CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

mercoledì 3 agosto 2016

Si ride con Don Chisciotte e Sancho Panza, a Laghetto in scena Stivalaccio Teatro



Sabato 6 agosto nel parco giochi di Laghetto le avventure di Cervantes reinventate da due comici nei guai nella Venezia del 1545.

Prosegue "S-centrati", il programma de La Piccionaia nei quartieri all'interno della rassegna comunale "L'estate a Vicenza 2016".


(Vicenza, 03.08.2016) Le avventure di Cervantes reinventate da due comici nei guai nella Venezia del 1545, che salgono sul palco per raccontare come sono sfuggiti alla forza grazie a Don Chisciotte, Sancho Panza, ma soprattutto grazie al pubblico: è "DON CHISCIOTTE. TRAGICOMMEDIA DELL'ARTE", lo spettacolo firmato Stivalaccio Teatro che andrà in scena sabato 6 agosto (ore 21.30) nel Parco Giochi di Laghetto, promettendo risate per tutti. 

Prosegue così "S-CENTRATI", il progetto estivo de La Piccionaia che si inserisce nella rassegna "L'ESTATE A VICENZA 2016" promossa dall'Assessorato alla Crescita del Comune di Vicenza e pensato per portare il teatro nei quartieri con una serie di spettacoli dedicati ai bambini, agli adulti e alle famiglie. 
Un programma che valorizza ogni volta un diverso quartiere della città, rendendo i luoghi coinvolti dei veri e propri palcoscenici a cielo aperto.

Mattatori della serata saranno gli incontenibili Marco Zoppello e Michele Mori, nei panni del padovano Giulio Pasquati e del fiorentino Girolamo Salimberi: due attori della compagnia dei Gelosi, in arte rispettivamente Pantalone e Piombino. 

Nella spiacevole circostanza di essere prossimi al patibolo, accusati di eresia per aver messo in scena una rappresentazione comica durante la Quaresima, i due saltimbanco danno il via alle avventure di una delle coppie comiche più famose di tutti tempi, filtrandole con il loro estro nel tentativo di procrastinare l'esecuzione. 

Perché destino è tutt'altro che segnato, quando si ha dalla propria l'arte del recitar commedie… E così tra duelli e salti, capriole e lazzi, mulini a vento es eserciti di pecore, se non rammentano alla perfezione la storia, poco importa: si improvvisa!

Nato da un soggetto originale di Marco Zoppello con la collaborazione artistica del maestro Carlo Boso, coatuore con Zoppello dei dialoghi e dello scenario, lo spettacolo fa parte dell'apprezzatissimo percorso della compagnia nell'ambito del teatro popolare e della commedia dell'arte. 

Regia a quattro mani di Zoppello e Mori, che si trasformano nei due attori intenzionati a vendere cara la pelle grazie anche alle maschere di Roberto Maria Macchi e dei costumi di Antonia Munaretti.

"Proprio come fanno i nostri personaggi – spiegano Zoppello e Mori – anche noi abbiamo attinto in assoluta libertà a quel contenitore straordinario che è il Don Chisciotte, rimasticandolo in un tosco-veneto condito di emilianismi e partenopeismi e concedendoci il permesso di 'tirare per la giacchetta' mostri sacri come Cecco Angiolieri, Pulci, Dante, Manzoni, Ruzante, de la Barca, Fo e tanti altri. Come direbbe Cervantes, l'unico limite è il cielo."

"Cerchiamo un teatro capace di parlare in maniera orizzontale – concludono - portatore di gioia e di entusiasmo, sinonimo di comunità e non di élite. Crediamo nello stupore, nell'artigianato, negli oggetti che si trasformano, nella parola che diventa corpo e nel corpo che parla. Evviva il riso, quello sano che evoca e abbatte i muri e ci permette di essere un poco naif. Un teatro popolare e popolato di persone, di idee, di luci, di sguardi e di storie da raccontare."

I prossimi appuntamenti della rassegna: "TEATRO IN BICI" (4 settembre) che condurrà i partecipanti in una pedalata teatrale a tappe lungo la Riviera Berica, con interventi de La Piccionaia e di artisti ospiti sul tema delle due ruote, mentre Villa Tacchi ospiterà la dedica de La Piccionaia al celebre scrittore per ragazzi Roal Dahl nel centenario dalla sua nascita, con "TANTI AUGURI GGG!" (7 settembre ore).

Biglietti € 6 (tranne "Tanti Auguri GGG!" a € 4).
In caso di maltempo lo spettacolo si sposterà al Teatro Astra.

Info e biglietteria: Ufficio Teatro Astra – Contrà Barche 53 – telefono 0444 323725 – info@teatroastra.itwww.teatroastra.it
  



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *