Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 26 giugno 2016

30 giugno: Concerto inaugurale del Trasimeno Music Festival

Giovedì 30 giugno 2016, alle ore 21, a Perugia, presso la Basilica di San Pietro si terrà il Concerto inaugurale della dodicesima edizione del Trasimeno Music Festival, organizzato dall'omonima associazione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt.



C'è molta attesa per tale appuntamento dato i musicisti e il programma che la Hewitt ha pensato per la Basilica di San Pietro:
l'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi diretta dal finlandese Hannu Lintu e la pianista Angela Hewitt eseguiranno un'opera monumentale, il Concerto per pianoforte e orchestra N. 1 in Re minore, Op. 15 di Brahms.

Dopo l'intervallo, sarà la volta della Sinfonia N. 4 in Re minore, Op. 120  di Schumann.


L'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, "LaVERDI", fondata nel 1993 da Vladimir Delman, si è imposta come una delle più rilevanti realtà sinfoniche nazionali, con un repertorio che spazia da Bach, al sinfonismo ottocentesco, alla musica del Novecento.
Dalla stagione 2009-10 è Direttore Musicale la cinese Zhang Xian, mentre Ruben Jais riveste il ruolo di Direttore Residente e Direttore Artistico. Nel 1999 è stata inaugurata, con la Sinfonia n. 2 Resurrezione di Mahler diretta da Riccardo Chailly (Direttore Onorario), la nuova sede dell'Orchestra, l'Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, tra le migliori sale da concerto italiane. L'Orchestra è invitata spesso in sale prestigiose in Italia e all'estero con importanti tournées (si ricordano quelle in Svizzera, sotto la direzione del Maestro Roberto Abbado, in Italia, con 16 concerti diretti da Wayne Marshall, in Russia – Mosca e San Pietroburgo – con il Maestro Jader Bignamini e la violinista Francesca Dego). Nel 2013, la Verdi ha partecipato ai Proms della BBC a Londra. Sono da ricordare inoltre: il War Requiem di Britten alla Scala di Milano con Zhang Xian e la Carmen di Bizet (direttore Patrick Fourneiller) alla Royal Opera House di Muscat.
L'Orchestra ha sviluppato un'intensa attività discografica, incidendo una trentina di cd. Da ricordare Verismo con Reneé Fleming, direttore Marco Armiliato, che ha vinto il Grammy Award 2010 come "Miglior performance classica vocale". Nel 2013 sono stati pubblicati per Decca sei Cd dedicati a Nino Rota, con la direzione di Giuseppe Grazioli. Durante la stagione 2013-14, l'Orchestra è stata impegnata in un ampio programma di concerti dedicati al Bicentenario Verdiano e ha eseguito l'Ottava Sinfonia di Gustav Mahler (la Sinfonia dei Mille), diretta da Riccardo Chailly.

**********************
Direttore principale della Finnish Radio Symphony Orchestra dall'agosto 2013, Hannu Lintu ha in precedenza ricoperto il ruolo di direttore artistico e direttore principale della Tampere Philharmonic Orchestra, direttore ospite principale della RTÉ National Symphony Orchestra e direttore artistico dell'Orchestra Sinfonica di Helsingborg e della Turku Philharmonic Orchestra.
Nel corso della stagione 2015/16 Lintu ha diretto complessi come la Gürzenich-Orchester Köln, Orchestre de Chambre de Lausanne, Orchestre National de Lille, Gulbenkian Orchestra, e inoltre l'orchestra sinfonica di Islanda, la Baltimore Symphony, l'orchestra sinfonica di stato di Mosca e la Seoul Philharmonic. Ha diretto la Finnish Radio Symphony Orchestra in tournée in Giappone nell'autunno del 2015 – come parte del suo ciclo completo delle sinfonie di Sibelius con la New Japan Philharmonic – ed è stato in tour a Vienna, Salisburgo e Innsbruck nel gennaio 2016 con la violinista Leila Josefowicz. Ha recentemente lavorato, inoltre, con la Philharmonia Orchestra, la BBC Scottish Symphony, la Royal Stockholm Philharmonic, le orchestre sinfoniche di Cleveland e St. Louis; la Houston Symphony, la MDR Sinfonieorchester Leipzig e l'Orchestre National de Lyon; ha debuttato con la WDR Sinfonieorchester Köln, la Hallé e le orchestre sinfoniche di Detroit e del Minnesota.
Nel maggio 2016 Lintu torna alla Finnish National Opera per condurre Tristano e Isotta di Wagner, dopo averli precedentemente diretti nel Parsifal (regia di Harry Kupfer), in Carmen e in Re Lear di Aulis Sallinen. Altri recenti progetti operistici includono Kullervo di Sallinen al Savonlinna Opera Festival del 2014 e Tannhäuser con l'Opera di Tampere nel 2012. Lintu ha anche lavorato con la Estonian National Opera, registrando Mare e suo figlio di Tauno Pylkkänen.
Hannu Lintu ha inciso numerose registrazioni per Ondine, Naxos, Avie e Hyperion. Nell'estate 2015 ha registrato I concerti per violino di Mendelssohn e di Tchaikovsky con Fumiaki Miura e la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin per Avex, mentre altre sue recenti registrazioni includono opere di Ligeti, come il Concerto per violino con Benjamin Schmid, e la Turangalîla Symphonie di Messiaen con Angela Hewitt e Valerie Hartmann-Claverie – entrambe per Ondine con la Finnish Radio Symphony Orchestra. Lintu ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le sue registrazioni, tra cui una nomination al Grammy 2011 (Miglior Opera CD) e nominations al Gramophone Award per le sue registrazioni della Sinfonia n. 2 di Enescu (con la Tampere Philharmonic Orchestra) e dei concerti per violino di Sibelius e Thomas Adès (con Augustin Hadelich e la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra).

Hannu Lintu ha studiato violoncello, pianoforte e direzione d'orchestra, con Jorma Panula, presso l'Accademia Sibelius di Helsinki. Ha partecipato a masterclasses con Myung-Whun Chung presso l'Accademia Chigiana di Siena e ha vinto il primo premio alla Nordic Conducting Competition di Bergen nel 1994.


**********************
Una delle pianiste più conosciute a livello mondiale, Angela Hewitt si esibisce regolarmente in recital e con le più importanti orchestre in Europa, nelle Americhe, in Australia e in Asia. Le sue performance e registrazioni delle opere di J.S. Bach hanno ottenuto un particolare riconoscimento, segnalandola come una delle interpreti di riferimento del compositore ai giorni nostri. Le sue premiate incisioni di tutte le maggiori opere per tastiera di Bach per Hyperion sono state descritte come "una delle glorie discografiche dei nostri tempi" (The Sunday Times). La sua attesissima registrazione dell'Arte della Fuga di Bach è uscita nel 2014 ed ha immediatamente raggiunto i primi posti nelle classifiche di vendita in Gran Bretagna e Stati Uniti. La sua vasta discografia vanta titoli dedicati a Couperin, Rameau, Mozart, Beethoven, Chopin, Schumann, Liszt, Fauré, Debussy, Chabrier, Ravel e Granados. Con il direttore d'orchestra Hannu Lintu ha inciso due album dedicati ai Concerti di Mozart (il più recente, con la National Arts Centre Orchestra, ha vinto un Juno Award in Canada), il Concerto di Schumann con la DSO Berlin e la Sinfonia "Turangalila" di Messiaen con la Finnish Radio Symphony. Le sue più recenti uscite discografiche includono il primo album dedicato alle Sonate di Scarlatti e il sesto volume dell'integrale delle Sonate di Beethoven (che contiene anche 'Les Adieux'). Angela è stata inserita nella "Hall of Fame" del Gramophone Magazine, grazie alla popolarità di cui gode presso gli appassionati di musica.

Su invito della Wigmore Hall di Londra, Angela eseguirà l'integrale delle opere per tastiera di Bach in una serie di dodici concerti nel corso dei prossimi quattro anni, a partire da settembre. La "Bach Odyssey" verrà proposta nella sua interezza anche a New York (92nd Street Y), Tokyo e Ottawa. La stagione 2016-17 la porterà ad esibirsi  a Tallinn, Tivoli (Copenaghen), Vienna (il suo debutto da solista), Madrid, Bilbao, Aldeburgh (Snape Maltings), Rotterdam, Bath, Firenze, Singapore e in Australia (Musica Viva Tour, maggio 2017). Suonerà inoltre con la National Arts Centre Orchestra di Ottawa (con Alexander Shelley), la Baltimore Symphony (con Hannu Lintu), la Montreal Symphony (con Kent Nagano), in tour nel Regno Unito con la Vienna Tonkünstler Orchestra, e con la Lucerne Festival Strings a Monaco di Baviera (dirigendo dal pianoforte). Angela si esibisce spesso anche con scrittori e attori di successo, recentemente con Ian McEwan a Vienna, con Julian Barnes (saranno alla Konzerthaus di Vienna anche nel mese di aprile 2017) e con Roger Allam (allo Shakespeare's Globe di Londra).

E' molto richiesta a livello internazionale anche per le sue masterclass e quest'anno ne terrà due di particolare rilievo: a Perugia (8 – 12 luglio) e a Solothurn, in Svizzera (2 – 4 settembre).

Angela è stata insignita del titolo di Companion of the Order of Canada nel 2015 e ha ricevuto un OBE nel corso delle celebrazioni per il Compleanno della Regina Elisabetta nel 2006. Membro della Royal Society of Canada, ha ricevuto sette lauree ad honorem ed è stata nominata Visiting Fellow presso il Peterhouse College di Cambridge.


La dodicesima edizione del Trasimeno Music Festival si tiene dal 30 giugno al 6 luglio 2016.

Il Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione, la Basilica di San Pietro a Perugia, l'Auditorium San Domenico a Foligno, il Teatro Clitunno e la Chiesa di San Francesco a Trevi e il Teatro Signorelli a Cortona, sono le suggestive sedi dove si esibiscono grandi interpreti della musica classica di fama internazionale e giovani musicisti di talento, in un'atmosfera serena, apprezzata dagli attenti spettatori provenienti da tutto il mondo.

Gli artisti invitati da Angela Hewitt per l'edizione 2016 sono: l'Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano diretta dal finlandese Hannu Lintu, Matthew Sadler (tromba), Pieter Wispelwey (violoncello), Jeffrey Tate (pianoforte), Quartetto di Cremona, Simon Callow (voce recitante), Susan Bullock (soprano), Alessandro Carbonare (clarinetto), Giovanni Scaglione (violoncello).

Il festival offre al pubblico eventi musicali unici, concepiti appositamente per l'occasione; il numero totale dei concerti della dodicesima edizione è "nove":

  • otto concerti, dal 30 giugno al 6 luglio;

  • il concerto finale degli allievi, provenienti da più paesi del mondo, selezionati da Angela Hewitt per la Terza Masterclass Internazionale di pianoforte organizzata dall'Associazione Trasimeno Music Festival, che si terrà nei giorni 8 - 12 luglio 2016 presso l'Auditorium Marianum dell'Istituto Musicale Diocesano G. Frescobaldi di Perugia. L'appuntamento, con ingresso gratuito, è per il 12 luglio, ore 21 presso il Teatro Mengoni di Magione.

Oltre i nove concerti, da sottolineare:

  • il "dibattito pre-concerto" con Marina Mahler che si terrà il 5 luglio (ore 20.30) al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione, in occasione della serata dedicata alla figura della nonna, Alma Mahler, una delle donne più influenti del XX secolo.

  • La presenza al festival del grande attore inglese Simon Callow che sarà a Trevi il 2 luglio, nella Chiesa di San Francesco, dalle ore 21, in veste di voce recitante con il Quartetto di Cremona che eseguirà 'Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce' di Franz Joseph Haydn. Simon Callow leggerà le poesie che Peter Pears (grande tenore e compagno di Benjamin Britten) registrò con l'Aeolian String Quartet nel 1976. Si ascolteranno poesie di John Donne, George Herbert, Robert Herrick, Edith Sitwell e altri.

  • Durante il periodo 27 giugno - 10 luglio 2016, tutti i possessori di un biglietto di qualsiasi concerto incluso nel programma del TMF, potranno visitare la Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia con la tariffa ridotta d'ingresso di 4 euro anziché 8 euro. Inoltre, sempre con lo stesso biglietto d'ingresso,  potranno visitare la mostra "Musiche" di Silvia Lelli e Roberto Masotti, dedicata alla documentazione fotografica della musica dal vivo che si inaugurerà il 1 luglio e di cui il TMF è Partner.


A PROPOSITO DELL'EDIZIONE 2016 ANGELA HEWITT DICHIARA:
"Presentare ogni anno un nuovo programma per il Trasimeno Music Festival è una grande sfida, ma molto entusiasmante. Abbiamo già proposto, nei passati undici Festival, un repertorio molto vario e continueremo nel 2016. I concerti sono espressamente concepiti per le sedi in cui si svolgeranno, poiché è fondamentale per me offrire un'esperienza totale e coinvolgente al nostro pubblico.
Quest'anno terremo per la prima volta un concerto al Teatro Signorelli di Cortona. Anche se in Toscana, Cortona è considerata parte integrante della zona del Lago Trasimeno ed è senza dubbio una bellissima città.
Torneremo anche a Perugia, Foligno e Trevi, in tre dei nostri luoghi preferiti. I concerti finali del Festival si svolgeranno nel meraviglioso chiostro del Castello dei Cavalieri di Malta a Magione. Ascoltare musica in un ambiente di tale bellezza è un'esperienza da non perdere!
Cerco sempre di scegliere direttori d'orchestra e solisti che mi siano affini e siano, al contempo, artisti eccellenti. Ho sognato per molti anni di poter eseguire il Concerto in Re minore di Brahms con Hannu Lintu, il partner ideale per quest'opera monumentale, che aprirà il Festival nel primo dei due concerti con l'Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi (un graditissimo ritorno). Hannu completerà il programma con la Quarta Sinfonia di Schumann.
Il violoncellista Pieter Wispelwey con Dvořák; il trombettista Matthew Sadler con Shostakovich; Susan Bullock, soprano drammatico, tra le più ricercate cantanti della sua categoria, con Wagner: ogni programma avrà un proprio sapore distinto.
La musica da camera nella sua dimensione più intima sarà protagonista con il Quartetto di Cremona, il violoncellista Giovanni Scaglione e il clarinettista Alessandro Carbonare. Tra gli ospiti speciali, il Maestro Jeffrey Tate (impegnato in un recital per
pianoforte a quattro mani) e il brillante attore britannico Simon Callow.
Nei giorni 8 - 12 luglio terrò una masterclass internazionale a Perugia presso l'Istituto Musicale Diocesano G. Frescobaldi. Verranno giovani pianisti da tutto il mondo per cinque intense giornate di musica. Il concerto finale si terrà al Teatro Mengoni di Magione. Vi invitiamo a partecipare per sostenere questi musicisti di talento.
Sarà senza dubbio un'altra indimenticabile settimana di musica e amicizia, circondati dalle bellezze e dalle delizie dell'Umbria. Il nostro sincero ringraziamento va esteso non solo al Comune di Magione, alla Regione Umbria e alle molte altre istituzioni, ai nostri sponsor e allo staff del Festival, ma anche ai nostri donatori privati, senza i quali questa impresa non sarebbe possibile".

*******

Il Trasimeno Music Festival è annoverato dalla stampa estera e nazionale come "uno dei più prestigiosi festival in Europa" e come "uno dei migliori festival musicali in Italia".

Poiché moltissimi stranieri che frequentano il festival rimangono 7-8 giorni in Umbria, la manifestazione artistica riveste anche un ruolo di primo piano per la promozione e valorizzazione del territorio in cui tiene i concerti, dal punto di vista culturale, turistico e sociale.

Il Trasimeno Music Festival 2016 è reso possibile grazie al Comune di Magione, Main Partner – ai numerosi "Amici del Festival", soci Donatori provenienti da tutto il mondo – alla Regione Umbria per il contributo economico – alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia per il sostegno all'iniziativa - alla Galleria Nazionale dell'Umbria, Partner della manifestazione - al Sovrano Militare Ordine di Malta per la disponibilità ad ospitare i concerti al Castello di Magione – alla Fondazione per l'Istruzione Agraria per la concessione della Basilica di San Pietro di Perugia – al Comune di Trevi per i concerti del 2 luglio - al Comune di Cortona per il concerto del 3 luglio - agli Amici della Musica di Foligno per la collaborazione al concerto del 1° luglio - a Fazioli Pianoforti e Umbra Label per la sponsorizzazione del festival.

La manifestazione si avvale del patrocinio dei Comuni di Magione, Perugia, Trevi, Foligno e Cortona.

INFORMAZIONI – BIGLIETTERIA – PREVENDITA - PRENOTAZIONI ALBERGHIERE:
Associazione Trasimeno Music Festival
Tel. e Fax +39 075 5733078  *  Mob. +39 393 9458554




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI