CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

mercoledì 18 novembre 2015

21 22 novembre GIOVANNA VELARDI_CLOWN al Teatro del Lido Ostia

Sabato 21 novembre 2015  h21
Domenica 22 novembre 2015  h18
tetro del lido   via delle sirene 22, Ostia

CLOWN

COREOGRAFIA Giovanna Velardi
INTERPRETI Giuseppe Muscarello e Giovanna Velardi
DISEGNO LUCI Danila Blasi

una produzione FC@PIN. D'OC
con il sostegno del Mibact, Regione Siciliana, La Piattaforma, Core lazio

Il "Clown" detiene in se' delle caratteristiche in contrasto
 ha una carica di tristezza, gioia, malinconia, divertissement.
Far emergere un Clown danzante
è il tentativo di esprimere tale mescolanza
Giovanna Velardi

La scenografia è quasi assente, c'è una sedia al centro della scena e una marionetta. E' questa l'immagine che accoglie lo spettatore, una volta accese le luci. 

Un fantoccio ribelle e insolente che attraverso i suoi gesti nervosi e i movimenti scattosi denuncia una determinata insofferenza ai fili. 

E' una marionetta cosciente, consapevole di se, pervasa da un'incredibile vitalità, incapace di stare ingabbiata, rinchiusa in un mondo di regole che la vogliono far muovere solo a comando, senza seguire il suo istinto e senza la sua vitale autonomia. È una marionetta sfrontata e grottesca che all'improvviso, indossato un tutù e un naso rosso, si libera dalle costrizioni e si trasforma in un clown danzante. 

Da questo momento in poi assistiamo ad una esplosione di sentimenti e sensazioni contrastanti: una mescolanza di gioia, tristezza, malinconia ed euforia. La marionetta prende vita, si inceppa, si riavvia, percorre titubante la platea meditando sul da farsi, è inseguita da un palloncino, rosso come il suo naso.

In cima alla platea un clown la guarda scettico, la insegue e la corteggia. E cerca la complicità del pubblico per smuoverla e portarla a sé. La dinamica tra i due si colora di poesia e tenerezza e non tralascia le dinamiche di una qualsiasi coppia tra litigi e inseguimenti anche in mezzo al pubblico che divertito entra nel gioco come in un circo che stavolta è squisitamente danzante.


LABORATORIO
sabato 21 novembre ore 15 /17
domenica 22 novembre ore 11/13 | laboratorio danza
Fc@Pin.D'oc | Compagnia Giovanna Velardi
IL CORPO UNICO
a cura di Giovanna Velardi

La danza per lavorare sul concetto del corpo unico. Abitare, vivere lo spazio scenico, con intenzione ed energia. Si lavorerà sui concetti base della danza contemporanea: il tempo, lo spazio, la gravità. La danza per lavorare sul concetto del corpo unico. Abitare, vivere lo spazio scenico, con quale intenzione ed energia. Si lavorerà sui concetti base della danza contemporanea: il tempo, lo spazio, la gravità. Il laboratorio si articolerà sviluppando una mappatura di riferimenti, legati anche all'improvvisazione. Il gesto vissuto, la parola spontanea ed autentica, lo stato d'animo e fisico.
 
Il lavoro è il frutto dell'elaborazione da parte della Compagnia di differenti tecniche di danza e teatro contemporanei, pratiche di allineamento e consapevolezza corporea e risultato della ricerca e poetica della Compagnia. Unisce dunque lo studio tecnico del movimento all'espressione artistica e alla ricerca di un proprio linguaggio teatrale. Lo studio tecnico si fonda sulla ricerca di un uso organico del corpo, che liberando da tensioni e chiusure rende possibile lo scorrere energetico nel movimento. 

Si ricerca la consapevolezza dell'uso del peso, degli appoggi e dei supporti possibili – pavimento, partner, gravità. Si studia la relazione tra il centro del corpo e le articolazioni e le estremità per muoversi nel modo più efficiente utilizzando il proprio centro, inseguendo il principio di un centro del corpo forte e motore del movimento e di una periferia libera ed espressiva.
In particolare ci si propone di approfondire:

La ricerca di una certa qualità della presenza fisica e mentale che parte dall' ascolto profondo di se stessi, dal mettersi a nudo, dall' esporsi e porta alla ricerca di una propria verità del sentire, dell'agire, del relazionarsi con l'altro, come anche alla ricerca di una propria originalità.
Il lavoro a terra.
 
L'appoggio, l'abbandono, la gravità, la sospensione, utilizzando come appoggi parti del corpo differenti. Sperimentare differenti flussi energetici e differenti velocità. Il contatto fisico e la relazione con l'altro.L'esplorazione di una movimento che si sviluppa dall'instaurarsi di una relazione profonda tra i due partner, che si fonda sulla fiducia reciproca e sulla comunicazione possibile attraverso il contatto.
 
L'improvvisazione. Ricerca di uno stato d'animo di disponibilità e apertura per poter immergersi nel proprio mondo interiore ed andare a percepire nuovi stati dell'essere. E' un lavoro che comprende e unisce le capacità fisiche e psichiche per poter produrre un'immagine artistica.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *