CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

mercoledì 25 novembre 2015

LA CATIVISSIMA_EPOPEA DI TONI SARTANA di e con Natalino Balasso al Teatro Menotti dal 26 novembre al 6 dicembre






Dal 25 novembre al 6 dicembre

Teatro Stabile del Veneto

LA CATIVISSIMA
Epopea di Toni Sartana 
 
prima milanese

di  e con
Natalino Balasso

e con (in ordine alfabetico)
Francesca Botti, Marta Dalla Via, Andrea Pennacchi
Silvia Piovan, Stefano Scandaletti

regia Natalino Balasso

scene Alberto Nonnato
costumi Lauretta Salvagnin
luci Paolo Pollo Rodighiero

musiche originali  de L’Orchestrina di Molto Agevole

produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale

durata 2 h e 15’ con intervallo


Dopo aver debuttato con successo lo scorso 28 ottobre al Teatro Goldoni di Venezia e successivamente a Padova, Verona, Lugano, arriva finalmente a Milano al Teatro Menotti La Cativìssima-Epopea di Toni Sartana, lo spettacolo prodotto dal Teatro Stabile del Veneto, scritto, diretto e interpretato da Natalino Balasso. Con questo nuovo testo l’autore inventa un mondo ispirato idealmente dalla trilogia dell’Ubu Roi di Alfred Jarry che denuncia con ferocia le contraddizioni socio-politiche ed economiche di una regione come il Veneto, un tempo definita la locomotiva d’Italia. Sul palcoscenico, insieme a cinque attori di grande talento, Natalino Balasso interpreta il personaggio di Toni Sartana, che tradisce chiunque pur di raggiungere il suo scopo, sconosciuto anche a se stesso, solo per il semplice gusto del possesso.  

L’intera stagione del Teatro Menotti è dedicata alla Fondazione Banco Alimentare Onlus e ai suoi progetti  di raccolta delle eccedenze di produzione agricole e dell’industria alimentare e la redistribuzione delle stesse a enti di iniziative e di aiuto ai poveri.
Con La Cativissima_Epopea di Toni Sartana si avvia il progetto Banco Alimentare con cui un teatro per la prima volta in Italia aderisce in maniera concreta, invitando il pubblico ad essere protagonista nella distribuzione alimentare alle famiglie più bisognose.
Chi porta al Teatro Menotti giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 novembre un prodotto alimentare a lunga conservazione avrà in cambio un biglietto di ingresso a soli 5 € (80% di sconto) per lo spettacolo.

La Cativìssima (Epopea di Toni Sartana) è la prima commedia di un progetto di trilogia che ho preparato per il Teatro Stabile del Veneto.
L'idea è quella di creare l'epopea di un personaggio surreale e fuori dagli schemi, Toni Sartana, appunto, il quale non ha mezzi termini, non ha remore morali, è totalmente ignaro di ciò che significa correttezza.
Toni Sartana tradisce chiunque pur di raggiungere il suo scopo e il suo scopo si direbbe sconosciuto a lui stesso. Vuole possedere per il semplice gusto del possesso. Per lui le persone, dalla più prossima alla più sconosciuta, sono solo strumenti.
Il personaggio di Toni Sartana sarà interpretato da me.
Le commedie sono scritte in italiano, ma alcuni personaggi usano un linguaggio che, seppur italiano, è intriso di venetismi e pronunce locali e giungono a creare una di quelle che Pasolini chiamava "le tante lingue dell'italiano".

In questa prima commedia assistiamo alla resistibile ascesa di Toni Sartana, da semplice sindaco di un piccolo paese di campagna, fino ai vertici del suo partito, in seno al quale tradirà anche gli amici più fidati pur di diventare la massima carica della Regione Serenissima: Asessore ai Schei.
Ma questo non gli basterà, vorrà giungere a conquistare anche la confinante Regione Giulia all'inseguimento del Potere fine a se stesso. In questo clima da fanta-politica, in un tempo non definito, che potrebbe essere il futuro, Toni Sartana riluce come una sorta di Ubu veneto; fa ruotare gli eventi attorno a sè, istigato da una moglie, la signora Lea, che, come una moderna Lady Macbeth, è forse più crudele di lui.
Tutto questo, com'è prevedibile, porterà ad una rovinosa caduta, ma, come Ubu, Sartana ha la consistenza dei pupazzi di gomma, non si fa mai male, casca sempre in piedi. Egli è salvato dalla sua stessa inconsapevolezza.

Posso impegnarmi a dire che questa sarà una commedia molto divertente, intrisa di una comicità che non ritengo spocchioso definire tipicamente mia, mista a tratti di amaro e ineluttabile. Ho voluto curare anche la regia di questa commedia perché, per una volta, credo di avere identificato un percorso che somiglia molto a quello che cerco che sia il mio teatro: popolare innanzitutto, perché sono dell'idea che se vogliamo che a teatro ci vadano tutti, dobbiamo anche riuscire a parlare a tutti, ma cercando di non essere mai scontato.

Natalino Balasso


NATALINO BALASSO
Attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, debutta nel 1990 in teatro, nel1998 in televisione, nel 2007 sul grande schermo e pubblica libri dal 1993. Scrive e rappresenta numerosi spettacoli, tra cui la commedia Dammi il tuo cuore, mi serve (2003), i monologhi Ercole in Polesine (2004), La tosa e lo storione (2007), L’Idiota di Galilea (2011), Stand Up Balasso (2011), Velodimaya (2014) e insieme a una giovane compagnia rappresenta Fog Theatre (2009) un colossal teatrale di dieci spettacoli da lui scritti. Interpreta spettacoli per la regia di Gabriele Vacis, Libera Nos (2005), Viaggiatori di pianura-tre storie d’acqua (2008), Rusteghi–i nemici della civiltà (2011) e per la regia di Paolo Valerio e Piermario Vescovo La bisbetica domata (2009). Con Jurij Ferrini interpreta Aspettando Godot (2012) per la regia dello stesso Ferrini. Recita nella commedia tratta dal film di Pietro Germi Signore & Signori (2013) per la regia di Piergiorgio Piccoli.
Pubblica una raccolta di racconti: Operazione buco nell’acqua (Sperling & Kupfer 1993) e tre romanzi: L’anno prossimo si sta a casa (Mondadori 2004), Livello di guardia (Mondadori 2007), Il figlio rubato (Kellermann 2010). Nel 2012 pubblica Dio c’è ma non esiste (Editori Riuniti 2012). Nel 2013 pubblica Il libro del Scritore (Edizione Fondazione Pordenonelegge.it).
Al cinema lavora con Gianni Zanasi Non pensarci, con Carlo Mazzacurati La giusta distanza, La Passione e La sedia della felicità, con Massimo Venier Generazione mille euro, con Federico Rizzo Fuga dal call center.
Per la televisione recita nella fiction Padri e Figli (G.Zanasi e G.Albano – Canale 5), nel film Il segreto dell’acqua (R.De Maria – Rai 1) e nella serie tv 1992 (G.Gagliardi – Produzione Sky in contemporanea in tutta Europa).
Il canale di RAI 5 trasmette gli spettacoli Fog Theatre (novembre 2012), Dammi il tuo cuore, mi serve (giugno 2012), Ercole in Polesine (febbraio 2011).
E’ autore e interprete di apprezzati video comici a sfondo sociale pubblicati sul canale Telebalasso di youtube con oltre dodici milioni di spettatori negli ultimi quattro anni, senza nessuna forma di sostegno televisivo o radiofonico. Sono il risultato di un linguaggio, quel linguaggio è stato ritenuto da molti un linguaggio nuovo, una forma di comprensione del presente che può diventare strumento.
Ha collaborato con il Fatto Quotidiano.it


TOURNE’E
28 ottobre |1 novembre  2015 – debutto - Teatro Goldoni, Venezia

4 | 8 novembre - Teatro  Verdi, Padova

10 novembre - Teatro Comunale, Arzignano

14-15 novembre - Teatro Accademico, Castelfranco

17 | 19 novembre - Teatro Nuovo, Verona

21 novembre - Teatro Comunale, Belluno

23-24 novembre - Lac, Lugano

26 novembre | 6 dicembre - Teatro Menotti, Milano

9 dicembre - Teatro Odeon, Lumezzane

11-12 dicembre - Teatro Comunale, Monfalcone

13 dicembre - Teatro Gustavo Modena, Palmanova

15 gennaio 2016 - Teatro Salieri, Legnago

16 gennaio - Teatro Comunale, Belluno

17 gennaio - Teatro Accademia, Conegliano

19 | 20 gennaio - Teatro Cristallo, Bolzano

24 gennaio - Teatro Arena, Codigoro

26 gennaio - Teatro Comunale, Bassano

29 | 31 gennaio - Teatro Masini, Faenza

2 | 7 febbraio - Teatro Fonderie Limoni, Torino



TEATRO MENOTTI

via Ciro Menotti 11, Milano
tel. 02 36592544

Orari di biglietteria
lunedì e mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 18,00
martedì, giovedì, venerdì  dalle ore 15,00 alle ore 19,00
sabato dalle ore 15,30 alle ore 19,00
domenica dalle ore 15,00 alle ore 17,00 solo per la vendita della replica pomeridiana


Acquisti online
con carta di credito su www.teatromenotti.org

_____________________________________________________________________________

PREZZI

intero - € 26.50
ridotto over 65 - € 14.00
ridotto under 25, gruppi, cral, biblioteche - € 16.50
ridotto convenzioni - € 18.00
ridotto gruppi studenti - € 11.50

_____________________________________________________________________________


ORARI SPETTACOLI

feriali ore 20.30
mercoledì ore 19.30
domenica ore 16.30

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *