CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

mercoledì 16 marzo 2016

ZELIG CABARET. Venerdì 1 APRILE | ANTONELLO TAURINO in "Trovata una sega! - Racconto su Livorno, Modigliani e “lo scherzo del secolo” dell'estate 1984"




Venerdì 1 Aprile 2016 - ore 21.00
Zelig Cabaret
Viale Monza 140, Milano

biglietti: tavolo 12 euro – tribuna 10 euro
(I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita)

Infoline e prenotazioni: tel. 02.255.1774  -  www.areazelig.it
Acquisti online su www.ticketone.it


TROVATA UNA SEGA!
Racconto su Livorno, Modigliani e "lo scherzo del secolo" dell'estate 1984.
di e con
ANTONELLO TAURINO

Quando il caso incatena gli eventi meglio di uno sceneggiatore hollywoodiano. 
Trent'anni dopo, il racconto per "Attore e proiettore" sulla perfetta sequenza di eventi di quell'estate '84. La leggenda la conoscevano tutti, a Livorno: nel 1909 Modigliani pare avesse gettato nel Fosso Reale alcune sue sculture, deluso per lo scherno di amici incompetenti che lo avevano deriso per quelle opere. 
Ma quando nel 1984, per celebrarne i cent'anni dalla nascita, il Comune (a latere di una mostra organizzata in suo onore), ne azzarda tra roventi polemiche il temerario recupero, avviene la pesca miracolosa di tre teste che porta davanti ai Fossi di Livorno le Tv di tutto il mondo! E subito i maggiori critici d'arte non hanno dubbi a sancire: "Sono dei capolavori, sono di Modigliani!". 
Ma dopo un mese venne fuori che non erano proprio di Modigliani… 
L'invasamento collettivo nel cortocircuito vero-falso e il mistero di alcune morti mai chiarite. Tre studenti burloni e un pittore-portuale dalla vita maledetta. Uno spaccato sociologico sull'Italia d'allora e tanta memorabile comicità involontaria: ecco gli ingredienti di quello che fu definito "lo scherzo del secolo". 

Trovata un sega! è stato selezionato per il
> FESTIVAL "KILOWATT 2014"
ed è stato lo SPETTACOLO VINCITORE DELLA SELEZIONE "FESTIVAL TRAMEDAUOTORE - 2015"

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO
ZELIG CABARET - Viale Monza 140 - 20125 Milano - www.areazelig.it
Ingresso tavolo 12€ - tribuna 10€ / I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita

Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.30 - sabato e domenica dalle 18.00 alle 20.30)
Acquisti online su www.ticketone.it
INIZIO SPETTACOLO ore 21.00 - Ingresso consentito ai maggiori di anni 14
***********************************************************
RECENSIONI – estratti

"Non credo di esagerare nel dire che "Trovata una sega!"  è uno spettacolo geniale. Divertentissimo, preciso, ironico, inventivo: arrivi alla fine e vorresti che Antonello Taurino, unico attore/affabulatore in scena, continuasse a parlarci in quel modo così canzonatorio della beffa!"   
(D. Daria, "CORRIERE DELLO SPETTACOLO")  

"Possibile che il racconto di un fatto di cronaca locale livornese dell' 84, diventato l'evento mediatico mondiale dell'anno, faccia pendere dalle labbra di Antonello Taurino l'intera platea di un Teatro? Sì, se si tratta di un'esilarante e calibrata scrittura che porta sulla scena il fake più famoso della storia d'arte contemporanea (…). La realtà può superare la fantasia, sembrano dire i "Ma come?! No, non è possibile!" e le risate incredule del pubblico dinanzi alla concatenazione, drammaticamente casuale, della storia di
"TROVATA UNA SEGA!" (Manuela Margagliotta, "PAPERSTREET")    

"La celebre storia delle finte teste di Modigliani viene restituita con ironia a dispetto di un pattern di informazioni, accadimenti e livelli mediatici molto complesso (…). Il "test" funziona, in platea, e nei passaggi più assurdi, ma reali, sono numerosi i bisbigli, gli scuotimenti di capo, i «non ci posso credere» (…).
Taurino in scena solo con un tavolo, un leggio e un fondale con foto d'epoca si muove con passo deciso tra contraddizioni e paradossi di una bolla mediatica d'altri tempi"
(Andrea Pocosgnic, "TEATRO&CRITICA.net")



Sinossi 
Protagonista assoluto di questa storia è il Caso, che infilò in quell'estate una successione di eventi fortuiti talmente meravigliosa che la drammaturgia è già perfetta di suo. Alcune coincidenze sono così incredibili che si stenta a crederci: da lì, l'idea dello spettacolo per "Attore e Proiettore", quasi che le immagini dell'epoca testimoniassero della veridicità degli episodi raccontati. E in più, dal comico al drammatico, dalla farsa alla tragedia, nella galleria di personaggi non manca davvero nessuno. 
Quasi come in "Romeo e Giulietta", questa storia è anche una specie di guerra tra vecchi e giovani: perciò, dal punto di vista attoriale, il lavoro si è indirizzato verso un divertito mimetismo di tutti i personaggi che l'hanno popolata, a partire dalla proposta della calda e caratteristica parlata livornese. E tutto ciò affinché venisse fuori, a scopo comico o meno, l'umanità dei personaggi al di là del taglio documentaristico che a tratti lo spettacolo presenta.
Memorabile la sconfitta, ridicola e senza appelli, dei grandi critici: una batosta clamorosa per un certo tipo di cultura altezzosa e accademica. Inoltre, la "farsa" ha fornito anche spunti di riflessioni in generale sul senso dell'arte nella società mediatica. Erano i goderecci e rampanti anni '80, ma in quel decisionismo già cialtrone e "corsaro", ci sono i segni dell'attuale deriva: il mix di superficiale emergenza di questi anni arruffoni, renderebbe possibile questa storia anche oggi.


BIOGRAFIA _ ANTONELLO TAURINO

Nato nel 1980 a Copertino (LE), si è laureato nel 2004 con 110/110 in Lettere Moderne presso l'Università di Lecce con una tesi su "Ritratto di Signora nell'opera teatrale di Carmelo Bene". Si è diplomato nel 2005 in Chitarra Classica presso il Conservatorio "N. Rota" di Monopoli, studiando con i docenti M. Felici e L. Micheli.   
Ha pubblicato nel 2005 per Lupo Editore "Li Fatti ti Paese: bozzetti di vita a sud del sud", raccolta di testi teatrali in vernacolo salentino. Alcune sue battute sono contenute nei libri "Le cicale 2006" e "Le cicale 2008", di Gino & Michele, Kovalski Editore.  
Ha partecipato dal 2003 al 2014 alla trasmissione "Zelig Off" di Canale 5 con il "Clerico Vagante", "I mestieri più stupidi del mondo" e "Il Professore". Con "Il Teatro senza Conflitto", realizzato con Rubes, è approdato alle edizioni 2007 e 2008 di "Zelig Arcimboldi" su Canale 5, anche in qualità di autore di tutti i suoi testi. Ha vinto il Primo Premio assoluto al "Festival del Cabaret" di Aversa (2001) e il Premio della Critica al Festival del Cabaret "Città di Gallarate" (2003) e di Martina Franca (2011).  
Ha conseguito il Diploma del Master triennale di specializzazione in Arte drammatica "SAT- La Scuola dopo il Teatro" 2005-2008 presso Akt-Zent (Berlino) e GITIS (Mosca), tenuta dal pedagogo russo Jurij Alschitz e nel 2010 quello presso la "Scuola Internazionale di Teatro-Kuniaki Ida (Milano). Inoltre si è formato con: CTKoreja, Jango Edwards, Emma Dante, Eugenio Allegri, Accademia "Paolo Grassi" , Paolo Rossi, Alfonso Santagata, Ecole Internationale "Jacques Lecoq" , The "Susan Batson Studio" (New York City).  
E' autore e interprete degli spettacoli comici "La Cosa Fissa" (2001), "Guasto" (2003), "Comedian" (2008, poi dal 2012 in tournèe anche a New York, Londra, Parigi, Amsterdam, Edimburgo); inoltre "Tuz & Bach" (2006), tratto da "Tre Sorelle"; "Poeti Folgorati, Reading su Luciano Folgore" (2007); "Ione" da Platone (2008); "Il Diavolo. Il sogno di Ivan Karamazov" (2008, finalista al Premio Calanchi , San Marino, 2009); "Miles Gloriosus: ovvero morire d'uranio impoverito", (2011), sua prima pièce per il teatro, in scena anche al "Piccolo Teatro" di Milano, con cui ha vinto il Premio "Migliore Regia" al Festival Nazionale "Calandra" (2011) e il cui testo è stato pubblicato per "Scienza Express" con prefazione di Franca Rame; infine "Trovata una sega!" (2014), sulla vicenda dei "Falsi Modigliani" del 1984, che ha debuttato come finalista al Festival "Kilowatt 2014", e in scena anch'esso al Piccolo Teatro Grassi in quanto selezionato anche nel Festival "Tramedautore 2015". 
In teatro ha lavorato con Jurij Alschitz ("Tre Sorelle" 2005); Cantieri Teatrali Koreja ("Sei Personaggi in cerca d'autore", 2002 e "Il sogno di una notte di mezza estate", 2005); Gianpiero Borgia ("Ritratto di Signora" di C. Bene, 2005 e "Escaping Hamlet", 2007); Teatro dei Filodrammatici ("Taglich Brot" di G. Danckwart, "Babel Taxi" di M. Kacimi, "Khamsoun" di J. Baccar); Democomica ("Che bella Milano", 2010). Inoltre: Pali e Dispari ("Favelas", 2006); Sergio Sgrilli ("Neuro", 2006); Alessandro Fullin ("Il Riso è Manifesto: Serata di Cabaret Difficilissimo", 2007); Rubes ("Copertino Barghe senza conflitto", 2008), Formattart ("La Nave dei Folli", 2012).  
Nel 2012 realizza "Monty Python's Night" con la compagnia "Democomica", spettacolo di cui cura anche la regia, con cui si è aggiudicato il 2° premio al Festival nazionale per gruppi comici "Premio Gianni Palladino". Inoltre fa parte, con Claudio Batta, Diego Parassole e altri, del gruppo "Comici Associati".   
Dal 2010 è anche docente in corsi sull'uso di tecniche teatrali a beneficio dei più diversi ambiti lavorativi: scuola, cantieri, centri sportivi.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *