CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

lunedì 16 gennaio 2017

Teatro Ferrari di Camposampiero. Il "Piccolo mondo alpino" dei Fratelli Dalla Via, ritratto della montagna a base di humor nero

Sabato 21 gennaio al Teatro Ferrari di Camposampiero lo spettacolo d’esordio di quella che è diventata oggi una delle realtà più brillanti della scena contemporanea.
IL “PICCOLO MONDO ALPINO” DEI FRATELLI DALLA VIA, RITRATTO DELLA MONTAGNA A BASE DI HUMOR NERO
In scena Marta e Diego con la il microcosmo di un piccolo comprensorio sciistico alla vigilia dell’apertura della stagione, e dell’umanità che lo popola.

(Camposampiero, 16.01.2017) Hanno raggiunto il successo nazionale con “Mio figlio era come un padre per me”, ritratto tragicomico del nordest ai tempi della crisi valso la vittoria al Premio Scenario 2013. 

Ma i Fratelli Dalla Via, originari di Tonezza del Cimone in provincia di Vicenza, avevano già da tempo affinato il loro personalissimo sguardo sulle contraddizioni della loro terra: è infatti del 2009 lo spettacolo “Veneti fair”, debutto alla drammaturgia di Marta Dalla Via, mentre è del 2010 “Piccolo mondo alpino”, primo spettacolo scritto a quattro mani con il fratello Diego e vincitore del Premio Kantor 2010 e del Premio speciale della giuria al concorso "Ctas Oltrelaparola 2011". 

Un’occasione da non perdere per vedere (e rivedere) il lavoro d’esordio di quella che è una delle realtà più brillanti della scena contemporanea arriva oggi dal Teatro Ferrari: “PICCOLO MONDO ALPINO” sarà infatti scena sabato 21 gennaio (ore 21) all’interno del cartellone “STAGIONE PRIMA – IL TEATRO PER TUTTI”, curato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale per il Comune di Camposampiero con il sostegno di Fondazione Antonveneta e in collaborazione con Associazione Culturale Mouge e Premio Camposampiero di Poesia Religiosa.

Lo spettacolo racconta il Veneto dalla prospettiva di un piccolo comprensorio sciistico e dell’umanità che lo popola. 

In particolare, di quattro personaggi - Elsa, Ennio, Alberto e Bertilla – che si trovano loro malgrado a gestire l'albergo avuto in eredità dai genitori. 

Conoscono a memoria il “piccolo mondo alpino” che recitano ogni giorno: perché esistono due montagne, quella delle cartoline e quella reale. I villeggianti e i montanari, il bosco, il silenzio, il candore della neve: alla vigilia dell’apertura della stagione tutto sembra scorrere con serenità lungo i consueti binari. 

Ma dietro l'idillio naturale che attrae i vacanzieri in cerca di emozioni e prodotti tipici, dietro la messinscena del montanaro felice, si nasconde un lato oscuro da commedia nera, fatto di solitudini, insoddisfazioni e manie: una favola tragica, lieve e visionaria che Marta e Diego Dalla Via portano in scena con ironia tagliente, punte di cinismo e un uso intelligente della lingua regionale. 

Costumi di Licia Lucchese realizzati da Sonia Marianni, disegno luci e musiche originali, tra elettronica e registrazioni d’ambiente, di Roberto Di Fresco.

“Lo spettacolo ha preso corpo a partire dal materiale autobiografico che abbiamo condiviso – spiegano Marta e Diego Dalla Via -. Ci siamo addentrati in un fitto bosco di ricordi che parlano la lingua delle nostre montagne. 
Poi, con gli occhi chiusi, abbiamo visto quattro volti intrappolati tra i rami di un albero e, come loro, abbiamo guardato il cielo e aspettato la neve. 
Ma la neve non arriva, e di conseguenza nemmeno i turisti. 
E scatta il dramma: in questo spettacolo non arriva mai la ‘stagione’ e i protagonisti vivono in una sorta di inverno emotivo prolungato. 
Piccolo Mondo Alpino’ è uno spettacolo simbolico, in cui non si capisce se la storia narrata sia sogno o realtà. 
Sospeso, come il rapporto di amore e odio, di appartenenza ma anche di distanza, dell’uomo la propria terra d’origine”.


Biglietti: € 12 l’intero, € 10 il ridotto gruppi ed € 7 il ridotto sotto i 12 anni; prevendita presso Libreria Costeniero (Via Mogno 44), Tabaccheria La Torre (Piazza Vittoria 17), edicola Quadrifoglio (Via Giorgione 16); vendita on-line sul circuito Vivaticket e al botteghino del Teatro a partire da un’ora e mezza prima dell’inizio dello spettacolo. 

Già acquistabili anche i biglietti di tutti gli altri spettacoli di “Stagione Prima”.  Ferrari Card: 5 spettacoli a scelta a € 50.

Informazioni per il pubblico e prenotazioni
telefono 366 6502085

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *