Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 12 luglio 2016

Il Palladio più romantico nel percorso teatrale ragioguidato de La Piccionaia





Sabato 16 luglio con partenza dall'Arco delle scalette di Monte Berico, l'itinerario Silent Play fino alla Rotonda e ritorno.

Il progetto di narrazione urbana propone questa settimana anche un nuovo appuntamento con "Le voci della Basilica". 

(Vicenza, 11.07.2015) Il percorso del cuore, in tutte le direzioni, le forme, i modi: è il Palladio più romantico quello che si potrà scoprire partecipando a "GEOMETRIE PALLADIANE", la narrazione teatrale itinerante che si svolgerà sabato 16 luglio (ore 17.30 e 19.30) per "SILENT PLAY. ITINERARI D'ESTATE IN CITTÀ". 

Un progetto nato per percorrere la città con uno sguardo inedito e modalità creative, curato da La Piccionaia con Carlo Presotto, Paola Rossi e Matteo Balbo e inserito nella rassegna "L'estate a Vicenza" promossa dall'Assessorato alla Crescita del Comune di Vicenza. In settimana (giovedì 14 luglio alle 18.30 e alle 20) anche un nuovo appuntamento con "LE VOCI DELLA BASILICA", un viaggio nel tempo e nella storia dell'edificio che è da secoli il simbolo di Vicenza, accompagnato dalla drammaturgia di Carlo Presotto, dalle musiche originali di Michele Moi e dalle opere dello scultore Alberto Salvetti.

"GEOMETRIE PALLADIANE" è un modo unico di esplorare l'area che dal centro storico di Vicenza si apre verso i colli Berici: un'audioguida teatrale che, a partire dall'Arco delle scalette di Monte Berico (Piazzale Fraccon), condurrà i partecipanti a lasciarsi alle spalle il traffico cittadino per immergersi in un paesaggio fuori dal tempo, ricco di storia e arte. 

Un paesaggio che diventerà un palcoscenico a cielo aperto grazie ad una drammaturgia originale (costruita elaborando la documentazione storico-artistica con suggestioni musicali e letterarie e con le testimonianze di chi quei luoghi ha abitato e abita), una tecnologia smart (un paio di cuffie wireless per ciascun partecipante) la guida dell'attore e performer Matteo Balbo
 originali di Michele Moi e dalle opere dello scultore Alberto Salvetti.

 
E così, tra storie di santi e storie di amori, antiche leggende e nuove prospettive, passando per un incontro sorprendente con i Nani di Villa Valmarana, il racconto del genio di Palladio e molte altre sorprese da scoprire sulle note del Don Giovanni di Mozart, si percorreranno i sentieri che conducono fino alla Villa Rotonda, per fare poi ritorno poi lungo la vecchia linea ferroviaria dove un tempo passava la Vaca Mora. 

Un percorso a piedi di circa un'ora per indagare, indagarci e farsi memoria, articolando le geometrie del cuore con il lascito del progetto palladiano. Un vero e proprio teatro fuori dal teatro, interattivo e giocoso, che dà vita per tutta la durata del percorso ad una piccola comunità in movimento, protagonista di uno spettacolo diffuso.

"Silent Play. Itinerari d'estate in città" prosegue fino a settembre con "PALLADIO TRA LE RIGHE" (sabato 23 luglio) con i suoi ricordi di viaggiatori e cittadini illustri, "UNA CITTÀ DA ABITARE" (venerdì 29 luglio) in cui tre architetti, un'urbanista, una storica dell'arte e un antropologo si confrontano con un'area significativa e problematica di Vicenza, quella tra Via Torino e viale Roma, "LA CITTà INVISIBILE" (venerdì 5 agosto) alla scoperta della storia urbana e sociale del quartiere di San Lazzaro, ed in fine il nuovissimo "IL TEATRO NASCOSTO" (3 e 10 settembre) che integra la drammaturgia con interventi dal vivo in una conversazione itinerante alla scoperta dell'area dell'ex Teatro Berga, per un'esplorazione all'insegna della rigenerazione urbana e ad alto tasso di interattività. 

E per i più piccoli e le loro famiglie, il nuovo audiogioco teatrale radioguidato "ALADINO" (27 agosto e 3 settembre) nel Giardino del Teatro Astra.

Biglietti € 6. La partecipazione è a numero limitato, si consiglia la prenotazione.
L'itinerario si svolgerà anche in caso di maltempo.


Info e biglietteria:
Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza;
telefono 0444 323725, info@teatroastra.it
 


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI