CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

venerdì 14 ottobre 2016

Edoardo Sylos Labini ed i segreti di D'Annunzio a teatro

"D'Annunzio segreto",  tra amore per la patria, le belle donne e la poesia.

  Il D'Annunzio di Edoardo Sylos Labini, presentato in anteprima nazionale al Quirino di Roma, ( già interprete di "D'Annunzio tra amori e battaglie") ci porta in un mondo del poeta-vate non conosciuto ai più. Rinchiuso tra le mura della sua residenza (la casa-museo del Vittoriale) -che fanno da scudo protettivo alle idee politiche,erotiche e drammaturgiche- D'Annunzio mette "a nudo" tutte le sue intime sensazioni , desideri , conflitti interiori : L'amore patrio con l'illusoria spedizione per riconquistare Fiume ( primo conflitto mondiale , la cosiddetta "vittoria mutilata") con una banda di avventurieri e senza preavvisare il governo italiano, il coinvolgimento sessuale e mentale con la diva Eleonora Duse per la quale scrisse le sue commedie ( tra cui "La figlia di Iorio con la regia di Luigi Pirandello), i sentimenti contrastanti tra il desiderio di paternità e il rifuggire da essa, gli amori contrastati e contrastanti, morbosi e fugaci, il rapporto solo formalmente cordiale con Benito Mussolini , in quegli anni, in piena ascesa ed invidioso della fama del poeta.
 Edoardo Sylos Labini è talmente affezionato e coinvolto dal poeta-vate che ci restituisce un'interpretazione sempre precisa e profonda, a volte, resa un po' troppo lenta dai lunghi dialoghi-monologhi che lasciano uno spazio ridotto agli altri attori personaggi in scena, tra cui spicca Viola Pornaro che interpreta la grande Duse ed anche ad alcuni possibili approfondimenti tematici, uno per tutti lo sviscerato amor-patrio che animava le imprese più folli di D'Annunzio ( tra cui il volo su Vienna).
  La scenografia di Marta Crisolini Malatesa (anche costumista,) è di sicuro impatto coadiuvata dalla regia luci di Pietro Sperduti. Con il patrocinio del: Vittoriale degli italiani e con (attori) Giorgia Sinicomi; Evita Ciri; Chiara Lutri; Priscilla Micol Malatesta. Musiche di Antonello Aprea. Regia di Francesco Sala

Angelo Antonucci






Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *