CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

lunedì 4 gennaio 2016

Massimo Dapporto e Tullio Solenghi in “QUEI DUE”. Prima Nazionale il 5 Gennaio 2016 al Teatro Dell'Opera del Casino' di Sanremo (IM)



ANGELO TUMMINELLI
presenta

“QUEI  DUE”

(Il Sottoscala)

di

Charles Dyer

Adattamento di Massimo Dapporto

con

Massimo DAPPORTO  e  Tullio SOLENGHI



Scene Massimo Bellando Randone  Costumi  Moris Verdiani

Musiche Brentmont

Regia  

Roberto VALERIO




Una splendida  commedia sull’amore. Un amore che dura per tutta una vita.

Harry e Charlie sono  una coppia di barbieri omosessuali “intrappolati” da circa trent’anni in una barberia londinese situata in un sottoscala dove hanno condiviso gran parte delle loro irrisolte vite; un sottoscala dagli echi dostoevskiani in cui i protagonisti si torturano reciprocamente senza sosta incapaci di risparmiarsi l’un l’altro fino allo sfinimento, in una quotidianità paralizzante e asfissiante.


Harry è una civetta effeminata e suscettibile che mal sopporta i segni impietosi impressi dal tempo sul suo corpo. Charlie è un pavone consumato dal narcisismo, un attore fallito che millanta di aver goduto di una certa fama nel mondo dello spettacolo.


Su tutta la commedia incombe l’ombra di un processo che Charlie dovrà affrontare per sospetto di omosessualità e per atti osceni in luogo pubblico. Quello di Harry e Charlie è un amore consumato clandestinamente in un oscuro “sottosuolo”, emblema di una felicità sacrificata, di un’esistenza votata alla dissimulazione e alla vergogna, sullo sfondo di una società omofoba, quella dell’Inghilterra degli anni sessanta, che sorveglia e punisce (per dirla con Foucault) gli omosessuali con pene severe, perseguitati da una legge obsoleta che si perde nel tempo: il Buggery act adottata in Inghilterra per la prima volta nel 1533 e abolita soltanto nel 1967. (La stessa legge da cui fu perseguitato nel 1895 il celebre scrittore poeta e drammaturgo Oscar Wilde processato e poi rinchiuso in carcere per due anni- divenuto poi l’emblema della lotta di liberazione degli omosessuali).


In un esilarante e spietato confronto “quei due” nel giro di una notte si confesseranno per la prima volta in trent’anni. Con un’ironia pungente dal sapore amaro e crudele, si racconteranno sviscerando senza riserve il proprio doloroso vissuto, mostrandosi nudi in tutta la loro sincera, grottesca, fragile, arresa e sopraffatta umanità, per ritrovarsi infine, uniti nella consapevolezza di non poter sopravvivere in solitudine alle molteplici miserie che li tormentano.   


Roberto Valerio


Note del Produttore

Massimo Dapporto e Tullio Solenghi per la prima volta in scena insieme in un’inedita coppia gay. Una commedia che invita ad importanti riflessioni su temi, ahimè', sempre attuali, e soprattutto una gara di bravura tra due consolidati interpreti della scena italiana, che per la prima volta, giocano con due personaggi davvero insoliti. Esiste un precedente sui nostri palcoscenici in una splendida edizione interpretata da Paolo Stoppa e Renzo Ricci, mentre l'originale londinese fu tenuto a battesimo da Patrick Magee e Paul Scofield, e l'indimenticabile versione cinematografica vide cimentarsi nei due ruoli Richard Burton e Rex Harrison.

Angelo Tumminelli


Prima Nazionale il 5 Gennaio 2016 al Teatro Dell'Opera del Casino' di Sanremo (IM)
Lo spettacolo verrà poi rappresentato nei maggiori teatri italiani sino al 30 Aprile 2016.
Tra i Principali Teatri:
23 e 24 Gennaio 2016 Teatro Team di Bari
dal 29 al 31 Gennaio 2016 Teatro Metropolitan di Catania
dal 02 al 07 Febbraio 2016 Teatro Alfieri di Torino,
dal 16 al 18 Febbraio 2016 Teatro Nuovo di Verona
dal 31 Marzo al 17 Aprile 2016 Teatro Manzoni di Milano

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *