Cerca nel blog

martedì 3 novembre 2015

"Famiglie a Teatro", la storia del soldatino di piombo diventa un film da palcoscenico

Primo appuntamento della rassegna, domenica 8 novembre all'Astra con lo spettacolo Premio Eolo Award 2015 nella sezione Teatro di Figura.

Il Teatro delle Apparizioni fa rivivere la fiaba di Andersen tra teatro e cinema.


(Vicenza, 03.11.2015) Si alza il sipario su "Famiglie a Teatro 15/16", la rassegna del Teatro Astra dedicata ai più piccoli e curata da La Piccionaia per il Comune di Vicenza. Ed è subito magia: quella dell'incontro tra il teatro e il cinema, con un vero e proprio "film da palcoscenico": lo spettacolo "IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO" che la compagnia Teatro delle Apparizioni porterà in scena domenica 8 novembre in doppia replica (ore 15 e 17). E in più, sabato 7 (Polo Giovani B55, ore 16) la compagnia condurrà "A PANCIA A TERRA", un laboratorio per bambini che farà del gioco di gruppo un momento di creazione condivisa.

Vincitore del prestigioso Eolo Awards 2015 - sezione Teatro di Figura e prodotto con lo storico gruppo teatrale degli Accettella, lo spettacolo nasce da un'idea di Fabrizio Pallara, che ne è anche l'interprete insieme a Valerio Malorni, artista noto al pubblico del contemporaneo come apprezzato finalista dell'ultima edizione del Premio Scenario. Come la celebre fiaba di Andersen, lo spettacolo è ambientato in un pomeriggio di pioggia, in una cameretta affollata di giochi: pupazzi e bambole, macchine e trenini elettrici, costruzioni di legno e mostri telecomandati. E, sopra un alto scaffale, un battaglione di soldatini sull'attenti. 

Uno di loro si distingue perché ha una gamba sola, e qualcosa di inedito che gli fa battere il cuoricino di piombo: l'amore per una ballerina che vive nel castello di carte all'altro capo della stanza. E quando i suoi compagni lo convinceranno a disertare per andare alla conquista della sua amata, inizierà per lui la più straordinaria delle avventure, tra mille ostacoli e incontri di tutti i tipi. Con qualche libertà rispetto alla trama originale: al posto di clown vendicativi e pesci minacciosi ci saranno infatti un buffo elefante di legno, un esercito americano sotto attacco, un Pinocchio stressato, uno spaventoso ragno… 

Un viaggio che insegnerà al soldatino ad affrancarsi dalla sua condizione militare e a credere tenacemente nei propri sogni, fino al lieto fine che lo vedrà ricongiungersi per sempre con la sua ballerina. Un vero e proprio romanzo di formazione, dunque, ma non solo: anche un gioco in cui gli oggetti prendono vita e parlando, combattendo e danzando diventano i protagonisti di un film teatrale proiettato in diretta su un grande schermo. 

E così, tra città abitate da pinguini che non si fermano mai, battaglie e deserti abitati da ragni giganti, le avventure del soldatino diventano un film tutto da vedere, per scoprire uno sguardo inedito e privilegiato sulla magia del teatro nel suo farsi ed entrare nella storia osservando il piccolo e perfino l'impercettibile.

"La stanza dei giochi è il luogo in cui avviene la meraviglia – spiega Fabrizio Pallara -. L'abbiamo fatta diventare il set di un film in cui il teatro si mostrerà nel suo farsi di fronte all'occhio della telecamera. Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto - quello teatrale e quello cinematografico - che si sveleranno e si misureranno per raccontare una grande storia d'amore".

Lo spettacolo è consigliato a partire dai 3 anni di età. Il laboratorio è invece dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni, e si svilupperà con la creazione di piccole azioni teatrali per sperimentare quanto la teatralità sia legata al gioco dell'infanzia, mentre la telecamera esalterà le immagini realizzate durante le azioni libere dei bambini proiettandole su un grande schermo, affinché questi giochi improvvisati possano diventare vere e proprie scene per comporre lo spettacolo costruito dal gruppo.

"Famiglie a Teatro 2015 2016", è un progetto realizzato con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Banca Popolare di Vicenza e Askoll.

Biglietti: intero 6,50 euro, ridotto 5 euro, bambini 4 euro (diritto di prevendita 0,50 euro). Fino al 7 novembre è possibile abbonarsi all'intera stagione (intero 40 euro, ridotto 32 euro, bambini 24 euro) oppure al percorsi di 5 spettacoli Coccinella (intero 27 euro, ridotto 22 euro, bambini 18 euro). Per il percorso parziale Lupetto c'è invece tempo fino al 20 novembre.

A partire da un'ora prima dell'inizio dello spettacolo è a disposizione gratuita del pubblico il parcheggio Tennis Palladio 98. Inoltre nei fine settimana il parcheggio della Provincia (di fronte al Teatro) è aperto alla cittadinanza. Entrambi hanno capienza limitata, si consiglia di arrivare in anticipo. Prima e dopo lo spettacolo è attivo il punto di ristoro Equobar con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

Informazioni per il pubblico: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 (Vicenza), telefono 0444 323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI