Cerca nel blog

martedì 23 giugno 2015

27-28/6 - Helmut Lachenmann al pianoforte ospite a Milano di Divertimento Ensemble per un incontro e un concerto al Museo del Novecento

Ritorna a Milano Helmut Lachenmann

Il compositore è protagonista al pianoforte della sesta delle Monografie al Museo del 900, a cura di Divertimento Ensemble e di un incontro con il pubblico

27 giugno, ore 18, Showroom Fazioli: Backstage del pensiero creativo
28 giugno, ore 11, Concerto al Museo del 900

            Milano – Ritorna a Milano il celeberrimo compositore tedesco Helmut Lachemann (1935), ospite della rassegna Monografie al Museo del 900 di Divertimento Ensemble, che ha appena ricevuto il premio Abbiati della critica italiana per la migliore iniziativa. Domenica 28 giugno in Sala Arte Povera alle ore 11 Helmut Lachemann sarà al pianoforte, in alternanza con la pianista Maria Grazia Bellocchio, per una duplice esecuzione, intervallata dall'analisi del brano Ein Kinderspiel.

Il concerto, come da formula ormai collaudata con enorme successo di pubblico dai precedenti appuntamenti della serie, e in particolare dagli ultimi due incontri, dedicati a Salvatore Sciarrino e a Sofia Gubajdulina, sarà come sempre preceduto da un incontro con il compositore, che si terrà sabato 27 giugno alle ore 18 allo Showroom Fazioli, per il ciclo Backstage del pensiero creativo. Sei incontri con i compositori alla scoperta di come nasce un'opera musicale.

 Composizione datata 1980, la suite di brani per il pianoforte Ein Kinderspiel è rivelatrice della grande inventiva e del compositore, che usa la tecnica del doppio scappamento per lasciare dolcemente vibrare le corde della tastiera, come un'eco, durante l'esecuzione d'altri accordi. Una tecnica usata con risultati umoristici nel brano Fake Chinese (Slightly drunk), incessante ciclo di cluster e, con esiti più misteriosi, in Bell Tower, sperimentale ricerca sul parametro della densità in armonia.

Helmut Lachenmann, nato il 27 novembre 1935, a Stuttgart, studia piano, armonia e contrappunto al Conservatorio di Stoccarda dal 1955 al 1958 e composizione, dal 1958 al 1960, a Venezia con Luigi Nono. Le sue prime esecuzioni pubbliche si tengono alla Biennale di Venezia nel 1962 e ai corsi internazionali per la nuova musica estivi di Darmstadt. Dopo aver insegnato all'Università di Ludwigsburg Lachenmann è stato professore di composizione al Conservatorio di Hannover (1976–81) e a Stuttgart (1981–99). Ha tenuto seminari e masterclass in Germania, in particolare  a Darmstadt tra il 1978 e il 2006, e all'estero. Nel 2008 Lachenmann è stato  Fromm Visiting Professor alla Harvard University, Cambridge/MA. Nel 2010 diventa membro del Royal College of Music, London. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui il  Siemens Musikpreis nel 1997, il Royal Philharmonic Society Award London nel 2004 e, nel 2008, il Berliner Kunstpreis oltre al Leone d'oro per la carriera alla Biennale di Venezia nel 1982. Lachenmann ha ricevuto un Dottorato Honoris Causa dal Conservatorio di Hannover ed è membro delle Accademie delle Arti di Berlino, Bruxelles, Amburgo, Leipzig, Mannheim e Monaco. Le sue composizioni sono eseguite nei più importanti festival e prestigiose sale da concerto in Germania e all'estero.


Calendario
 Sabato 27 giugno, Showroom Fazioli, ore 18
 Backstage del pensiero creativo: Sei incontri con i compositori alla scoperta di come nasce un'opera musicale n.6: Helmut Lachenmann

Domenica 28 giugno, Museo del 900, Sala Arte Povera, ore 11
Sei monografie al Museo del 900 - 6: Helmut Lachenmann (1935)
Ein Kinderspiel (1980), per pianoforte (Helmut Lachenmann, pianoforte)
Analisi di Ein Kinderspiel fatta dall'autore
Ein Kinderspiel (1980), per pianoforte (Maria Grazia Bellocchio, pianoforte)

Helmut Lachenmann e Maria Grazia Bellocchio, pianoforte

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI