Cerca nel blog

lunedì 29 giugno 2015

Teatro, Noveau Cirque, Musica, Incontri, Racconti, Car Pooling e Gastronomia a km zero


Pomarance (Pisa) 9 luglio/27 agosto
Framura e Deiva Marina (La Spezia) 23 luglio/26 agosto
Officine Papage presenta due rassegne
"FRA TERRA E CIELO" "NUOVE TERRE - NUOVI LEGAMI"
CONIUGAZIONI
di Teatro, Noveau Cirque, Musica, Incontri, Racconti, Car Pooling e Gastronomia a km zero, fra Toscana e Liguria
Con due rassegne fra Toscana e Liguria, 7 località coinvolte, 10 spettacoli, e una rete di gemellaggi e di contatti che attraversa buona parte della penisola, OFFICINE PAPAGE - direzione artistica di Marco Pasquinucci e direzione organizzativa di Ilaria Pardini - propone una stagione estiva tutta all'insegna dell'Incontro e del Legame: tra il pubblico e i diversi linguaggi della scena, tra gli artisti e le loro poetiche, tra i luoghi e le persone. 
 
Da qui "coniugazioni": perché i contenuti si declinano coi piedi piantati a terra e lo sguardo al cielo, perché per esplorare "nuove terre" servono nuove declinazioni, perché i contenuti delle due rassegne sono stati pensati riferendosi alle specificità del territorio toscano e di quello ligure, e infine perché l'attività di Officine Papage - giovane e poliedrica realtà inserita nel circuito di Fondazione Toscana Spettacolo - ha diverse maniere di dire "noi siamo", fra cui queste due rassegne, l'attività formativa, e non ultima l'attività di produzione spettacoli che prevede il debutto nazionale, di "Coniugazioni", appunto, il 21 luglio a Pomarance (Pisa).

Il programma spazia dalle eccellenze della drammaturgia contemporanea, italiana e internazionale, al noveau cirque. Sullo sfondo, i panorami selvaggi delle colline metallifere pisane, e i paesaggi marini della costa spezzina, tra Framura e Deiva Marina. E' un invito a conoscere, abitare e raccontare un'Italia piccola (numericamente parlando) ma non minore, con le sue radici, la sua gastronomia, le sue piazze e i suoi abitanti. Vere protagoniste, infatti, sono la vitalità e la bellezza dei territori toccati dal progetto. Ma anche la cultura dell'accoglienza che li attraversa.

Dal 9 luglio al 27 agosto il comune di Pomarance, con i suoi borghi all'ombra maestosa della Rocca Sillana, ospita la 4a edizione del festival (CONIUGAZIONI) FRA TERRA E CIELO. Dove, martedì 21 luglio, in anteprima assoluta in gemellaggio Officine Papage con CittadiniInScena presenta "Coniugazioni - La grammatica dell'esistenza. Studio sul primo movimento singolare" stazione numero uno di un percorso laboratoriale costruito attorno alle parole chiave identità e relazione, nato in residenza artistica al Teatro Akropolis di Genova per il progetto Genius Loci, con la collaborazione di Fondazione Sipario Toscana onlus – La Città del Teatro (Cascina). 

È una proposta che rappresenta perfettamente il senso di tutta l'attività di Officine Papage, e riassume in se le linee tematiche di questa loro 'folle' estate. Un'esperienza teatrale che si sviluppa in una ragnatela dei sensi; un momento di ascolto, di ricerca e di contatto.
 
Un processo artigianale dove ogni tappa possa cercare e tessere il filo della sua presenza, e insieme agli altri costruire una piccola rete di risonanze da condividere.  

E proprio nel senso della condivisione e dell'incontro vanno due importanti iniziative collaterali: l'opzione cena/teatro (a soli 15 euro), organizzata con la collaborazione della Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili della Toscana - che fa parte del progetto Slow Food Terra Madre e l'incentivo al Car Pooling, con la promozione "Serve un passaggio?" (coordinata dall'Ufficio Turistico di Pomarance) che offre sconti ed omaggi a chi accetta di ospitare altri passeggeri sulla sua auto.

Dal 23 luglio al 26 agosto, entra in gioco la Liguria: il Comune di Framura (ente richiedente e organizzatore) e il Comune di Deiva Marina diventano il palcoscenico a cielo aperto del festival NUOVE TERRE - NUOVI LEGAMI - realizzato grazie al supporto della Compagnia San Paolo ("bando artischeniche 2015")

Ed è proprio uno spettacolo ispirato all'antica tradizione dei "maggi" toscani (altra 'coniugazione'!) ad aprire la rassegna: "Piccoli suicidi in ottava rima", una raccolta di divertenti allegorie di genere (dal western alla fantascienza) recitate in quartine di ottonari, proposta dalla compagnia Sacchi di sabbia. NUOVE TERRE nasce 2 anni fa a Monterosso, registrando un successo straordinario (3.000 spettatori nel 2014). 

La nuova edizione, in realtà, agisce fino in fondo il suo nome, andando ad operare davvero in "nuove terre", per rispondere all'esigenza di qualificare l'offerta culturale come strumento di socialità e di sviluppo espressa dalle amministrazioni locali. Condivisione e convivialità sono al centro di tutto il programma. 
 
Per questo, prima di ogni spettacolo, il pubblico sarà accolto nella piazza centrale del paese da un aperitivo informale con gli artisti. In questa direzione va anche il gemellaggio con l'associazione torinese Municipale Teatro, che sbarca a Framura per una tappa del progetto "O DISSE A": in alcuni angoli strategici del paese ci saranno luoghi dedicati, in cui passanti, turisti e abitanti potranno fermarsi per "raccontare, raccontarsi e ascoltare".

FRA TERRA E CIELO ospiterà anche Cuocolo e Bosetti con "The Walk" (giovedì 9 luglio a San Dalmazio), gli allievi di Mariano Furlani in "La Cenerentola" di G. Rossini (sabato 18 luglio a Lustignano), Gli Omini con il gioco/spettacolo "L'asta del Santo" (martedì 11 agosto a Montecerboli).
 
Mentre nel programma di NUOVE TERRE ci saranno Arianna Scommegna, Premio Ubu 2014, con "Qui la città di M." produzione ATIR (giovedì 30 luglio a Deiva Marina), Chloé Moura e Mathieu Hibon con "Equilibrio", ideato e diretto da Boris Vecchio per Sarabanda (sabato 8 agosto a Deiva Marina), Cristina Cavalli, Ilaria Pardini e Lucilla Tempesti con "Agnese di Dio" di John Pielmeier diretto da Andrea Narsi per Officine Papage (giovedì 13 agosto a Framura), Roberto Abbiati, Luca Salata e Alessandro Calabrese con "Una tazza di mare in tempesta" (giovedì 20 agosto a Framura). A chiudere entrambi i festival, mercoled' 26 a Framura e giovedì 27 a Serrazzano (Pomarance), sarà Saverio La Ruina con "Dissonorata", uno dei più grandi successi dell'artista.
INFO
info@officinepapage.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI