie competenze consulenziali e sistemistiche, Ricoh ha progettato l’intera infrastruttura dal punto di vista dell’hardware e del software in un’ottica di virtualizzazione, integrazione e consolidamento”.

Tra presente e futuro
In questi anni l’infrastruttura Ricoh ha consentito al Piccolo Teatro di raggiungere l’obiettivo di realizzare un IT “always on” grazie a sistemi sempre disponibili e altamente affidabili. Le esigenze però sono cambiate: da un lato sono aumentati i volumi di dati da gestire e, dall’altro, sono stati installati nuovi applicativi più performanti e una nuova soluzione di ripristino dei sistemi. Si è quindi reso necessario adeguare rapidamente le tecnologie e, anche questa volta, Ricoh ha realizzato un Data Center di ultima generazione gestendo la migrazione dalla vecchia alla nuova infrastruttura tecnologica senza che vi fosse alcun impatto sulle attività. 
Oltre a nuovi server (si è passati da 15 a 25 server virtuali e da due a tre nodi fisici), sono stati installati un nuovo sistema di back-up e una soluzione di storage convergente che rende tutte le operazioni più veloci e sicure. “Il Data Center – continua Gioacchino Giannelli – è stato progettato lasciando la strada aperta a future evoluzioni nella salvaguardia degli investimenti già effettuati: stiamo ad esempio valutando l’installazione di un nuovo gestionale e l’infrastruttura tecnologica sarebbe eventualmente già pronta all’upgrade”.

Qualche consiglio per le Pmi
Le Piccole e Medie Imprese possono trarre grandi vantaggi da un’infrastruttura IT unificata e automatizzata. “Capitalizzare le risorse IT – commenta Gioacchino Giannelli – è importante per le Pmi che dovrebbero guardare con occhio critico ai Data Center già esistenti e valutare in che modo trasformarli grazie ai nuovi paradigmi dell’IT. Un consiglio riguarda la selezione del fornitore: è importante scegliere partner che, come Ricoh, siano in grado di ascoltare le problematiche del cliente ed abbiano una visione aperta su tutto il mercato per garantire un’innovazione che sia a portata di Pmi. Una serie di fattori, tra cui ad esempio il GDPR (General Data Protection Regulation), rendono indispensabile agire fin da subito e questa può essere anche l’occasione per introdurre nuove tecnologie che rispondano alle necessità di produttività e di crescita di queste imprese”.
 
 

Ricoh
Ricoh è un Gruppo multinazionale che da oltre 80 anni contribuisce alla trasformazione degli ambienti di lavoro. Come espresso dalla tagline aziendale imagine. change. Ricoh supporta le aziende e le persone con tecnologie e servizi che promuovono l’innovazione, migliorano la sostenibilità e sostengono la crescita del business. L’offerta di Ricoh include soluzioni per la gestione documentale e il production printing, IT Services, sistemi per la visual communication, fotocamere digitali e prodotti industriali.
Con sede principale a Tokyo, Ricoh è presente in oltre 200 Paesi e nell’anno fiscale conclusosi a marzo 2017 ha realizzato un fatturato di 2.028 miliardi di yen (circa 18,2 miliardi di dollari).

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito:
www.ricoh.it


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.