CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

lunedì 19 dicembre 2016

“Che disastro di commedia!” Successo italiano al Teatro Greco, della commedia inglese pluripremiata e record d’incassi in replica fino al 15 gennaio 2017


Successo italiano al Teatro Greco, della commedia inglese pluripremiata e record d’incassi!
“Che disastro di commedia!”
Accolta dal pubblico romano tutte le sere con un ripetersi di risate ed applausi a scena aperta!
Commedia riuscitissima, funzionante sotto tutti i punti di vista e che fa divertire non solo i grandi, ma anche i piccini.
Si ride ininterrottamente dinanzi alle vicende tragicomiche della compagnia teatrale più pasticciona che si sia mai vista in scena.
Strepitosa commedia degli errori, dall’umorismo travolgente!
Si replica fino al 15 gennaio e il divertimento è assicurato.

“Il punto di forza di questa commedia sta nella sua originalità e dinamismo; la scelta di mettere sul palcoscenico un gruppo di attori che si finge tale per poter mettere in scena un giallo tra battute indicibili, errori di copione, oggetti che cascano e che scompaiono e ricompaiono come e dove non dovrebbero e gli attori che, come se nulla fosse, continuano a dire eroicamente le loro battute, ha come effetto un risultato geniale, di quelli che vorrebbero tenerti inchiodato alla poltrona anche a chiusura del sipario. I disastri si accumulano in un crescendo senza controllo così come le risate tra il pubblico che vanno ad aumentare in maniera esponenziale. Tutto ciò rende lo spettacolo dinamico, leggero, appassionante, stimolante, fruibile e desiderabile come un dolce a fine pasto che si vorrebbe non finisse mai. La bellezza di questo copione sta nell’aver “messo in piedi” una scenografia che barcolla e un gruppo di attori fantastici e grandiosi nella loro professionalità i quali, attraverso la propria esperienza, hanno saputo trasmettere l’emozione, il divertimento, il pathos, anche senza parlare utilizzando semplicemente la mimica facciale aiutandosi con gesti inconsueti.”

“Disaster Comedy” (The play that goes wrong) premiata agli Olivier Awards nel 2015 come Miglior Commedia dell’anno, e nel 2016 vincitrice del Premio Molière in Francia, è stato un grande successo londinese nelle stagioni passate e quest’anno è a teatro contemporaneamente in cinque capitali europee: Londra, Budapest, Parigi, Atene ed ora Roma.

Teatro Greco
prima nazionale 6 dicembre
repliche fino al 15 gennaio

Ab Management presenta in esclusiva in Italia
In accordo con Kenny Wax LTD

CHE DISASTRO DI COMMEDIA
di Henry Lewis, Jonathan Sayer e Henry Shields
(traduzione Enrico Luttman)

con
Gianluca Ramazzotti, Gabriele Pignotta, Yaser Mohamed, Luca Basile, Marco
Zordan, Alessandro Marverti, Viviana Colais, Stefania Autuori

Regia
 Mark Bell

*2016 Molière de la Comédie
*2015 Olivier Award Winner for Best New Comedy
*2015 BroadwayWorld UK Winner for Best New Play
*2014 WhatsOnStage Award Winner for Best New Comedy



Prendete una compagnia di giovani attori allo sbaraglio, una scenografia che non sta in piedi, un regista senza talento né esperienze, una prima attrice vittima di svenimenti, un modello che vuol far l’attore a tutti i costi, una direttrice di scena che si improvvisa attrice e fategli recitare un giallo di serie B, con una trama sconnessa, battute indicibili e un finale senza senso. 

Aggiungete porte che non si aprono, scene che crollano, oggetti di scena che scompaiono e ricompaiono come e dove non dovrebbero e gli attori che, come se nulla fosse, continuano a dire eroicamente le loro battute. 

I disastri si accumulano in un crescendo senza controllo, e così il divertimento del pubblico.

Disaster Comedy (The play that goes wrong),  racconta la storia di una compagnia teatrale, la Cornley Polytechnic Drama Society che, dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intorno a un misterioso omicidio nel West End

La commedia è un susseguirsi di errori, strafalcioni, momenti imbarazzanti e disastri provocati dagli attori. 

La produzione della Cornley Polytechnic Drama Society si rivela un disastro e gli attori cominciano ad accusare la pressione andando nel panico. Riusciranno a riscattarsi e a  salvare lo spettacolo prima che cali il sipario?

“The Play that goes wrong”, è un musical che evidenzia tutte le paure e gli errori che un attore sul palco non vorrebbe e dovrebbe mai commettere.

Tutto questo è “Disaster Comedy” grande successo londinese delle scorse stagioni, in scena quest’anno contemporaneamente in 5 capitali europee, Londra, Parigi, Budapest, Atene, Roma compresa.


Note di regia
Questo spettacolo, 'The Play That Goes Wrong' è nato nel 2012, in un piccolo teatro all’interno di un pub di Londra che si chiama The Old Red Lion. Con un massimo di 60 spettatori a sera e una scenografia “costruita” dagli attori stessi, questo spettacolo ha avuto un tale successo da debuttare poi in prima mondiale nel 2014 ­al Duchess The­atre di Londra ed è attual­mente in scen­a presso lo stesso teatro.

La commedia è stata scritta da Jonathan Sayer, Henry Shields e Henry Lewis, appositamente per la Compagnia la Mischief Theatre.

Mi chiesero di farne la regia, perché molti spunti contenuti nella commedia, provengono proprio dal mio lungo lavoro fatto con loro, come allievi-attori alla LAMDA (London Academy of Music & Dramatic Art).

Sono immensamente riconoscente alla Mischief Theatre per questo! E’ la Compagnia più determinata con cui abbia mai lavorato e il successo della commedia è frutto dell’ impegno, della tenacia e del talento comico degli attori.

Lo spettacolo ha avuto 7 mesi di tournèe, in tutto il Regno Unito ed io ho diretto 2 cast che hanno sostituito, nel tempo, la Compagnia originale (lo spettacolo è nel West End da oltre due anni), così come anche i cast internazionali in Ungheria, Australia, Francia e ora, finalmente arrivo anche in Italia! Qui a Roma, come a Londra, ho il privilegio di lavorare con attori di grande talento che si impegnano seriamente e quello che vedrete sarà frutto della loro abilità, dedizione e capacità di essere “stupidi”! Non sottovalutate quest'ultima cosa, si tratta di una capacità straordinaria e rara.

Io ho solo aiutato. ..

Mark Bell


www.chedisastrodicommedia.it/promo.htm

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *