Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 27 gennaio 2016

Al Teatro Eliseo dal 4 febbraio matinée di 'Catarina dei pupazzi'



Teatro Eliseo
4 5 8 9 10 11 febbraio 2016
matinée ore 10.30

Catarina dei pupazzi



da un’idea di Franco Mescolini
liberamente tratto da “La bisbetica domata” di William Shakespeare

con Barbara Abbondanza, Sebastiano Bianco, Luigi Bignone,
Gerardo Fiorenzano, Linda Manganelli, Gabriela Praticò, Francesco Stella

scenografia Giuseppe Convertini
costumi Carla Marchini
luci e fonica Roberto Pietrangeli
musiche originali Alessandro Cercato

scritto e diretto da  Gigi Palla

produzione Ass. Cult. TALIA TEATRO LE MASCHERE


In occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte del più grande drammaturgo di tutti i tempi, il Teatro Le Maschere riporta in scena al Teatro Eliseo uno dei più grandi successi comici: Catarina dei pupazzi, favola teatrale liberamente ispirata a La Bisbetica domata di William Shakespeare, una delle più celebri e divertenti commedie del Bardo.

Uno spettacolo per ragazzi, per questa occasione presentato in una versione aggiornata ancora più ricca di musica e canzoni, di balli scatenati, di giochi e numeri acrobatici come in una multicolore festa gitana. Una commedia, che vuole essere un inno alla vita, all’allegria, alla gioia di vivere, ma anche una riflessione sull’accettazione dell’altro quando questo, proprio come la protagonista, appare così unica e diversa da tutti quelli che la circondano.
Un cast di sette attori affiatatissimi regaleranno un’ora e mezza di divertimento scatenato per un pubblico di giovanissimi spettatori.

Note di regia
La nostra storia si svolge in un accampamento di giostrai. Il vecchio Nèboja è una specie di capo tribù; poiché proprietario della maggior parte delle attrezzature è quindi anche il più ricco. Egli ha due figlie: Bràdena, la più piccola, bella e dolce come un angelo e con uno stuolo di pretendenti, e Catarìna, la più grande, irriducibile e indomabile bisbetica che cura lo stand del tiro al pupazzo. Tra i pretendenti di Bràdena, c’è il giovane Mìroza che vorrebbe chiedere la mano della bella Bràdena, ma suo padre Nèboja ha deciso che, delle sue figlie, la prima a sposarsi debba essere Catarìna per cui urge trovare qualcuno che riesca a farsi accettare da lei, qualcuno di cui lei possa innamorarsi, insomma uno che la possa domare perché Catarìna di matrimonio non ne vuole proprio sapere.

In quei giorni tre ferocissime tigri fuggite dal vicino circo irrompono nell’accampamento dei giostrai, Catarìna riesce a ridurle a dei docili micetti ed il giovane domatore proprietario delle tre tigri Emìr Slòbodan stupito dalla straordinaria grinta della giovane donna decide di presentarsi all’accampamento dei giostrai per conoscere Catarìna, in breve tempo domarla e quindi chiederla in sposa. 

La lotta sarà, come si può prevedere strenua, ricca di colpi di scena ed anche di perfidi intrighi da parte di insospettabili personaggi: l’intero campo dei giostrai sarà coinvolto nel turbolento rapporto dei due, e non mancheranno alla messinscena musiche trascinanti e danze travolgenti. Infine, seguendo la trama dell’opera originale del vecchio Willie anche il racconto della nostra storia si concluderà con un happy end ma Catarìna la bisbetica non sarà semplicemente addomesticata dal grintoso Emìr…ella si convincerà che quell’uomo così forte e caparbio, così simile a lei è proprio quello giusto da scegliere per farne il proprio marito… 

Shakespeare per bambini Non è la prima volta che ci si interroga se l’opera di Shakespeare, opportunamente rimaneggiata, possa essere resa disponibile per la fruizione di un pubblico di giovanissimi spettatori. Noi ovviamente ne siamo convinti e abbiamo scoperto di essere in buona compagnia perché esiste tutta una serie di produzioni, tra adattamenti letterari, teatrali, multimediali che ha pensato proprio come noi.

Numerosi sono anche gli allestimenti scenici che ci hanno accompagnato: Sogno di una notte di mezza estate, Tempesta sono stati spesso oggetto di “elaborazione” in chiave di teatro ragazzi. E anche La bisbetica domata non sfugge a questa analisi: sotto una trama comunque avvincente perché basata sul conflitto di due personaggi assolutamente unici e al tempo stesso esemplari dei caratteri umani, posso essere fatti risalire in superficie contenuti fondamentali nel percorso educativo di un bambino, come l’importanza della conoscenza dell’altro prima del giudizio, l’accettazione del diverso da sé, la disponibilità a cambiare idea ed assumere il punto di vista dell’altro. 

Conosciamo i gitani? Non è certo questo l’ambito per prodursi in un’analisi socio-antropologica sul problema dell’integrazione; d’altra parte il nostro spettacolo vuole essere soprattutto un gran divertissement carnevalesco. Tuttavia se riuscirà nell’intento anche di sollevare la curiosità e l’approfondimento sulle comunità zingare presenti sul nostro territorio e in Europa, lo spettacolo avrà aggiunto al suo obiettivo di intrattenimento anche quello didattico-formativo, per noi fondamentale.



TEATRO ELISEO
Da giovedì 4 a giovedì 11 febbraio 2016 (4-5-8-9-10-11 febbraio 2016, ore 10.30)
Orario spettacoli:
Biglietteria tel. 06.83510216 |Giorni e orari: da martedì a domenica 9.30 – 19.30
Biglietteria on-line www.teatroeliseo.com e www.vivaticket.it
Call center Vivaticket: 892234
Prezzo 8 € bambini/ragazzi
ingresso gratuito per i docenti accompagnatori (1 ogni 10 bambini/ragazzi)

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI