Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 20 settembre 2016

27 settembre Barbablù, danza al TEATRO GRECO a cura di e-Motion


TEATRO GRECO
Via Leoncavallo 10, Roma
27 SETTEMBRE 2016, h21 
GRUPPO e-MOTION
 presenta
BARBABLU'
regia e coreografia: Francesca La Cava
musica originale e live electronics su pavimento interattivo: Concetta Cucchiarelli
in collaborazione con Stefano Di Pietro (Metapherein collective)
assistente alla regia: Ilaria Micari
scene e video: Edoardo Gaudieri
costumi: Francesca La Cava e Antonella Martellacci
disegno luci: Carlo Oriani Ambrosini
interpreti e collaborazione: Corinna Anastasio, Sara Catellani, Francesca La Cava,
Luisa Memmola e Manolo Perazzi
produzione: GRUPPO e-MOTION con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell'Aquila
coproduzione: commissione musicale della "Società Aquilana dei Concerti B. Barattelli"
in collaborazione con il Teatro Stabile d'Abruzzo
partners: Accademia di Belle Arti dell'Aquila e Backstage - Pandora (FSE)

La storia del crudele Barbablù e delle sue mogli, dal gusto noir e senza alcuna componente magica, non ha mai smesso di catturare l'attenzione dei grandi e piccini aprendosi ad una molteplicità di significati e chiavi di lettura sempre diverse e singolari. 

E' stata infatti oggetto di interesse per registi, musicisti e coreografi, nonché baluardo di innumerevoli campagne sociali per la violenza sulle donne. 

Per Francesca La Cava e il suo Gruppo E-Motion, IL CASTELLO DI BARBABLÙ rappresenta un pretesto narrativo dove le tante mogli trovano aderenza e/o similitudine in "Donne che corrono coi lupi" di Clarissa Pinkola Éstes, una storia sulla donna che si apre al suo mondo interiore e da vittima attraversa e apprende la conoscenza di sé per mezzo di una metaforica chiave, che, a sua volta, la conduce alla scoperta delle sue potenzialità e identità racchiuse nella sua primitiva forza creatrice. 

La storia di questo Barbablù si muove su due piani: quello dell'accettazione e quello nel quale la chiave e l'apertura della porta conducono verso la consapevolezza e la riscoperta della donna selvaggia. Nel libro Clarissa paragona, la donna selvaggia al lupo: piena di energia, capace di dare vita, pronta a difendere il territorio e i cuccioli, inventiva, leale ed errante. 

La creazione è un viaggio nin questo  mondo femminile nel quale le protagoniste sono invitate a "seguire le dieci regole dei lupi per conoscere il territorio della vita: mangiare, riposare, vagabondare, mostrare lealtà, amare i piccoli, cavillare al chiaro di luna, accordare le orecchie, occuparsi delle ossa, fare l'amore e ululare spesso". 


La creazione si dota di un supporto multimediale di particolare impiego che gioca sul rapporto acustico del suono prodotto dal movimento, conferendo allo spettacolo un effetto coinvolgente ed estraniante. Si tratta di dell'uso di pedane interattive dal nome Terpsiphonè, in cui Terpsì è un richiamo a Tersicore, musa delle arti coreutiche e fa riferimento al ruolo centrale che il corpo e il movimento hanno all'interno dell'esperienza; Phonè invece allude al suono con l'accezione più ampia della voce/corpo, nella quale il suono stesso non ha più soltanto una valenza fisiologica o comunicativa, ma riscopre, insieme al gesto, l'imprevedibilità. Quando ho ascoltato i suoni che poteva emettere Terpsiphonè, il pavimento interattivo presente nella creazione e ideato da Concetta Cucchiarelli, subito mi è tornata alla mente la storia di Barbablù ma soprattutto la rilettura che ne fa Clarissa Pinkola Estes nel suo libro "Donne che corono con i lupi". Ho visto la possibilità di creare attraverso i suoni di Terpsiphonè, un percorso verso la consapevolezza e la creatività, un luogo di ricerca e di rinascita della donna nel quale era possibile prestare ascolto alla voce interiore.
 F. La Cava
Video promo: https://vimeo.com/148203414
Prezzi dei biglietti: Intero € 12,00; Ridotto € 10,00; Ridotto Cral € 5,00

WORKSHOP 
27 settembre, dalle 13:00 alle 15:00, tenuto da Francesca La Cava e da Metapherein Collective (Concetta Cucchiarelli e Stefano Di Pietro)
costo di € 8,00 oltre al prezzo del biglietto di ingresso

"Il workshop darà la possibilità ai partecipanti di entrare nel concreto del lavoro svolto dai danzatori della compagnia nella realizzazione dello spettacolo Barbablù.  Utilizzando di persona l'interfaccia interattiva in condizioni che richiamano quelle dello spettacolo, i partecipanti avranno modo di sperimentare alcune problematiche  legate all'utilizzo delle nuove tecnologie con una funzione drammaturgica, in uno spettacolo di teatro-danza, sia da un punto di vista coreografico che esecutivo e musicale. Sarà, inoltre, un modo per entrare in maniera più consapevole nello spettacolo, restando la partecipazione il livello più spontaneo di comprensione, soprattutto nell'arte contemporanea. Il workshop è aperto anche ad uditori interessati ai temi in questione."



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI