Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 11 aprile 2016

CONCERTI di PRIMAVERA: 13 aprile / Stefano Greco esegue le "Goldberg"

COMUNITÀ EVANGELICA LUTERANA DI NAPOLI
CONCERTI DI PRIMAVERA 2016 - XVIII EDIZIONE

Stefano Greco ai Concerti di Primavera
Lo specialista di Bach esegue le "Goldberg"
Mercoledì 13 aprile 2016
ore 20.30
Napoli - Chiesa Luterana (via Carlo Poerio)
Tra i più interessanti interpreti della musica di Bach, di cui offre particolari letture che partono da uno studio approfondito degli scritti del tedesco, il pianista Stefano Greco, ospite regolare delle più prestigiose sale da concerto del mondo, si esibirà mercoledì 13 aprile alle ore 20.30 nella Chiesa Luterana di Napoli, nell'ambito della diciottesima edizione dei "Concerti di Primavera". 

Il programma sarà dedicato alle "Variazioni Goldberg", opera per clavicembalo a due tastiere, che Greco esegue al pianoforte senza adattamenti, e che è stato chiamato a suonare in storiche occasioni, quali l'inaugurazione del Festival di Castleton nell'edizione successiva alla scomparsa del suo ideatore, Lorin Maazel. 

Il concerto rientra nel progetto "Aspettando la Riforma" della Comunità Evangelica Luterana di Napoli, preludio dell'anniversario storico dei cinquecento anni della Riforma luterana.
Ingresso libero - Infoline: www.celna.it / tel. 081-8043130 - lucianarenzetti@gmail.com
_ _ _
Mercoledì 13 aprile 2016
ore 20.30 – Napoli, Chiesa Luterana (via Carlo Poerio)
Stefano Greco, pianoforte
Programma:
Johann Sebastian Bach (1685 - 1750), Le variazioni Goldberg
Ingresso libero
Infoline: www.celna.it / tel. 081-8043130 - lucianarenzetti@gmail.com

Stefano Greco Dopo essersi diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio di Lecce, dove ha studiato con Antonio Serrano, Stefano Greco ha vinto diversi concorsi pianistici in Italia, prima di continuare i suoi studi con Hector Pell e Aldo  Ciccolini.  Mentre ancora frequentava l'Accademia di Ciccolini   da   studente,   ha   tenuto   lezioni  nella stessa scuola sulla "Meccanica della Tecnica Pianistica", "La Sezione Aurea", "Le Proporzioni Matematiche nella Musica" e "La Polifonia Bachiana". Aldo Ciccolini ha voluto assegnargli il diploma superiore di alto perfezionamento pianistico con il massimo dei voti, la lode e la menzione d'onore. Ha studiato inoltre  con Joaquín Achúcarro all'Accademia Chigiana di  Siena e con Alberto Portugheis. Specialista nella musica di Bach, è stato invitato  ad eseguire la sua musica nelle più prestigiose sale da concerto e in occasioni  storiche:  il  Festival di Castleton, creato da Lorin Maazel, ha inaugurato la stagione successiva a quella della scomparsa del compianto Maestrocon un  concerto in sua memoria e onore, in cui Greco ha eseguito le Variazioni Goldberg di J. S.  Bach. La sua interpretazione delle Variazioni Goldberg rispecchia una grande padronanza  della  musica di Bach. Essendo quest'opera scritta per clavicembalo a due tastiere, i pianisti hanno dovuto introdurre "aggiustamenti" per  la  tastiera singola del pianoforte. Stefano Greco ha creato un modo di suonare le Goldberg senza nessun tipo di adattamento. Ha inoltre scelto di utilizzare i tempi di esecuzione non secondo un gusto personale, ma in base ad una approfondita analisi degli scritti di  Bach. Stefano Greco ha eseguito l'Arte della Fuga in numerose città del mondo, tra cui Firenze, Verona, Los Angeles, Londra e New York. Ha inaugurato la serie dei concerti dei Carnegie Hall Notables a New York; oltre che alla Carnegie Hall, si è esibito a Londra a St. James's Piccadilly,  St.  Martin-in-the-Fields  and  St.  John's, Smith Square; e  ancora  alle  Steinway Halls di Londra, Monaco di Baviera e NewYork. Si è esibito in un tour di concerti in sette città del Centro e del Sud America (Messico, Brasile, Argentina e Cile).
Napoli, 11 aprile 2016


--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI