CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

giovedì 18 agosto 2016

Tornano gli Amici Miei a Firenze con Gian Marco Tognazzi. Domenica 4 settembre


    

GLI "AMICI MIEI" TORNANO A FIRENZE.

UNA SERATA TRA CINEMA & VINO, ORGANIZZATA DA ARKIWINE E TOSCANA CULTURA.

CON LA PRESENZA STRAORDINARIA DI GIAN MARCO TOGNAZZI E I VINI DE LA TOGNAZZA

4 SETTEMBRE PRESSO AUDITORIUM AL DUOMO

 

Firenze è la culla della Supercazzola, questo è fuori di dubbio. La città di "Amici miei", del Conte Mascetti e dei suoi Tapioco, Come Se Fosse, Antani. 

Per rivivere in modo nuovo questo legame storico, cinematografico, e oggi anche enogastronomico, l'Associazione Arkiwine insieme a Toscana Cultura presentano AMICI MIEI.. Cinema & Vino. 

Un evento speciale che unisce il celebre film di Mario Monicelli, restaurato nel 2015, e i vini de La Tognazza, azienda vinicola di Gian Marco Tognazzi. 

L'appuntamento è per Domenica 4 settembre dalle ore 19 presso l'Auditorium al Duomo in via de Cerretani 54R a Firenze.

Si comincia alle ore 19 con un aperitivo gourmet  per poi proseguire alle 21 con la proiezione del film Amici Miei. 

Ospite d'eccezione Gian Marco Tognazzi, che presenterà i vini della sua cantina e il film, attraverso una serie di aneddoti di "casa Tognazzi". 

Per lui anche un premio speciale, il Premio Alessandro Sabbatini promosso dall'Associazione culturale Arkiwine, che avrà battesimo proprio durante questo evento. 

Finalità di questo riconoscimento è l'impegno e la passione di attori che operano nel mondo dell'enogastronomia. 

Moderatore il giornalista Fabrizio Borghini, presidente di Toscana Cultura e autore del libro "Caro Amici miei. Storie, luoghi, artefici e personaggi del film di Mario Monicelli".

Sarà un vero percorso di gusto tra cibo e vino, una serie di ricette, sapientemente abbinate alle etichette de La Tognazza. 

Tre i vini in degustazione: Tapioco, Come Se Fosse e Antani. 

Il primo un bianco igt Lazio, un blend di Chardonnay e Bellone, mentre gli altri sono due rossi:  merlot, sangiovese e montepulciano per il Come Se Fosse e syrah e cabernet franc per l'Antani.

 "Tre etichette che vogliono essere sinonimo di convivialità, amicizie e ironia. Tre vini di qualità, ma anche divertenti"  - afferma Gian Marco Tognazzi . "I nomi sono chiaramente un omaggio al film, ma non solo, c'è una filosofia di vita, che è quella della nostra azienda, e una storia molto curiosa, che vi racconterò durante la serata. Sono felice di essere a Firenze, la città di Amici miei".

Soddisfatta di questo incontro anche Elena Maria Petrini, presidente di Arkiwine e sempre impegnata in attività di formazione ed eventi enogastronomici: "Ho conosciuto Gian Marco a Spoleto a Vini nel Mondo dove è stato premiato come winelover dell'anno. Ho visto in lui un imprenditore appassionato con un grande progetto e ho subito pensato dobbiamo fare qualcosa insieme. I suoi vini hanno un legame forte con Firenze e questa serata era quasi obbligatoria. Un evento all'insegna della convivialità, le risate e l'amicizia. A lui anche il premio, dedicato all'amico e collega Alessandro Sabbatini, che mi auguro sia il primo di una lunga serie per la nostra associazione, che vuole riconoscere il connubio tra l'arte della recitazione e l'enogastronomia".

L'evento è realizzato con il contributo di: Edil Vivoli, Faldi Motors,  CitySightSeeing-Italy, Carlo Corsi Edilizia,  Lo Sparviere (Az. Agicola in Franciacorta), Matrix Srl, La Petrognola, Torta Pistocchi, Salumificio Trono,  Tenuta Maiano

Costo degustazione + proiezione 10 euro. Appuntamento domenica 4 settembre dalle ore 19 all'Auditorium al Duomo in via de 'Cerretani 54R – Firenze.  

Per info e prenotazioni: arkiwine@gmail.com



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.